TERZA PAGINA


Vai ai contenuti

SCIENZA,CLIMA, TERRITORI E POPOLAZIONI

APPELLO DELL'ONU:INCUBO CARESTIA IN SOMALIA,SUD SUDAN,YEMEN E NIGERIA
20 MILIONI DI PERSONE IN GINOCCHIO
TRA SICCITA',COLERA E GUERRE


di Maria Paola Maccioni
(11-5-2017) Inaccessibile perchè in mano al gruppo terrorista sanguinario al-Shabab,la Somalia continua a trovarsi nella morsa della catastrofe.Si muore per l'assenza di acqua,mancano viveri,non ci sono medicine.Un dramma senza sosta ma poco o niente si riesce a fare per dare un minimo di sollievo a questa popolazione ma anche a quelle dello Yemen,della Nigeria e del Sud Sudan.In questi vasti territori africani la vita è minata fin dalla nascita e non si sa se si riesce a trascorrere l'arco del sorgere e del tramonto del sole.I fattori di morte sono molti come la mancanza di acqua potabile,la carestia ma anche le condizioni di sicurezza,le malattie.Poi la morsa terribile del gruppo terroristico al-Shabab che non fa sconti a nessuno con una tenaglia di morte e di paura.Il risultato è che oltre 20 milioni di persone soffrono la carestia,si muore a ripetizione e nella sola Somalia metà della sua popolazione,circa 6 milioni di persone,hanno bisogno di tutto e quasi 200 mila bambini si trovano in pessime condizioni di salute e in pericolo di vita.Le cifre rilasciate dall'Alto commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati danno un quadro impietoso e drammatico.In Sud Sudan la guerra che imperversa dal 2013 continua a mettere in ginocchio la popolazione col risultato che quasi 6 milioni di persone,molti i bambini,non mangiano con regolarità mentre è in atto un altro anno di carestia.Stessa situazione nello Yemen mentre in Nigeria la situazione è ancora più drammatica perchè è il regno di Boko Haran che soffoca la popolazione e crea panico e non solo.Un quadro complesso dove non è facile intervenire anche se l'Onu spera che si faccia presto per dare sostegno a queste popolazioni ormai al collasso.

ALBERTO ANGELA FA IL BOOM CON "STANOTTE A SAN PIETRO"
L'IMPRESA DI RA1
STRACCIA LA CONCORRENZA

"ALBERTO HA PERSINO SUPERATO IL PADRE PIERO"

di Maria Paola Maccioni
(28-12-2016) Non si è scomposto alla presentazione del documentario al tg delle 20 ed è stato sicuro e determinato nel proporre "Stanotte a San Pietro",un evento unico e straordinario per la tv coadiuvate dalle riprese all'interno del Vaticano che non si vedono mai e che lui ha voluto condividere due giorni dopo il Natale davanti al numeroso pubblico italiano.Alberto Angela ha fatto boom,ed è stato strepitoso con i sui 5.976.000 spettatori,frantumando gli altri programmi dei canali televisivi della concorrenza, portandosi al 25,4% di share su Rai1.Il suo "Stanotte a San Pietro",una grande produzione arricchita da grandi attori come Giancarlo Giannini e Carlo Verdone e con riprese con tecnologia 4K HDR,spettacolari le riprese con droni, è risultato non solo il programma più visto della serata ma dell'intera giornata.Un trionfo su tutta la linea per lo specialista dei divulgatori scientifici televisivi ed è la conferma che Alberto Angela è il simbolo e un sicuro protagonista della divulgazione scientifica in tv.Il racconto è stato avvincente e non è mai facile proporlo in prima serata anche sull'ammiraglia di viale Mazzini.Con Alberto Angela si è andati sul sicuro anche se il successo è stato straordinario,al di là delle attese.Merito del "re dei divulgatori" che ha saputo trattare le meravigliose "zone" segrete di San Pietro con un linguaggio confidenziale e alla portata di tutti come è abitudine di Alberto Angela.Gli argomenti non erano facili soprattutto quando si parla di arte,della sua storia e dei suoi grandi personaggi.Tutto con lui è stato accessibile soprattutto perchè dalle parole si è passati alle immagini in alta definizione e tutto è diventato luce,colore e grande spettacolarità.Non siamo ancora ai livelli della Bbc in fatto di documentari ma la Rai sta facendo molto in questo ultimo periodo e forse non farà mai abbastanza visto il successo di "Stanotte a San Pietro".E' necessario investire molto in un settore in rapida espansione ed evoluzione,le risorse ci sono e anche i divulgatori,soprattutto Alberto Angela che è stato straordinario in ogni fase della trasmissione.Molti lo stanno paragonando al grande Piero,suo padre.Due stili,due divulgatori,due grandi personaggi della tv.Di Piero Angela si sa tutto ed è il grande re della divulgazione scientifica in tv,di Alberto si sa poco ma ha mostrato di essere un grande e rigoroso giornalista scientifico di grande pregio e di grande personalità.Gli Angela sono una potenza scientifica,nessuno come loro sanno trattare argomenti complessi e difficili in eventi televisivi comprensibili a tutti.Con questa trasmissione anche Alberto entra di diritto alla pari del padre,una promozione dovuta per un personaggio che merita sempre attenzione e rispetto.

DATI AGGHIACCIANTI DELL'UNIVERSITA' DELL'ARIZONA
E' IN ATTO LA SESTA ESTINZIONE
DI MASSA:IL 47% DELLE MILLE SPECIE STUDIATE SI SONO GIA' ESTINTE


di Maria Paola Maccioni
(9-12-2016) L'effetto serra ci sta portando alla sesta estinzione di massa.Quasi la metà delle specie animali e vegetali sulla terra stanno scomparendo e questo fatto,dovuto al riscaldamento del nostro pianeta,è allarmante e preoccupa non poco gli esperti.Il biologo evoluzionista John Wiens ha pubblicato un rapporto sulla rivista PLoS Biology mettendo in evidenza un dato da far paura: la situazione attuale potrebbe essere la premessa,in rapida successione,per un cambiamento radicale della Terra che potrebbe realizzarsi addirittura nel giro di 50 anni.La ricerca del professore dell'Università dell'Arizona si basa sugli studi accademici di oltre 700 specie di animali nel mondo e di quasi 300 specie di vegetali.I risultati sono impressionanti:il 47% delle mille specie studiate si sono estinte soprattutto in luoghi dove il cambiamento climatico è stato più deleterio.Il futuro sarà ancora più disastroso e si verificherà negli habitat,zone climatiche e in tutte le latitudini e popolazioni.Secondo Wiens siamo ancora in grado di invertire questa tendenza anche se,dice lo studioso,stiamo percorrendo la sesta estinzione di massa che si potrebbe raggiungere nei prossimi 50 o 100 anni.

IL PAPA A SORPRESA NELLE
ZONE DEL TERREMOTO

"SONO QUI PER STARVI VICINO,
CORAGGIO ANDIAMO AVANTI!"

di Maria Paola Maccioni
(4-10-2016) E' un'Italia con un diluvio,è il caso di dirlo, di problemi.A parte l'arrivo biblico di migranti che vengono soccorsi e portati in salvo addirittura dallo specchio d'acqua prospiciente la Libia,c'è un'altra grave catastrofe che è più silenziosa ma che spazza via tutto e crea un disastro umano senza precedenti.Il terremoto del 24 agosto non ha messo in ginocchio le Regioni colpite, anche se i danni incalcolabili si riferiscono alle cittadine di Amatrice,Accumoli e Arquata,ma ha lacerato le nostre coscienze e ha posto interrogativi in ordine agli aiuti necessari e urgenti da promuovere verso le popolazioni senza casa,senza affetti e senza nessuna sicurezza.In questi luoghi si è presentato,in visita privata,Papa Francesco nel giorno di S.Francesco,amico e santo di tutti gli italiani.Era una visita annunciata da tempo e lo stesso Papa sentiva la necessità di stare con le popolazioni senza i clamori dei media.Pochissime persone sapevano del suo arrivo e alcuni,come i vescovi delle zone colpite,sono venuti a conoscenza del suo arrivo solo qualche ora prima.Le sue prime parole sono state per la gente che soffre e che vive in maniera approssimativa senza casa."Non sono venuto prima,ha detto il Papa,per non creare problemi e non volevo dare fastidio".Da un microfono della protezione civile ha rinnovato la sua vicinanza e la sua preghiera:"Sono qui,ha detto,per starvi vicino,coraggio andiamo avanti".Successivamente:"Che il Signore benedica tutti voi,che la Madonna vi custodisca in questo momento di tristezza,dolore e di prova",poi ha recitato un'Ave Maria.La gente,commossa si è riunita attorno al Papa,pregava e diverse persone piangevano.Gridavano:"Il Papa è qui,è con noi".Dopo Amatrice il Papa si è recato ad Accumoli e Arquata del Tronto.Non si è risparmiato ed è andato nella zona rossa,si è documentato con gli esperti,ha voluto sapere poi ha salutato tutti.Commovente l'incontro con i giovani con i quali ha avuto parole di incoraggiamento e di apprezzamento per le cose che stanno facendo.Il Papa tra la gente,nelle tendopoli,tra gli anziani.

IL CALDO RESISTE PER
TUTTA LA SETTIMANA

ANCORA CITTA' BOLLENTI PER
L'ULTIMO CALDO DELL'ESTATE

DAL 30 AGOSTO SI CAMBIA CON L'ARRIVO DEI PRIMI FREDDI

di Maria Paola Maccioni
(22-8-2016) Stiamo vivendo l'ultimo caldo dell'estate.Le città sono ancora bollenti e l'anticiclone africano continua a soggiornare nel nostro paese.Le previsioni per questa settimana sono sotto il segno del caldo,a volte anche torrido,ma da fine agosto le cose inizieranno a cambiare.Godiamoci ancora per questa settimana l'ultimo caldo dell'estate perchè gli esperti ci informano che l'anticiclone che ha portato caldo in tutte le regioni italiane sta per risalire lungo la Spagna e le temperature estive ci abbandoneranno per portare temperature elevate in Francia,Germania e quindi nell'Europa orientale.Anche molte città italiane saranno interessate a questa nuova situazione meteo come Torino,Aosta ma anche Genova e Milano.Dal 30 agosto il caldo lascia spazio a venti freddi da nord che dovrebbe portare a un calo delle temperature un pò in tutte le regioni italiane.



DISPONIBILE IN CINQUE LINGUE,SI AFFRONTANO TEMI COME LA VERGINITA' E LA CASTITA'
IL VATICANO APRE AI GIOVANI
E LANCIA UN SITO WEB


di Maria Paola Maccioni
(10-8-2016) Il Vaticano apre ai giovani utilizzando un modo efficace,attraverso il web,per essere presente attraverso una consulenza puntuale e appropriata.E' il
sito della parrocchia digitale,attraverso il quale si possono avere risposte ai dubbi crescenti sugli insegnamenti della Chiesa.Parte,pertanto il progetto di mons.Mario iceta sulla "istruzione affettiva",presentato in occasione della Giornata Mondiale della Gioventù a Cracovia con l'esortazione di Papa Francesco "Amoris Laetitia" per il prossimo incontro mondiale delle famiglie a Dublino nel 2018.Il sito si rivolge ai giovani,ma anche ai genitori e catechisti e a quanti vogliono promuovere una formazione completa dell'affettività.La pagina web è disponibile in cinque lingue.In sei unità i giovani sono invitati a imparare ad amare.Si passa dalla dimensione morale della persona ad affrontare la verginità,il matrimonio o la castità.Il sito non è chiuso e propone diverse sezioni fino ad arrivare ai suggerimenti,dubbi e domande.


LA PROSSIMA GMG NEL
2019 A PANAMA

NELLA GIORNATA CONCLUSIVA PAPA FRANCESCO CHIEDE AI
GIOVANI DI CREARE UNA UMANITA' SENZA ODIO O BARRIERE

di Maria Paola Maccioni
(31-7-2016) L'arrivederci per la prossima GMG è a Panama nel 2019,il grande pellegrinaggio voluto da Giovanni Paolo II nel 1985.L'annuncio è di Papa Francesco all'Angelus nel Campus Misericordiae durante la Messa conclusiva della Giornata Mondiale della Gioventù di Cracovia.Una scelta dettata dal forte richiamo del dialogo,quel "ponte" che più volte il pontefice ha richiamato per unire i popoli di tutto il mondo.Ed è anche un richiamo forte per dare spazio al popolo noto per il celebre canale che unisce l'Oceano Atlantico con il Pacifico,l'unico collegamento tra le due Americhe ma è anche una scelta di grande impatto che rilancia la frase del Papa "E' più facile costruire ponti che innalzare muri".Nel 2019,quindi,la GMG si sposterà a Panama,una repubblica presidenziale di oltre 3 milioni e mezzo di abitanti guidata da Juan Carlo Varela che si è speso parecchio per ospitare la GMG nel suo paese.Nella giornata conclusiva della GMG,da mercoledi scorso a Cracovia,Papa Bergoglio si è rivolto a quasi 2 milioni di giovani incitandoli a lottare per "una nuova umanità senza odio o confini".Poi con un linguaggio semplice ha abbracciato virtualmente tutti e ha detto che "Dio conta du di voi per quello che sei e non quello che si ha.Non ha nessuna importanza per gli abiti che si indossano o il cellulare che usi e non importa se si va alla moda.Tu sei importante per Dio".E ha concluso:"In Gesù non possiamo sederci e aspettare con le braccia conserte,a colui che ci da la vita non possiamo rispondere con un semplice sms".


GIORNATA CONCLUSIVA DELLA GMG DAVANTI A 2 MILIONI DI FEDELI
LA PREGHIERA DI PAPA FRANCESCO:"DIO TOCCHI IL CUORE
DEI TERRORISTI"


di Maria Paola Maccioni
(30-7-2016) Giornata conclusiva della GMG in Polonia con la messa davanti a circa 2 milioni di fedeli.Sono giorni intensi ma anche di grande attenzione per le parole forti che Papa Francesco ha pronunciato come l'invito,nella veglia di preghiera di sabato,a costruire ponti e per farlo ha preso per mano diversi ragazzi come simbolo di pace e di fratellanza tra i popoli della terra.A tutti ha detto di non essere cristiani pigri perchè "non siamo venuti in questo mondo per vegetare ma per lasciare un segno".Poi una richiesta di grande rilevanza molto attuale in questi giorni ed è quella di "conservare il mondo e i suoi abitanti nella pace,di allontanare da esso l'ondata devastante del terrorismo".Una preghiera inaspettata,semplice ma forte destinata a tutti.Il Pontefice ha poi letto una preghiera per la pace e contro la violenza e il terrorismo:"O Dio onnipotente e misericordioso, Signore dell'Universo e della storia. Tutto ciò che hai creato è buono, e la Tua compassione per gli errori dell'uomo è inesauribile". "Oggi veniamo a Te per chiederti - ha continuato - di conservare il mondo e i suoi abitanti nella pace, di allontanare da esso l'ondata devastante del terrorismo, di riportare l'amicizia e infondere nei cuori delle Tue creature il dono della fiducia e della disponibilità a perdonare". "Tocca i cuori dei terroristi - ha pregato ancora il Papa - affinché riconoscano il male delle loro azioni e tornino sulla via della pace e del bene, del rispetto per la vita e della dignità di ogni uomo, indipendentemente dalla religione, dalla provenienza, dalla ricchezza o dalla povertà". "O Dio, Padre Eterno - ha concluso - esaudisci nella Tua misericordia la preghiera che innalziamo a Te tra il fragore e la disperazione del mondo".

E' ITALIANO IL MIGLIOR
RISTORANTE AL MONDO

"OSTERIA FRANCESCANA" E' IL BEST RESTAURANT,MENU' DI 180 EURO E 4 MESI DI ATTESA

di Maria Paola Maccioni
(14-6-2016) L'Italia ha scalzato la Spagna.Non siamo all'Euro 2016,competizione calcistica,ma alla tavola perchè il migliore ristorante nel mondo è l'italiano "Osteria francescana" di Modena che ha superato El Celler de Can Roca.Lo chef Massimo Bottura(foto e una sua"creazione")ha iniziato con tre stelle Michelin ma da lunedi 13 giugno ha fatto un passo importante a livello mondiale nella gastronomia risultando al primo posto nella lista dei 50 migliori ristoranti.Menù a partire da 180 euro con,ad esempio, lasagne,ravioli,tartufo,zuppa di pesce e con la torta al limone.Locale con 12 tavoli disponibili e con un'attesa di 4 mesi. Nel 2015 era al secondo posto e il suo traguardo era andare avanti,essere il migliore e non avere concorrenti.C'è riuscito perchè ha adottato una cucina che "rompe le regole" con base tradizionale ma con una buona dose di irriverenza e arte.Il suo segreto è combinare arte e letteratura,cultura e musica e alla fine viene fuori un mix di idee,culture,tecnice e gesti e si prende molto seriamente le origini del cibo italiano e le relazioni tra produttori e artigiani.Da non sottovalutare la lotta allo spreco alimentare un dato che deve essere sempre presente in una cucina che si rispetti soprattutto se si vuole iniziare a porre fine al flagello della fame nel mondo alimentando i poveri e le persone bisognose.Bottura naturalmente è molto contento "ma non sono in competizione con gli altri" e sorride quando si parla di cucina "del resto,dice,è tutto una cosa seria perchè in Italia ci sono tre cose intoccabili:il calcio,il Papa e il cibo".

VIVERE BENE PER NON
DANNEGGIARE LA NOSTRA SALUTE

MANGIARE PATATE AUMENTA IL
RISCHIO DI IPERTENSIONE


di Maria Paola Maccioni
(18-5-2016) Mangi patate?Allora sei a rischio di ipertensione.Non importa come viene preparato(fritto,purea,bollito o al forno)sta di fatto che il consumo,rivalutato ultimamente e molto presente sulle tavole di tutto il mondo,di questo alimento può danneggiare il nostro cuore.Secondo quanto è stato pubblicato recentemente sulla rivista British Medical Journal i ricercatori hanno scoperto che mangiare quattro o più porzioni di patate a settimana è stata associata con l'aumento del rischio di ipertensione negli adulti.La ricerca ha utilizzato oltre 187 mila uomini e donne suddivisi in tre studi americani per un periodo di 20 anni.Nel corso del tempo,dicono gli scienziati,si è scoperto che coloro che mangiavano patate bollite,al forno o purea 4 volte a settimana avevano un rischio dell'11% maggiore di sviluppare l'ipertensione rispetto a coloro che ne mangiavano una o meno di una porzione al mese.Questo perchè la patata ha un alto indice glicemico rispetto ad altre verdure,ecco perchè gli scienziati consigliano una strategia per ridurre l'ipertensione con un modello ricco di frutta,verdura e prodotti lattiero-caseari senza o con meno grassi puntando su legumi,pesce,pollame e carni magre.C'è comunque una strategia che ci aiuta a vivere bene e sano e la dieta ha un ruolo importante nella prevenzione e nel trattamento precoce dell'ipertensione.

A S.SPERATE ANCHE LE
"SCULTURE" PIANGONO

E' MORTO PINUCCIO SCIOLA,
L'ARTISTA SARDO CHE FACEVA
PARLARE LE PIETRE


di Maria Paola Maccioni
(13-5-2016) Il paese di San Sperate,nel sud della Sardegna a 20 chilometri da Cagliari,si dispera per la perdita del suo più illustre personaggio.Il paese conta oltre 8 mila abitanti e tutti adesso si sentono orfani di Pinuccio Sciola,scomparso a 74 anni,un artista ma anche un cantore della Sardegna più intima,musicale che ha fatto grande un paese diventato museo a cielo aperto per i tanti murales ma anche sculture e monumenti che impreziosiscono gli spazi del paese,i muri,le piazze e le strade.E' come se improvvisamente S.Sperate,grazie all'ingegno e alla bravura artistica di Sciola,fosse immersa in un'altra dimensione,quella artistica e quella che è fuori dai canoni urbanistici del nostro tempo.Conosciutissimo in Italia e all'estero,soprattutto in Francia,Germania ma anche in Cina e in Spagna,era un gigante quando faceva "parlare" le sue grandi pietre diventate poi affascinanti,piene di espressività.Sculture che piacevano anche a Renzo Piano alcune delle quali rese protagoniste nella Città della Musica di Roma,mentre un'altra è nella piazza davanti alla Basilica inferiore di Assisi.Giuseppe Sciola detto Pinuccio è scomparso in punta di piedi nel bel mezzo della sua produzione creativa.E' stato un punto di riferimento nell'Isituto d'arte di Cagliari studiando i grandi maestri come Kokoschka,Kirchner,Manzù e Sassu.Nutriva una particolare devozione per Michelangelo.Spesso le pietre "parlanti" e "sonanti" dell'artista sardo erano un'attrazione singolare,opere "dal vivo" nelle iniziative artistiche in ogni parte in Italia e all'estero,in una "performance tutta da ascoltare".

ECCO LA MAPPA TOPOGRAFICA
DI MERCURIO

LA NASA PUBBLICA LE STRAORDINARIE
FOTO DELLA SUA SUPERFICIE CON MONTI,VALLI,CRATERI E PIANURE


di Davide Porcù
(10-5-2016) Mercurio ancora sul podio.Dopo la passerella del pianeta davanti al sole,lunedi scorso,ecco altra notizia della Nasa che pubblica una mappa topografica di Mercurio(
foto e video).Si vedono in dettaglio crateri,monti,valli e le pianure del pianeta grazie alle foto scattate da Messenger lanciato nel 2004 e schiantatosi sulla sua superficie il 30 aprile 2015.La missione di Messenger ha prodotto una quantità enorme di foto e solo recentemente,degli oltre 100 mila immagini della superficie del pianeta,si è riusciti a combinare una mappa di alto valore estetico ed è stato realizzato un software integrato per Imager e spettrometri.



SPETTACOLARE FENOMENO ASTRONOMICO DI MERCURIO
TI SEI PERSO IL TRANSITO DEL PIANETA DAVANTI AL SOLE?NON
PREOCCUPARTI LO PUOI RIVEDERE NEL 2019 E NEL 2032


di Paolo Pellegrini
(9-5-2016) Se ti sei perso il transito di Mercurio davanti al sole hai la possibilità di rivedere l'evento astronomico nel 2019 e poi nel 2032 almeno per questo secolo.Il transito( video)è stato visto,nella giornata di lunedi 9 maggio dalle 13,12 e fino alle 20,42,in Europa occidentale,la costa orientale degli Stati Uniti e quasi in tutta l'America latina.Tre sono stati i momenti salienti del fenomeno:il primo contatto si è verificato quando Mercurio è entrato davanti allo specchio del sole,poi quando il pianeta è stato nel centro,quando la distanza con il sole è stata minima,e nella terza fase quando il pianeta ha attraversato la fine dello spazio solare(ultimo contatto).Mercurio è il più piccolo tra i pianeti del sistema solare ed è il più vicino all'attrazione gravitazionale del sole.La sua superficie è in apparenza simile alla luna e ha una temperatura compresa tra i - 180 e i 400 gradi.

IN UNO STUDIO L'ESODO BIBLICO DI 5OO MILIONI DI PERSONE
IL CALDO ESTREMO FINO A 50°C
RENDERA' LE CASE INABITABILI IN MEDIO ORIENTE E NEL NORD AFRICA


di Maria Paola Maccioni
(8-5-2016) Oltre 500 milioni di persone vivono in Oriente e nel nord d'Africa e in gran parte di questi Stati,nell'arco di 50 anni,saranno resi inabitabili a causa dei cambiamenti climatici.E' questa la conclusione di uno studio redatto dall'istituto tedesco Max Planck e pubblicato sulla rivista "Climati Change".A causa dei cambiamenti climatici,quindi,molte cose cambieranno soprattutto in molte zone dell'Oriente e nel nord Africa dove le temperature potrebbero raggiungere i 46°C durante il giorno(a fine secolo si arriverà a 50° C) e 30° C durante la notte e questa situazione,che alla lunga sarebbe insopportabile,potrebbe spingere una quantità enorme di rifugiati climatici verso altri Stati e l'Europa potrebbe sopportare questa nuova ondata di profughi.Secondo gli autori del rapporto l'ondata di calore potrebbe essere moltiplicata per 10 rispetto alla temperatura attuale anche se le emissioni di gas serra dovessero diminuire dopo il 2040.Perchè,spiegano gli autori dello studio,se l'umanità continua a rilasciare anidride carbonica come accade oggi,le persone che vivono in Africa e in Medio Oriente avranno 200 giorni all'anno di caldo estremo e questo avrà un forte impatto sull'ambiente e la salute delle persone in tutte queste zone.Ecco perchè la prolungata ondata di calore,le tempeste di sabbia del deserto in Arabia Saudita,Siria e Iraq,che stanno aumentando del 70% all'anno, possono rendere inabitabili molte regioni determinando un esodo di grandi proporzioni.

ADDIO WI-FI,BENVENUTO LI-FI
CON LA NUOVA TECNOLOGIA A LUCE LED SI SCARICANO 18 FILM AL SECONDO

di Danilo Perseu
(27-4-2016) Addio WIFI,benvenuto Li-Fi.Presto ci sarà una grande rivoluzione in fatto di comunicazione,diciamo così,wireless.Dalle normali onde radio si passerà agli impulsi intermittent,Li-Fi appunto,che sono impercettibili all'occhio umano ma consentono di trasmettere una grande quantità di informazioni.Sarà più veloce,efficiente basti pensare che la nuova tecnologia utilizza la luce visibile a 400-800 terahertz(Thz) e trasmette tramite codice binario.Basti pensare che mediante Li-Fi le informazioni viaggiano a 224 Gb al seconto che equivale a 18 film scaricati da 1,5 Gb di adesso.La nuova tecnologia è nata nel 2011 nei laboratori dell'Università di Edimburgo e utilizza luci a led ad alta potenza nello spettro ultravioletto,gli impulsi di luce,cioè,trasmettono i dati attraverso modulatori per adattarsi a qualsiasi lampadina a led,rendendoli pronti come un router per i nostri dispositivi.

30ESIMO ANNIVERSARIO DEL DISASTRO NUCLEARE DI CHERNOBYL
NON E' ANCORA FINITO:OLTRE 1500
LAVORATORI IMPEGNATI PER SOSTITUIRE IL SARCOFAGO DEL REATTORE ESPLOSO


di Maria Paola Maccioni
(26-4-2016) Triste compleanno per Chernobyl,una ricorrenza che fa parte della nostra storia recente per uno degli ultimi disastri nucleari che ha messo per tanto tempo in ginocchio l'intera Europa.Trenta anni fa il disastro,enorme e di grandi proporzioni.Tutto successe la mattina del 26 aprile 1986,quando un guasto improvviso nel reattore 4 produsse il surriscaldamento del nucleo provocando l'esplosione di idrogeno causando il peggior incidente nucleare della storia.Le notizie allora erano frammentarie,confuse e prive di allarmismo perchè c'era l'ordine,dalla politica dell'Unione Sovietica,che tutto era sotto controllo e che il guasto alla centrale non era grave e quindi senza effetti per la salute.Invece quell'incidente aveva drammaticamente investito non solo grandi aree inquinate di Ucraina,Russia e Bielorussia ma continua a causare morti per cancro.Chernobyl è una città fantasma,138 mila persone sono state costrette a lasciare la zona e altri 200 mila prsone vivono nei paesi vicini con la salute a rischio, ma vivono migliaia di lavoratori superprotetti che lavorano alla sostituzione del sarcofago del reattore esploso.E' una struttura che pesa oltre 30 mila tonnellate con una dimensione grande quanto uno stadio di calcio e un'altezza di oltre 30 metri.Ha il compito di bloccare i veleni inquinanti che ancora fuoriescono e lasciarli al loro interno.Per proteggere gli oltre 1500 lavoratori l'arco d'acciaio è stato posizionato a 180 metri dal reattore danneggiato.Si fa ancora fatica a sostituire il vecchio sarcofago costruito subito dopo l'incidente,una struttura che si è subito deteriorata ma è servito a intrappolare le sostanze nucleari.I tempi comunque sono lunghi e gli inconvenienti ci saranno anche se ci sono date precise per completare l'opera.A fine 2017 dovrebbe iniziare ad operare il secondo sarcofago mentre nel 2023 si prevede di completare la distruzione del vecchio"arco".Gli esperti sono convinti che ci saranno dei rischi anche se si sta studiando un piano per non coinvolgere gli esseri umani o coinvolgerli in meno possibile.


CLIMA,ALL'ONU 171 PAESI FIRMANO GLI ACCORDI DI PARIGI
LA NASA:"FATE PRESTO,SI E'
VICINI A SOGLIA LIMITE"

di Maria Paola Maccioni
C'è l'Earth day(foto ecco come Google celebra questa giornata) e a New York 171 Paesi si riuniscono per firmare l'accordo sul clima raggiunto a dicembre scorso a Parigi.In tutte e due i casi c'è un richiamo chiaro e forte ad affrontare in maniera positiva il problema del cambiamento climatico.E la data del 22 aprile,storica per l'Earth day dal 1970,è stata ampiamente condivisa per firmare l'accordo che è "storico",come ha detto il segretario generale dell'Onu Ban Ki-moon,ma lo diventerà di più se ci saranno atti concreti da parte di tutti i Paesi.L'accordo,tra l'altro,prevede di mantenere l'innalzamento delle temperature globli al di sotto di 2 gradi rispetto ai livelli preindustriali.C'è molta attenzione ed è un messaggio per il futuro.Intanto però c'è l'allarme della Nasa che prevede che le temperature superficiali della Terra già nel 2016 potrebbero avvicinarsi pericolosamente a 1,5 gradi c in più rispetto ai livelli preindustriali,un aumento che si avvicina alla soglia minima dell'accordo di Parigi.


PREOCCUPAZIONE NELLA COSTA ORIENTALE USA PER L'ARRIVO DI MILIARDI DI CICALE
L'INVASIONE AVVERRA' FRA 30 GIORNI E CI SARA' UN RONZIO ASSORDANTE

di Maria Paola Maccioni
(20-4-2016) Gli abitanti della Costa orientale degli Stati Uniti sono seriamente preoccupati per l'arrivo di miliardi di cicale.Questi insetti hanno trascorso la maggior parte dei 17 anni sottoterra e sono pronti a salire in superficie e invadere le città non appena le temperature favoriscono l'evento.Le regioni più interessate si trovano tra l'Ohio e la Virginia ma anche New York e la Pennsylvania.Secondo il quotidiano The Washington Post le cicale,che hanno compiuto il loro ciclo di vita,possono raggiungere una densità di 4 km2 pari a quasi 1,5 milioni di esemplari.Sarà un'autentica invasione visibile da lontano come una grande nuvola di insetti e al loro passaggio emettono un suono caratteristico alla ricerca di un partner per accoppiarsi.L'arrivo delle cicale è previsto fra 30 giorni e avranno un mese e mezzo per accoppiarsi e deporre le uova prima di morire.La nuova generazione si localizzerà sottoterra fino alla fine del loro ciclo poi,con il loro assordante ronzio,terrorizzeranno le zone dove maggiore è la temperatura ambientale.Le cicali sono celebri per il canto dei loro maschi con un suono alto,continuo e stridulo.Le femmine depongono le uova entro tessuti vegetali.Si alimentano,gli adulti come le larve,da linfa e succhi vegetali di vari alberi con un apparato boccale pungitore-succhiatore.Questi insetti erano molto apprezzati dagli antichi greci e ancora oggi sono una vera specialità per le popolazioni asiatiche.


DALLA CARTA STAMPATA AL WEB - TERZA PAGINA è ONLINE - LA PUBBLICITA' INSERITA E' PUBBLICATA GRATUITAMENTE | terzapagina_2006@libero.it

Torna ai contenuti | Torna al menu