TERZA PAGINA


Vai ai contenuti

LE NOTIZIE DI MAGGIO 2018

MATTARELLA AFFIDA INCARICO A CONTE,
"SARO' AVVOCATO DEL POPOLO ITALIANO"

ANCORA DA RISOLVERE IL
MINISTRO DELL'ECONOMIA

SALVINI E DI MAIO IRREMOVIBILI:
"IL CANDIDATO E' IL CAGLIARITANO SAVONA"


di Augusto Maccioni
(23-5-2018) Tra martedi e mercoledi la fiducia alle Camere,per il momento dalla serata del 23 maggio,dopo almeno 2 ore col presidente della Repubblica Mattarella,il professor Giuseppe Conte è il nuovo premier incaricato di formare il nuovo governo Lega-M5S(
foto dal web Paolo Savona proposto Ministro dell'Economia).Che piaccia o no è un primo passo dopo oltre 80 giorni dalle elezioni del 4 marzo di dare all'Italia un esecutivo che,nelle speranze dei due principali partiti,deve governare le politiche interne del paese e deve affrontare,tra mille ostilità,i problemi che attengono l'Europa che non possono essere disgiunti dagli interessi nostri.L'Italia è vulnerabile ed è la preoccupazione principale per il suo debito pubblico e per le politiche che potrebbero andare contro gli stessi interessi dei paesi fondatori,soprattutto la Germani e la Francia.L'Italia vorrebbe rinegoziare tutto nel solo interesse del nostro paese.Salvini è stato preciso:"Prima l'Italia e la popolazione italiana" con scelte che ci fanno interpreti e protagonisti.Conte si è presentato come "avvocato difensore del popolo italiano" e ha chiarito che il "governo dovrà cimentarsi da subito con i negoziati in corso sui temi del bilancio europeo,della riforma del diritto d'asilo e del completamento dell'unione bancaria".Non sarà facile costruire alleanze precise all'interno di un'Europa che viaggia a trazione franco-tedesca,l'Italia ci prova in maniera diversa e con un'angolazione più pressante rispetto a quanto hanno fatto i governi precedenti.Molto dipenderà anche dal ministro dell'economia che dovrebbe essere Savona,proposto dalla Lega, dichiaratamente ostile al dettato europeo,è contro la moneta unica ed è euroscettico ma costruttivo "ed è una garranzia per gli italiani".Un ministro di peso,già ministro nel governo Ciampi,che potrebbe considerare un piano "B" se "fossimo costretti".Per il momento tutto si svolge nella normalità e già da oggi,giovedi 24 maggio,il premier incaricato avvierà le consultazioni con tutti i partiti.Nel giro di 48 ore Conte scioglierà la riserva e presenterà l'elenco dei ministri al presidente della Repubblica.Dalla prossima settimana le Camere saranno impegnate a dare la fiducia al nuovo governo.La giornata dell'incarico a Conte è stata caratterizzata dall'accelerazione del grillino Di Battista che su facebook ha "chiesto" a Mattarella di dare l'incarico a Conte e chiarisce:"Il Presidente della Repubblica non è un notaio delle forze politiche ma neppure l’avvocato difensore di chi si oppone al cambiamento. Anche perché si tratterebbe di una causa persa, meglio non difenderla".Un chiaro segnale di fare in fretta perchè c'è una maggioranza,c'è un programma e c'è un premier incaricato da M5S e Lega.Se Di Maio gongola perchè il "suo" Conte "farà volare" il nostro Pase,abbastanza critici sono le opposizioni.Berlusconi è per la linea dura e voterà solo provvedimenti che serviranno al Paese,stessa linea per Giorgia Meloni,altra alleata di Salvini,tutti e tre facenti parte della coalizione del Centrodestra.Critici anche gli esponenti del Pd.Renzi fa gli auguri a Conte e su twitter scrive:"Buon lavoro al presidente incaricato Conte. Egli si è proposto come l’avvocato difensore del popolo italiano: noi ci costituiamo parte civile. Parte civile per verificare se realizzeranno le promesse della campagna elettorale. E parte civile nel modo di fare opposizione".

BUFERA SU CONTE,SI ALLUNGANO
I TEMPI PER IL PREMIER

TORNA L'IPOTESI DI MAIO,
ARRIVA LA GRANA SAVONA

SALVINI:"O SI PARTE O SI
TORNA AL VOTO"


di Gigi Sartori
(22-5-2018) Non si è ancora insediato e già se ne chiedono le dimissioni.Bufera sul premier incaricato Giuseppe Conte(foto dal web),il giurista indicato dal M5S ma anche dalla Lega,che avrebbe inserito sul suo curriculum un'attività nella New York Unisersity,ogni estate dal 2008 al 2012,ma,secondo il New York Times,sul suo nome,nè come studente nè come membro dell'Università americana,non c'è traccia nell'ateneo ma le polemiche non finiscono qui perchè ci sarebbero due ombre,sempre nel curriculum del professore,legate al metodo Stamina,per aver difeso,come avvocato,una bimba di Livorno che prevedeva l'uso di cellule staminali.Il problema comunque non sembra l'aspetto morale di Conte ma a far preoccupare Mattarella,che continua a prendersi del tempo,sono alcuni ministri che non avrebbero un dialogo aperto e costruttivo con l'Europa ma polemico e di rottura con le regole e le disposizioni collaudate della Ue oltre naturalmente mettere in discussione l'euro una moneta che non è in discussione.Il M5S e la Lega hanno dei dubbi sull'Europa,la vorrebbero più al passo con i tempi e più disponibile con l'Italia ma da diversi anni il nostro paese è il bersaglio preferito della Germania,della Francia ma anche dall'Est europeo.Ora basta!,dicono Salvini e Di Maio e questo è sufficiente a Mattarella per non gradire,oltre a Savona candidato ministro dell'Economia molto critico nei confronti dell'Europa,un governo nemico dell'Europa.Ma è proprio così?Come è noto i due partiti che hanno vinto le elezioni sono il M5S e la Lega ed è giusto che entrambi si facciano avanti per formare il governo.Il problema adesso è il premier ma anche i ministri.Salvini e Di Maio sostengono di avere le carte in regola ma forse non si è fatta attenzione alla squadra di governo preferendo lavorare sodo per il programma o contratto.Se il problema è Conte c'è subito un rimedio:Di Maio premier,ma naturalmente Salvini non è d'accordo anzi se si dovesse insistere Salvini è pronto a lasciare e tornare,come dice Berlusconi,a casa.Finirà così?Mattarella è fiducioso intanto però si va a 80/90 giorni,troppo tempo.



DI MAIO E SALVINI AL COLLE:
"IL NOSTRO PREMIER E' CONTE"

MATTARELLA PRENDE TEMPO,
DI MAIO:"SI ALLA TERZA
REPUBBLICA"

SALVINI:"LIBERI DI DIRE NO A BRUXELLES,BERLINO E PARIGI"

di Luca Berni
(21-5-2018) C'è il programma,o contratto,adesso c'è il premier,indicato più da Di Maio che da Salvini(
foto dal web),nella persona di Giuseppe Conte,professore di Diritto privato all'Università di Firenze e membro del Consiglio di presidenza della Giustizia amministrativa,ma mancano i nomi dei ministri.In questo governo gialloverde c'è sempre qualcosa che va a rilento ma,dice Di Maio,i tempi sono rispettati nell'ottica di dare all'Italia le prerogative giuste per dare una spallata alla vecchia politica per creare la Terza Repubblica,in pratica col governo Di Maio-Salvini si va avanti per dare al nostro Paese quello che non c'è mai stato o quello che la popolazione si aspetta.Le parole contano e la campagna elettorale ha dato il suo responso ma bisogna aspettare l'Europa e lo spread,che già si orienta molto al rialzo,che non saranno certo teneri nei nostri confronti.Di Maio e Salvini hanno fatto il loro compito,all'italiana,e dopo oltre 75 giorni si sono presentati da Mattarella indicando il candidato premier.Tra martedi e mercoledi molto probabilmente il presidente della Repubblica chiamerà Conte per dargli l'incarico e in settimana si compiranno gli atti successivi.Il governo nascerà tra le opposizioni del Pd,di Forza Italia ma anche di Fratelli d'Italia.Di centrodestra c'è poco o nulla e la Lega di Salvini va solo per la sua strada.Gli analisti dicono che Salvini non sarà più il leader del centrodestra e che la Meloni si staccherà da Berlusconi,in pratica tutti e tre faranno una politica di destra ma ognuno secondo i propri elettori,tra consensi e opposizioni.Il Pd continua a litigare su tutto,tra di loro e non ha ancora chiaro come riorganizzarsi e su che cosa puntare.E' il momento del governo Di Maio-Salvini anche se si va oltre,come se il loro esecutivo fosse di transizione.In Europa c'è lo spauracchio del governo gialloverde anche se i due leader,che avranno molto da fare per orientare il futuro premier "tecnico",chiedono di essere giudicati dalle loro decisioni(Di Maio) e di dare credito a un esecutivo che rafforzerà l'Italia nell'interesse dell'Europa(Salvini).


E' IL GIORNO DEL PRINCIPE
HARRY E DELLA BELLA MEGHAN

UN MATRIMONIO CHE
IMBARAZZA LA REGINA

NOZZE PIU' POPOLARI?
TRA CHARLES E DIANA


di Natalia Brian
(18-5-2018) E' il giorno del matrimonio da favola del principe Harry e l'ex attrice americana Meghan Markle(foto dal web).E tempestivamente,in parallelo all'evento storico che appassiona tantissima gente, si mettono in circolazione il video di una Meghan decisamente supersexy,in miniginna e blazer e poi in shorts blu,che mangia un panino e si lecca le dita.Altri tempi,la futura principessa aveva 32 anni ed era separata dal produttore cinematografico Trevor Engelson.Quel video non ha fatto felice la casa reale,ma si va oltre e si pensa tutto per il bene della monarchia,del paese e sicuramente per il futuro del principe Harry.E' uno dei matrimoni più attesi dell'ultima storia recente con una platea enorme,forse di 15/20 milioni di persone,un evento,comunque,che si presta a paragonarlo alle altre nozze come quello del novembre 1947 tra la regina e il principe Filippo.Diversi giornali,soprattutto inglesi come ad esempio il "Mail online",si sono divertiti a fare paragoni anche con altre nozze da favola.Ad esempio il matrimonio reale più visto nella storia recente è quello tra Charles e Diana nel luglio 1981 con un successo di oltre 28 milioni di spettatori,seguito con quasi 18 milioni dalle nozze del duca e della duchessa di Cambridge,29 luglio 2011,poi nell'aprile 2011 mentre neanche 8 milioni di persone hanno seguito il mattrimonio tra il principe Charles e Camilla nell'aprile 2005.


DI MAIO E SALVINI LUNEDI
DA MATTARELLA

CONTRATTO OK,DI MAIO
CONTENTO DEI SUOI 20 PUNTI

PD E' PRONTO AD ANDARE ALLO
SCONTRO IN ASSEMBLEA


di Luca Berni
(18-5-2018) Tutto secondo programma.Il governo M5S e Lega hanno il contratto,più volte rivisto e corretto,e su quello definitivo si sono espressi per primo i sostenitori dei 5S e tra sabato e domenica si esprimeranno nei vari gazebo in tutta Italia gli elettori della Lega.Il verdetto dei grillini ha avuto un gradimento bulgaro.Su 42.274 iscritti si sono espressi a favore del contratto M5S-Lega più del 94% dei votanti sulla piattaforma online Rousseau.Avevano tempo in tutta la giornata di venerdi e la votazione finale è stata data dal capo politico pentastellato Luigi Di Maio soddisfatto per la fiducia ma anche per l'entusiasmo.Un pò meno soddisfatti potrebbero essere gli elettori della Lega che avrebbero voluto un programma del Centrodestra,ma la situazione è critica e dopo 75 giorni forse non è possibile tornare indietro.Lunedi Di Maio e Salvini(foto dal web) saranno da Mattarella e consegneranno una busta col nome del premier.Sarà un politico grillino o uno della Lega?Bisognerà vedere anche la composizione dei ministri.Stiamo al quotidiano e alle dichiarazioni di Di Maio che ha detto:"I nostri 20 punti sono tutti entrati nel contratto di governo e faranno parte del programma del governo del cambiamento che speriamo possa partire la settimana prossima",mentre Salvini pone ai suoi iscritti solo 10 punti del programma dall'eliminazione della legge Fornero al blocco degli sbarchi ma anche alla flat tax e alle accise più remote.Su questi punti i sostenitori di Salvini si esprimeranno ma rimane sullo sfondo l'accordo con Di Maio,che molti non digeriscono.Molto critico Berlusconi,che dice che c'è molta distanza con Salvini,ma anche il Pd che si prepara ad affrontare il governo gialloverde in aula.Renzi chiede al partito di rinviare discussioni su segretario e congresso per organizzare nel Paese ed in Parlamento l’opposizione a Di Maio e Salvini.



BENZINA E GASOLIO ALLE STELLE,
NON BASTANO PIU' I SELF SERVICE
E' LA PRIMA VOLTA DAL 2014,
CODACONS:INTERVENGANO I NAS


di Luigi Petrelli
(17-5-2018) Gli analisti prevedono che i prezzi benzina e gasolio diventeranno sempre più cari(foto dal web).Intanto però il rincaro è evidente già da oggi dopo gli aumenti di martedi dovuti alle quotazioni dei prodotti petroliferi in Mediterraneo e del petrolio Brent che va agli 80,18 $/b per poi rallentare a sotto 80 dollari, ed è la prima volta dal 2014.Secondo quando dicono gli esperti gli italiani continuano a spendere di più pur avendo consumato di meno e il calo è dovuto,in modo particolare al rinnovamento del parco circolante aumentando di fatto i veicoli più recenti che hanno consumi più bassi in virtù dell'innovazione tecnologica.Il Codacons non ci sta e chiede l'intervento dei Nas per indagare sui rincari dei listini :"Nelle ultime ore - si legge in una nota - i listini di benzina e gasolio sono sensibilmente aumentati, al punto che per un litro di diesel si spende oggi il 3,3% in più rispetto al mese scorso. Rincari anche per la benzina, che aumenta alla pompa del +2,8% al punto che per un pieno di carburante si spendono oggi 2,3 euro in più rispetto al mese scorso. Sulle quotazioni pesa la tensione tra Iran e Stati Uniti, ma gli effetti sui listini alla pompa sono troppo veloci e danneggiano le tasche dei consumatori. Una speculazione che potrebbe configurare una forma di aggiotaggio, e per tale motivo chiediamo ai Nas di attivarsi per verificare come sia possibile che il prezzo alla pompa aumenti al solo annuncio di tensioni in Medio Oriente, nonostante il petrolio venduto oggi sia stato acquistato nei mesi scorsi, quando le quotazioni erano decisamente inferiori ai prezzi odierni".


IL VULCANO KILAUEA METTE
IN ALLERTA LE HAWAII

ALLARME ROSSO PER L'ISOLA,2 MILA EVACUATI:LAVA,TERREMOTI E LANCIO DI MASSI GRANDI COME PICCOLE VETTURE

di Pietrina Sanchez
(17-5-2018) Folcloristico,bello da vedere e da fotografare il pennacchio di cenere dell'eruzione esplosiva del vulcano Kilauea nelle Hawaii(foto dal web),attivo da diverse settimane,che sta preoccupando buona parte di tutta la zona.Per ragioni di sicurezza sono state evacuate le case e la popolazione è fuggita all'interno,molto distante dalla portata delle eruzioni.Cenere e pietre sono state lanciate in aria oltre 800 metri di distanza con un diametro fino a due metri.Molti i danni se si considera che sono state già distrutte una ventina di case e da questa mattina il vulcano sta lanciando sassi di grandi proporzioni che posso uccidere.La protezione civile ha già emanato messaggi preoccupanti e chiede alla popolazione di andare via dalla zona rossa e mettersi al sicuro per non avere danni e essere uccisi.Il Kilauea è uno dei vulcani più attivi al mondo.La lava del vulcano oltre a uscire dal cratere emerge anche dalle fessure del terreno.Non solo eruzione ma anche una serie di forti terremoti,con una magnitudo di 5,7 sulla scala Richter, che sta mettendo a dura prova l'isola.


GOVERNO,BOZZA PROGRAMMA CHIUSO.MARTEDI DA MATTARELLA
"TRATTATIVA A OLTRANZA SU PREMIER",SPUNTA GIORGETTI
DI MAIO E SALVINI MINISTRI,
UN LEGHISTA GARANTE CONFINI


di Luca Berni
(16-5-2018) A dispetto di tutto e di tutti,Europa e giornali esteri e italiani,ma anche opinionisti,per tutti Marco Travaglio che a La7 non digerisce per niente il patto Di Maio e Salvini(foto dal web),i leader del M5S e Lega vanno avanti tra bordate e fuochi di ogni genere e di ogni spessore.Sono ancora vivi anzi,come dice Salvini,si stanno irrobustendo nella convinzione che più ne parlano male più fanno bene.C'è finalmente il gran finale perchè la bozza del contratto di governo è chiuso e c'è la possibilità di verificarlo nei gazebo,per la Lega,e nella piattaforma del M5S,poi programma definitivo con premier e ministri direttamente a Mattarello per l'assenso definitivo.Tra martedi e mercoledi c'è il governo gialloverde,ancora pochi giorni,forse qualche ora e il sogno di Di Maio e Salvini si realizzerà.Sono comunque ore intense perchè c'è la bozza del programma ma non c'è il premier.In questi giorni si è parlare di premier tecnico,più volte dichiarato ma escluso,e c'è anche la possibilità di un premier politico,all'interno dei due schieramenti,forse una staffetta tra Di Maio e Salvini anche se i due leader decideranno di fare un passo di lato,sicuramente saranno ministri per rafforzare il loro programma partitico.C'è quindi la parola fine di un documento di oltre 40 pagine con una serie di punti di non facile condivisione.Chiusi anche gli argomenti più difficili come immigrazione,Europa,reddito di cittadinanza e Flat tax,l'euro ma anche i vaccini.Adesso il nodo del candidato premier per questo motivo Di Maio e Salvini stanno instaurando una trattativa ad oltranza.Al grido"Ora l'Italia deve cambiare per davvero" Di Maio e Salvini vanno avanti e nessuno dei due non si possono tirare indietro perchè questo governo s'ha da fare.



C'E' ANCHE UN CIMITERO DI
JUMBOS E AIRBUS IN EUROPA

AFFARI D'ORO NELL'AEROPORTO SPAGNOLO DOVE IN FUTURO SARANNO PARCHEGGIATI OLTRE 10 MILA AEREI

di Laura Pirlo
(16-5-2018) Hanno solcato oceani e cieli impetuosi,spazi immensi facendo sognare tante generazioni.Sono i nostri amati aerei,piccoli e grandi,che ci hanno preso per mano per le sono esigenze,per lavoro o divertimento,sicuramente per turismo.Questi aerei non hanno vita lunga,anche loro vanno in pensione e smettono di trasportare merci e passeggeri.E a fine corsa vengono parcheggiati definitivamente.In Europa c'è una piattaforma aeroportuale enorme che raccoglie gli aerei non più in uso,vecchi e non più funzionanti e si trova in Spagna nel grande aeroporto di Teruel(foto dal web),in una provincia che conta quasi 35 mila abitanti,che da lavoro a 400 persone.In questo grande spazio c'è posto per oltre 500 aerei e attualmente se ne trovano un centinaio e va impressione vederli qui in condizioni diverse a volte senza ali,sventrati e in maniera scheletrica.Ci sono anche enormi Boeing 747,quelli che trasportano almeno 400 passeggeri,ma anche Jumbos e Airbus 330.Si lavora con interesse e passione rottamando i pezzi,soprattutto quelli più costosi,per poi rivenderli ma c'è anche la possibilità di eseguire manutenzione completa per poi restituirli alle varie compagnie.Quindi Teruel non è cimitero ma riciclaggio e manutenzione dove c'è l'interesse di 15 aziende che hanno messo uffici e laboratori. E per il futuro c'è spazio per parcheggiare o riciclare almeno 10 mila aerei di grandi dimensioni degli anni '80.

M5S-LEGA,VANNO DA MATTARELLA
E CHIEDONO PIU' TEMPO

SALVINI ELENCA LE COSE CHE NON VANNO E SUI MIGRANTI CHIEDE "MANI LIBERE"

di Luca Berni
(14-5-2018) Il quasi premier,mancato, adesso si racconta.E' Giulio Sapelli,professore ordinario di Storia economica dell'Università di Milano,che per qualche ora ha avuto l'-incarico- di premier da parte del M5S e Lega con i quali ha parlato nella notte del 13 maggio ma non è stato confermato nella giornata del giorno dopo quando Di Maio e Salvini(foto)hanno incontrato,in due incontri separati nello stesso giorno di lunedi,il presidente della Repubblica.Qualcosa non ha funzionato e molte cose sicuramente sono da rivedere perchè i due leader,decisi a formare il governo gialloverde,hanno chiesto a Mattarella più tempo per avere un quadro organico degli argomenti messi a contratto.I due a microfoni aperti parlano di accordo storico,Di Maio,e di possibilità di dare risposte concrete alla gente,Salvini.Mentre il leader dei 5S continua con frasi reperiti dalla sua campagna elettorale mostrando certezza sul lavoro fatto e soprattutto puntando al reddito di cittadinanza,Salvini,invece,affronta,subito dopo l'incontro con Mattarella,i momenti "duri" del lavoro che si sta facendo per il governo con i punti della campagna elettorale del Centrodestra come abolizione della Fornero,lotta all'immigrazione,certezza della pena,nuove carceri,flat tax e meno accise sul carburante.Si rispettano le "battaglie" per trovare la quadra sugli argomenti ma dietro alle attese e a chiedere più tempo a Mattarella c'è soprattutto l'elenco dei ministri ma soprattutto il nome del premier che deve essere,tra l'altro,gradito a Mattarella.Il presidente della Repubblica lascia fare,vuole un governo forte e di legislatura e non si fida di nomi che potrebbero non essere graditi all'Europa.Da questo punto di vista c'è il sospetto che Di Maio e Lega stiano facendo notte per chiudere la pratica governo ma non hanno la forza di mettere le pedine giuste e autorevoli per varare l'esecutivo.Molti nomi ma non danno garanzie.Se non lo fanno loro in tempi brevi sarà Mattarella a pensarci.Fare in fretta adesso è doveroso.Salvini è stato preciso:c'è da parte sua lo sforzo per chiudere in maniera autorevole e in linea con i temi del Centrodestra(continua ad avere un rapporto forte con Berlusconi e la Meloni) ma manda un segnale preciso a Di Maio:se non si fa in questo modo tutto cambia.



DI MAIO E SALVINI CHIAMANO IL COLLE:"SIAMO PRONTI"
C'E' IL CONTRATTO,ACCORDO
SU PUNTI CHIAVE
SPUNTA IL PREMIER "TECNICO",
VERIFICA DI MATTARELLA


di Luca Berni
(13-5-2018) Tutto pronto,programmi e anche ministri.Il governo gialloverde può iniziare dopo il via libera del presidente della Repubblica Mattarella (foto dal web) che è stato sentito nella tarda serata di domenica.Bocche cucite anche sul premier che sarà un tecnico,gradito a Mattarella.Sicuramente i ministri dell'Economia e degli Esteri saranno targati 5S,alla Lega andrà il ministro degli Esteri.Quasi sicuramente Di Maio e Salvini faranno parte dell'esecutivo con incarichi autorevoli.Oggi,lunedi 14 maggio,l'ultimo incontro per definire i 20 punti del programma del contratto anche se ci sono diverse cose da definire non ultimo il nome del premier che non sarà politico ma riconducibile a un altro Monti,anche se questa volta sarà guidato politicamente dai leader Di Maio e Salvini.Tutto è pronto quindi per concludere gli interminabili incontri su programmi e ministri.Confermati gli argomenti della flat tax e la revisione della legge Fornero,c'è spazio per l'immigrazione e naturalmente l'abolizione dei vitalizi e i tagli agli stipendi parlamentari.


CANCELLATI GLI EFFETTI
DELLA SEVERINO

BERLUSCONI SUBITO CANDIDABILE:
POTREBBE TORNARE IN PARLAMENTO
IN QUESTA LEGISLATURA


di Gigi Sartori
(12-5-2018) Reazioni benevole alla "riabilitazione"di Silvio Berlusconi che di fatto ha cancellato gli effetti della condanna del 2013 per frode fiscale e per questo motivo torna a essere,con effetto immediato,candidabile.Il Pd,a nome del segretario reggente Martina,parla di valutare Berlusconi su questioni politiche,euforico Forza Italia mentre Matteo Salvini,che si appresta a varare il governo gialloverde con Di Maio in un clima "sereno", parla di "buona notizia soprattutto per la democrazia".Bocche cucite tra gli esponenti dei 5S impegnati per formare l'esecutivo mentre l'unico a parlarne è Grillo che dice "è vittima di episodi di bullismo".Sta di fatto che la riabilitazione di Berlusconi potrebbe non creare problemi a Salvini e neanche al Centrodestra che,dice la Meloni di Fratelli d'Italia,adesso è più unito che mai ed è pronto per andare da solo al governo.Berlusconi è candidabile e lo sarà forse a ottobre,dicono da Forza Italia con la staffetta di un parlamentare candidato alla presidenza in qualche regione,ma saranno le vicissitudini politiche a determinare le sorti del leader e della sua formazione in Parlamento.

ESPLODE NUOVAMENTE L'EPIDEMIA DI
EBOLA IN AFRICA, CI SONO ALMENO 32 CASI

IL CONGO SOTTO ASSEDIO SANITARIO,L'OMS E' SUL POSTO PER SCONFIGGERE IL VIRUS

di Lello Leo Cortes
(11-5-2018)L'Ebola(
foto dal web) sta mettendo a dura prova il Congo dove nelle ultime settimane si sono registrati 32 casi.Martedi scorso si è registrato un nuovo focolaio nel paese africano che in passato ha dovuto combattere questa epidemia.La situazione è critica e potrebbe esplodere in in maniera esponenziale,ecco perchè sono subito intervenute squadre attrezzate della OMS ma anche l'Unicef e i Medici Senza Frontiere per capire e mettere in sicurezza molte zone del paese curando e isolando i malati.Nella sola regione del Bikoro c'è il sospetto che la malattia potrebbe espandersi.La zona è "sorvegliata speciale" e si trova a quasi 300 chilometri dalla capitale,non ha molte infrastrutture e le condizioni della gente è ai minimi termini e la povertà è all'ordine del giorno.L'OMS si sta impegnando,con fondi,mezzi e personale,per dare il suo aiuto alla popolazione.C'è grande paura per l'epidemia dove si sta diffondendo in modo particolare a Bandaka,capoluogo della regione,dove vivono milioni di persone e si chiede di fare subito e presto ogni cosa per sconfiggere la malattia.Nel 2014 si intervenne in ritardo e l'Ebola,in Africa occidentale,provocò la morte di quasi 11.500 persone e i casi furono almeno 30 mila.L'esperienza di allora crea le condizioni per fare meglio intervenendo con la massima urgenza.


NUOVO GOVERNO,SI CERCA
L'ACCORDO SU MOLTI TEMI

C'E' POCO TEMPO PER UN ESECUTIVO PIU'
GIALLO CHE VERDE.E' DIFFICILE TROVARE IL PREMIER TERZO


di Luca Berni
(11-5-2018) Forse qualcosa si sblocca domenica,quando Di Maio e Salvini metteranno in chiaro il nome del premier.Ore decisive per chiudere la partita di questo governo nato senza Berlusconi e la Meloni,gli altri due referenti del Centrodestra che ha vinto le elezioni col 37%,anche se le difficoltà tra i leader del M5S e la Lega(
foto dal web) ci sono e i due protagonisti vanno dritti per la loro strada.Gli incontri sono positivi e Di Maio aggiunge:"abbiamo fatto notevoli passi in avanti sul contratto di governo e abbiamo trovato ampie convergenze sui temi che stanno a cuore agli italiani:reddito di cittadinanza,flat tax,lotta al busines dell'immigrazione,abolizione della legge Fornero,conflitto di interessi".E' la spallata,dice il leader dei 5S,alla seconda Repubblica ed è la nascita della Terza Repubblica quella "che mette al centro temi e proposte per i cittadini".Insomma si pensa alla 3 Repubblica e si usano termini della prima Repubblica e c'è la sensazione che si sta facendo fatica a trovare la quadra per far nascere questo governo.I temi ci sono tutti anche se le sfumature potrebbero essere evidenti tra i 5S e Lega.E la disputa finale sarà il nome del premier,un nome esterno che dovrà unire i due protagonisti ma dovrà essere più sbiadito rispetto ai leader.Il nuovo governo avrà più 5S che Lega,del resto Di Maio ha raggiunto il 32% mentre Salvini da solo ha la forza del 17%,una differenza che risalterà nella composizione del nuovo "contratto".Molti analisti si affrettono a dire che la nascita del governo gioverà più ai 5S che alla Lega che sarà messo in minoranza dopo la partenza dell'esecutivo.



CHIESTO PIU' TEMPO,FINO A DOMENICA,PER IL NUOVO GOVERNO
VERSO IL PREMIER TERZO,
DI MAIO E SALVINI MINISTRI

A TRAVAGLIO NON PIACE IL
PASSO DI LATO DI BERLUSCONI


di Luca Berni
(10-5-2018) Gli incontri si susseguono anche se non sono facili per trovare la quadra e formare il nuovo governo M5S-Lega.L'esecutivo gialloverde non vedrà la luce prima di domenica anche se c'è un grande lavoro da parte dei leader Di Maio e Salvini(foto dal web) dopo il passo di lato di Berlusconi che ha permesso la nascita del governo in un clima sereno,dicono i protagonisti,anche se ci sono problemi da affrontare non sempre compatibili tra le due formazioni.L'esecutivo nascerà,c'è ottimismo e c'è la forza per mandarlo avanti.Non si parla di esecutivo di tregua nè a termine e c'è la convinzione di lavorare insieme per una legislatura pur comprendendo la difficile situazione di un governo nato senza l'apporto di Berlusconi e della Meloni,esclusi nella composizione del governo.Si parla di programmi e dopo di individuare i ministri.Per il premier si sa che sarà esterno ma individuato tra i componenti delle due formazioni,c'è un nome su tutti come Giancarlo Giorgetti della Lega(anche se da più parti è stato escluso) ma c'è anche la tentazione di nominare un premier terzo tra i candidati al di fuori degli schieramenti che abbia l'ok da parte di Di Maio e Salvini i quali potrebbero fare i ministri,rispettivamente,degli Esteri e degli Interni dopo che gli interessati hanno scartato la staffetta per coprire i 5 anni di governo.I due leader si sono trovati d'accordo sulle prime cose da fare:legge Fornero,lavoro,legittima difesa ma soprattutto sbarchi e immigrazione.Tutti contenti?Si vedrà,di certo si sa che Marco Travaglio direttore de Il Fatto Quotidino non benedice il "contratto" Di Maio-Salvini bollandolo come "pagliacciata mai vista in Italia"mettendo in evidenza il ruolo oscuro,anzi un equivoco la posizione del leader di Forza Italia che si è fatto da parte ma che doveva essere emarginato da subito da Salvini che doveva spaccare il Centrodestra.E a proposito della coalizione c'è la presa di posizione di Giorgia Meloni di Fratelli d'Italia che darà il sostegno al governo solo quando conoscerà il nome del premier.


TROVATO NEL DESERTO DI SAQQARA IN EGITTO LA TOMBA DEL GENERALE DEL FARAONE RAMSES II

Nell'Egitto dei misteri ogni scoperta diventa storia,come il ritrovamento della tomba del generale del grande esercito della XIX dinastia Ramses II Iwerkhy(foto dal web) trovata nel deserto di Saqqara.La scoperta,pubblicata sulla rivista National Geographic,è avvenuta a sud della piramide Unis dove sono stati trovati molti pezzi del generale e della sua famiglia,una tomba di alto rango con scene di guerra ma anche simboli con un corso d'acqua infestato da coccodrilli.

ADESSO C'E' UN GOVERNO,ECCO
IL VIA LIBERA PER LEGA-M5S

BERLUSCONI:"NESSUN VETO PER L'ESECUTIVO TRA SALVINI
E DI MAIO, MA NON VOTEREMO LA FIDUCIA"


di Gigi Sartori
(9-5-2018) Per tutta la giornata è stato un tormentone:c'è un governo,forse Salvini-Di Maio ma non si capisce l'impegno di Forza Italia per la nascita dell'esecutivo.Molte voci,mezze frasi e grande soddisfazione da parte del M5S e della Lega ma tutto è rimandato alle decisioni ufficiali del leader di Forza Italia Silvio Berlusconi(
foto dal web).Che arrivano poco prima delle 21 del 9 maggio,un giorno molto combattuto soprattutto perchè si andava a certificare il fallimento dei partiti in vista di un premier indicato dal presidente della Repubblica.La svolta già dalle prime ore del mattino e poi le confuse certezze fino alla decisione finale di Berlusconi che da il via libera a Salvini di fare un governo con Di Maio ma senza fiducia da parte di Forza Italia.La decisione di Berlusconi è far nascere l'esecutivo ma senza la sua benedizione nel senso che se le cose dovessero andare male "nessuno potrà usarci come alibi di fronte all'incapacità - o all'impossibilità oggettiva - di trovare accordi fra forze politiche molto diverse".Poi continua:"Di più a noi non si può chiedere, anche in nome degli impegni che abbiamo preso con gli elettori. Tutto ciò non segna la fine dell'alleanza di centro-destra: rimangono le tante collaborazioni nei governi regionali e locali, rimane una storia comune, rimane il comune impegno preso con gli elettori. Continuiamo a lavorare per tornare a vincere, ma soprattutto perché' torni a vincere l'Italia".Poi i ragionamenti del leader di Forza Italia:"Il Paese da mesi attende un governo. Continuo a credere che la soluzione della crisi più naturale, più logica, più coerente con il mandato degli elettori sarebbe quella di un governo di centrodestra, la coalizione che ha prevalso nelle elezioni, guidato da un esponente indicato dalla Lega, governo che avrebbe certamente trovato in Parlamento i voti necessari per governare. Questa strada non è stata considerata praticabile dal Capo dello Stato. Ne prendo atto.Da parte nostra non abbiamo posto e non poniamo veti a nessuno, ma - di fronte alle prospettive che si delineano - non possiamo dare oggi il nostro consenso ad un governo che comprenda il Movimento Cinque Stelle, che ha dimostrato anche in queste settimane di non avere la maturità politica per assumersi questa responsabilità.Questo lo abbiamo sempre detto, e per quanto ci riguarda non è mai neppure cominciata una trattativa, né di tipo politico, né tantomeno su persone o su incarichi da attribuire.Se però un'altra forza politica della coalizione di centrodestra ritiene di assumersi la responsabilità di creare un governo con i cinque stelle, prendiamo atto con rispetto della scelta. Non sta certo a noi porre veti o pregiudiziali.In questo caso non potremo certamente votare la fiducia, ma valuteremo in modo sereno e senza pregiudizi l'operato del governo che eventualmente nascerà, sostenendo lealmente, come abbiamo sempre fatto, i provvedimenti che siano in linea con il programma del centrodestra e che riterremo utili per gli italiani.Se invece questo governo non potesse nascere, nessuno potrà usarci come alibi di fronte all'incapacità - o all'impossibilità oggettiva - di trovare accordi fra forze politiche molto diverse.Di più a noi non si può chiedere, anche in nome degli impegni che abbiamo preso con gli elettori.Tutto ciò non segna la fine dell'alleanza di centrodestra: rimangono le tante collaborazioni nei governi regionali e locali, rimane una storia comune, rimane il comune impegno preso con gli elettori.Continuiamo a lavorare per tornare a vincere, ma soprattutto perché torni a vincere l'Italia"


IN SOMALIA I JIHADISTI LAPIDANO UNA DONNA ACCUSATA DI AVER SPOSATO UNDICI UOMINI

di Maria Paola Tucci
Una donna è stata lapidata nella città somala di Sablale con l''accusa di aver sposato undici uomini.La decisione è del gruppo jihadista di Al Shabab che ha giudicato la donna che aveva sposato dieci uomini mentre era sposata con un altro.La condannata è per adulterio e la punizione è stata eseguita da un gruppo jihadista in una pubblica piazza dove tantepersone hanno testimonianza la lapidazione.E' la seconda donna condannata per adulterio nell'arco di un anno,precedentemente un'altra ragazza era stata lapidata questa volta in un'altra zona della Somalia nella vicina Medio Juba. In queste aree si sono sviluppate un sistema giudiziario molto radicale della legge islamica in una Somalia che vive di guerra e di grandissimo caos dal 1991,dopo la fine della dittatura di Mohamed Siad Barre,e da allora ogni iniziativa è demandata a milizie islamiche ma anche a bande criminali senza scrupoli.



DI MAIO DA FLORIS:"DECRETO
PER VOTARE A GIUGNO"

BERLUSCONI:"NON DAREMO APPOGGIO
ESTERNO A GOVERNO LEGA-M5S",CI SARA' UN COLPO DI SCENA?


di Luca Berni
La palla adesso passa ai partiti e alle coalizioni.I tempi sono strettissimi,serve un miracolo per confezionare un governo politico a termine per fare alcune cose(finanziaria,legge elettorale ed evitare l'aumento dell'iva) e andare nuovamente a nuove elezioni(
foto Di Maio da Floris a La7).Il M5S si sfila dalla responsabilità e attende una risposta dalla Lega per il tramite del Presidente della Repubblica.Per farlo sembrerebbe che Salvini faccia pressione,per il tramite del suo braccio destro Giancarlo Giorgetti,su Berlusconi per farsi da parte ma non si sa in che modo anche se questa ipotesi non sia stata neanche presa in condizioni dal leader di Forza Italia.Intanto però l'"arbitro" Mattarella è deciso a fare da solo e quasi certamente giovedi indicherà,spenti gli accordi dei partiti per formare il governo,il suo candidato "neutrale" che,stando alle dichiarazioni dei leader dei 5S e Lega,non avrà il consenso in Parlamento(il Pd ha già dichiarato che voterà il candidato del Presidente).Di Maio,nel corso della trasmissione di Floris a La7,si spinge a dire che il suo partito avrà gli otto punti necessari,presi dal Pd,per arrivare al 40% per governare e comunque c'è spazio per andare a votare subito non a luglio ma a giugno con un decreto che modifica un parametro sul voto degli italiani all'estero.Siamo al punto di partenza,quindi non si sa come andrà a finire.Una cosa sembra certa:Berlusconi non romperà col Carroccio("non daremo alcun appoggio esterno a un governo esterno Lega-M5S")nè Salvini pensa a farlo e in questo caso il Centrodestra è salvo,allora è inevitabile andare a votare subito,entro luglio di quest'anno.Ma è poi necessario fare un passo indietro o un passo laterale?Se lo chiedono in molti anche perchè se si continua a farlo,con la teoria dei due/tre forni con questa legge elettorale,non si andrà da nessuna parte e l'Italia non si può permettere di stare ad aspettare mentre i problemi della gente si moltiplicano e non vengono risolte le rogne vere di tutti.Se tutti fossero d'accordo allora tutto sarebbe pacifico ma non è così e i partiti non si rendono conto dei rischi di una soluzione che potrebbe fornire un governo tecnico o neutro.



CAGLIARI,GRANDE SUCCESSO PER I MONUMENTI APERTI:C'E' ANCHE L'UNIONE SARDA,TRA CRONACA E STORIA

(6-5-2018) Numeri da capogiro per la giornata dei "Monumenti Aperti" anche a Cagliari.Lunghe code in diversi siti come al pozzo di San Pancrazio ma anche all'Orto Botanico e al deposito dei carburanti di Monte Urpinu.Grazie alla tregua del meteo la 22esima edizione di "Monumenti Aperti" che ha proposto 60 siti,ha avuto un grande successo.Per la prima volta ha aperto al pubblico anche L'Unione Sarda(foto TP tra il pubblico l'editore Sergio Zuncheddu e il direttore con microfono Emanuele Dessi),il giornale che con i suoi 130 anni ha raccontato la Sardegna tra cronaca e storia.

LA NASA HA LANCIATO
INSIGHT SU MARTE

E' LA PRIMA MISSIONE SUL PIANETA ROSSO PER RILEVARE I TERREMOTI E CONOSCERE LA SUA ABITABILITA'

di Carlo Imbesi
(5-5-2018) Inizia la missione su Marte.L'agenzia spaziale americana Nasa ha lanciato l'astronave InSight(foto dal web)dalla piattaforma della California alle ore 13,05 ora italiana,con un obiettivo molto ambizioso come è quello di studiare l'origine e la composizione interna del pianeta.A differenza delle sonde lanciate precedentemente,come quelle negli anni '70,col sistema Viking quelle attuali hanno la possibilità di depositare sul suolo di Marte un sismografo per catturare i terremoti prodotti dai movimenti tettonici fino alla magnitudine 6 e anche l'impatto che possono avere i meteoriti sul pianeta.La missione Nasa durerà due anni.La sonda,lunga 6 metri con un peso di 700 chilogrammi,raggiungerà il 26 novembre e atterrerà in un'area di vulcani estinti vicino all'equatore del pianeta.La sonda ha uno strumento robotico che azionato ha la possibilità di penetrare all'interno del pianeta anche oltre 5 metri con l'obiettivo di misurare il calore e il materiale posto al suo interno.La missione ci aiuterà a capire l'evoluzione di Marte e della Terra e mettere in evidenza gli aspetti diversi ed essenziali ma anche la possibilità che questo lontano pianeta ha per essere abitabile.Questa missione fa da apripista per un atterraggio internazionale sul pianeta rosso nel 2020 con Stati Uniti,Europa e Cina.



CAGLIARI,SANT'EFISIO E' TORNATO NELLA CHIESETTA DI STAMPACE
UNA FOLLA RECORD HA PARTECIPATO AL PELLEGRINAGGIO NEL SEGNO DELLA FEDE AUTENTICA

di Francesco Atzeni
(4-5-2018) Velocemente,col rosario in mano e la gioia nel cuore,le donne bambini(tanti si sono presentati all'appello quest'anno)e uomini hanno accompagnato il rientro a Cagliari,dopo quattro giorni,di San'Efisio con l'auspicio che anche quest'anno,per la sua 362esima volta, il Santo dei cagliaritani realizzi le aspettative di ognuno di noi e della sua Sardegna(
foto di Augusto Maccioni per TP).Il percorso è immutato nel tempo e il rientro,dopo quello grandioso e festoso del 1° maggio,è iniziato di buon mattino a Nora(Pula),luogo del martirio del Santo,per poi toccare,nell'arco della giornata,Villa San Pietro,Sarroch,Villa d'Orri e Su Loi.Momenti toccanti e di grande emotività per una giornata che verrà ricordato per la partecipazione record e per la presenza attiva delle confraternite e di quanti hanno voluto pregare accompagnando il rientro di Sant'Efisio nella chiesetta cagliaritana di Stampace.Il percorso è un autentico pellegrinaggio,fatto di soste e di attiva partecipazione devozionale,ma colpisce,quest'anno,la presenza di tanti giovani e bambini in braccio alle loro mamme e ai loro papà.Anche loro,quindi,presenti per questa festa illuminata dalle fiaccole e dall'illuminazione notturna.Tutti dietro al cocchio di Sant'Efisio,adesso come allora,e per dire ancora una volta,per la 362esima volta,"grazie" per aver liberato Cagliari dalla peste nel XVII secolo e chissà,continuare a liberarci dalla peste dei giorni nostri che non uccide ma ci obbliga a vivere nella disoccupazione,nella povertà e nelle diseguaglianze sociali che mettono in crisi la nostra stessa dignità e a volte mette in discussione la nostra stessa identità.



CICLONE SUL MEDITERRANEO,
SOTT'ACQUA LA SARDEGNA

LA CRITICITA' PASSA DA ROSSO AD ARANCIONE,PIOGGE E TEMPORALI SINO A DOMENICA

di Laura Pirlo
(4-5-2018) Un devastante ciclone ha messo a dura prova il Mediterraneo riversandosi in maniera violenta sulla Sardegna provocando piogge insistenti e copiose,esondazioni ma anche tanti danni e incidenti(foto dal web).In tre giorni nell'isola è caduta una quantità enorme di pioggia pari a due quarti di quella di un anno,un vero e proprio record che restituisce bacini pieni al 95% sanando in toto la criticità d'acqua per il periodo estivo.Temporali e ancora piogge nell'isola con codice di criticità che passa da rosso ad arancione e nella giornata di venerdi 4 maggio le zone maggiormente colpite sono state Iglesias ma anche Gonnesa e Fluminimaggiore dove si sono registrate strade allagate,smottamenti e evacuazioni.Chiusa la statale 126 tra Fluminimaggiore e Iglesias riaperte invece le statali all'ingresso di Castelsardo(Sassari) e la 125,zona Budoni, sulla costa Nord Orientale sarda.Molta acqua anche nell'oristanese e allerta per il fiume Tirso mentre è rientrato l'allarme nel Campidano dove la pioggia ha continuato in maniera insistente.A causa delle piogge abbondanti in tilt l'acqua potabile a Oristano in in diversi comuni del territorio e i sindaci raccomandano che l'utilizzo dell'acqua è consentito solo per usi domestici e per l'igiene della persona.Previsioni fino a domenica sotto l'insegna di pioggia e temporali mentre migliorerà da lunedi con temperature che dovrebbero tornare a salire.



RIENTRA A CAGLIARI
S.EFISIO

DA NORA ALLA CHIESA DI STAMPACE
UN PELLEGRINAGGIO LUNGO 40 CHILOMETRI

di Francesco Atzeni
E' il giorno del rientro di Sant'Efisio.Sono state 4 giornate intense,piene di emozioni,tra fede e folclore,che hanno colorato il passaggio e le varie processioni





organizzate nei vari centri come a Capoterra,Sarroch e Pula e infine a Nora nella splendida chiesetta a lui dedicata dove il Santo morì nel 303 per decapitazione.Tutto è iniziato a Cagliari il 1° maggio dove è avvenuto,anche quest'anno per la 362esima volta,la grande festa devozionale ma anche i festeggiamenti folcloristici con la partecipazione di oltre 100 Comuni e quasi 3500 figuranti che cantano e pregano secondo la tradizione religiosa sarda.Dietro i costumi quasi 250 cavalieri,con 56 miliziani(la scorta di S.Efisio) e infine il Santo dentro un cocchio dorato trainato da una coppia di buoi che uscendo dalla sua chiesetta di Stampace ha iniziato il suo pellegrinaggio ripercorrendo le tappe del suo martirio.E poi 19 traccas per 266 devoti,39 associazioni di cavalieri in abito tradizionale,12 cori polifonici e 5 associazioni di strumentisti.Il 4 maggio Efisio riprende la strada verso casa,per tornare nella sua chiesetta di Stampace a Cagliari dopo un percorco di oltre 40 chilometri,dalla chiesetta di Nora al capoluogo sardo.Il simulacro del Santo sarà esposto nella chiesetta stampacina fino al 25 maggio,poi tornerà nella sua postazione.




QUIRINALE,LUNEDI NUOVE CONSULTAZIONI DOPO 2 MESI DI STALLO
"ORA TOCCA AL CENTRODESTRA",
SALVINI PRONTO PER L'INCARICO,SPUNTA ANCHE UN TERZO PREMIER


di Gigi Sartori
(3-5-2018) Non c'è la maggioranza e il governo stenta a formarsi a due mesi dai risultati delle elezioni politiche del 4 marzo(foto dal web Mattarella,presidente della Repubblica).Gli accordi M5S-Lega e M5S-Pd sono naufragati,volutamente o per "priorità di coalizione",mentre non si sono affatto tentati accordi Centrodestra-M5S e Centrodestra-Pd,in pratica,stando al gioco calcistico,si è preferito dare importanza al M5S che al Centrodestra di Salvini-Berlusconi e la Meloni.La "svista" è stata notata ma i partiti e le coalizioni vanno avanti con la speranza che il presidente della Repubblica metta fine ai balletti partitici,prima, e ai veleni e minacce dopo.Adesso c'è un'altra consultazione al Colle,ed è la terza dopo quella esplorata dai presidenti di Senato e Camera che hanno avuto esito negativo e hanno creato ulteriore confusione a una situazione politica che sta diventando nervosa mentre non è ancora esplosa lo stallo economico a livello europeo e di mercato dovuto a questa parentesi per la formazione del nuovo governo.Lunedi 7 maggio Mattarella in persona metterà ordine e chiederà ai partiti,nella stessa giornata,se ci sono le condizioni per un governo stabile e valuterà le proposte dei partiti.Se i 5S non avranno nulla da proporre,perchè sono fallite le alleanze con Salvini che invece chiedeva attenzione per tutto il Centrodestra e il Pd,non così la Coalizione di destra che potrà indicare a Mattarella il percorso per formare il governo.La strada è chiaramente stretta ma potrebbe essere agibile se ci sarà il senso di responsabilità da parte di tutti i partiti.Se anche questa soluzione dovesse fallire Mattarella potrebbe fare una cosa sola ed è quello che lo staff del presidente della Repubblica sta valutando in accordo con i presidenti di Senato e Camera.Secondo affaritaliani.it Sergio Mattarella potrebbe dare l'incarico di formare il governo al presidente di sezione del Consiglio di Stato, Alessandro Pajno già sottosegretario all'Interno del secondo governo guidato da Romano Prodi tra il 2006 e il 2008.La preoccupazione di Mattarella potrebbe stemperarsi per un governo di tregua che faccia la finanziaria e risolva alcuni problemi importanti sul fronte dell'Europa,poi se non ci saranno le condizioni di lunga durata si può pensare a nuove elezioni già in autunno.In una situazione difficile c'è però la buona volontà di Salvini che ha le carte in regola per ottenere la maggioranza in Parlamento per guidare il Paese.



DI MAIO ATTACCA SALVINI:"SI E'
PIEGATO PER SOLDI E POLTRONE"

SALVINI NON CI STA E MINACCIA QUERELE:"LA SMETTA DI FARE
IL BAMBINO ARROGANTE"

di Luca Berni
(2-5-2018) C'è ancora chi vuole l'accordo,o "contratto",col M5S come la Serracchiani del Pd che sogna la segreteria del partito ma Renzi ha già chiuso ogni porta a Di Maio che adesso si trova più solo che mai e,non avendo numeri e alleati,chiede nuove elezioni(foto Salvini candidato premier del Centrodestra,tra la gente).La situazione politica italiana a due mesi dalle elezioni politiche è sempre in stallo e nonostante gli incarichi dei Presidenti di Senato e Camera per verificare una maggioranza per formare un nuovo governo,i 5S e il Centrodestra non decollano.Di Maio,leader dei grillini,ha provato con Salvini della Lega poi si è spostato verso il Pd ma per ben due volte le cose non sono andate bene e adesso il percorso si fa sempre più difficile.Di Maio non ha più cartucce da spendere,si sente deluso e non ha più alleanze mentre crescono le quotazioni di Salvini leader della Lega che è il candidato premier del Centrodestra.Dovrebbe essere il suo momento e tutti indicano nel leader della Lega il candidato ideale per guidare il governo.Il problema,anche in questo caso,sono i numeri perchè il Centrodestra dovrà cercarli e non sarà facile anche se Mattarella non vuole governi "balneari" ma duraturi,cosa però impensabile con queste maggioranze scaturite con questa legge elettorale.Si deve però inventare qualcosa,sicuramente un premier terzo,situazione che non piace nè a Salvini nè a Di Maio.In un percorso tutto in salita si deve registrare la presa di posizione di Di Maio che non ha più niente da perdere contro Salvini e lo accusa di non voler fare il "contratto" con lui perchè si "è piegato a Berlusconi solo per le poltrone" ma lo attacca anche per "qualche problemino con i soldi,ma l'Italia non può rimanere bloccata per guai finanziari di un partito".Salvini non ci sta e la risposta a Di Maio è dura:"Le mie sono scelte politiche dettate unicamente dalla coerenza, dalla lealtà e dal rispetto del voto degli italiani. Chiunque parli di soldi, prestiti, fideiussioni, regali e ricatti inesistenti a me e alla Lega se finora è stato ignorato, da domani sarà querelato".Poi precisa:"Non ho più voglia di rispondere a insulti o fantasie. La proposta è chiara: se si vuole fare un governo si fa e si parte, se si vuole cominciare a far lavorare il Parlamento votando le commissioni di camera e senato si fa e si parte, me si vuole continuare a litigare a fare i bambini arroganti allora ognuno fa le sue scelte e proviamo a fare tutto da soli. Aspettiamo Mattarella venerdì che ha tutti gli elementi per decidere".



QUASI 100 MILA PELLEGRINI HANNO ACCOMPAGNATO SANT'EFISIO
LA FESTA,I COLORI,L'IDENTITA' E LA DEVOZIONE DELLA SARDEGNA
di Franco Vecchiarecchi
(1-5-2018) Dopo la grande festa a Cagliari continua il percorso di S.Efisio verso Nora.E' una storia che ha dell'incredibile che si snoda con immutata bellezza,di colori e grande compostezza,con un filo molto sottile che lega tradizione,folclore e religiosità. Del resto il passaggio del guerriero martire ha origini lontane,oltre tre secoli e mezzo,e tocca le tappe importanti della sua morte sino a Nora dove è avvenuta la sua decapitazione. Le foto riguardano il Santo subito dopo gli abiti "gloriosi" indossati lungo il percorso a Cagliari,a Giorgino,a pochi chilometri dal capoluogo sardo,dove nella tradizionale Casa Ballero si è provveduto a dare al simulacro una dimensione dimessa,più campestre per il viaggio che dovrà percorrere sino a Nora in territorio di Pula a oltre 30 chilometri da Cagliari.Il Santo è svestito dagli ornamenti e dall'oro,che aveva nel festoso percorso cagliaritano,per i tradizionali abiti da viaggio.Sotto l'Alternos che quest'anno è il consigliere comunale Lino Bistrussu che aveva ricoperto tale incarico anche nel 2008,infine,nell'ultima foto,il sindaco di Cagliari Massimo Zedda,con l'arcivescovo Arrigo Miglio,mentre saluta il simulacro nella piazzetta delle autorità fuori dalla casa municipale.






Quasi 100 mila persone hanno assistito a Cagliari(Sardegna)al transito di S.Efisio dalla chiesetta che porta il suo nome,a Stampace,lungo le strade principali fino alla via Roma,centro storico del capoluogo dove c'è anche la sede del Comune della città,per poi iniziare il mesto e solenne pellegrinaggio lungo i paesi di Capoterra,Villa S.Pietro e Pula per arrivare a Nora,sempre nel territorio pulese, dove il Santo venne imprigionato,torturato e messo a morte sul patibolo il 15 gennaio 303.Processioni,preghiere e grande attenzione per il martire glorioso che continua ad amare la Sardegna e Cagliari in modo particolare.La storia e la devozione per S.Efisio nella pagina di TERZA PAGINA.Vi proponiamo alcune foto(immagini di Augusto Maccioni per TP)di una mattinato speciale,tra colori e devozione,preghiere e grande attenzione per S.Efisio,l'amico dei cagliaritani.



DALLA CARTA STAMPATA AL WEB - TERZA PAGINA è ONLINE - LA PUBBLICITA' INSERITA E' PUBBLICATA GRATUITAMENTE | terzapagina_2006@libero.it

Torna ai contenuti | Torna al menu