TERZA PAGINA


Vai ai contenuti

LE NOTIZIE DI NOVEMBRE 2018

A BARUMINI INDICATO IL CANDIDATO GOVERNATORE DEL CENTRODESTRA
CHRISTIAN SOLINAS SENZA AVVERSARI,SONO D'ACCORDO ANCHE
FORZA ITALIA E FRATELLI D'ITALIA


di Luca Berni
(30-11-2018) Una candidatura scontata,prevedibile,sicuramente un nome che è una garanzia per la Sardegna.E' la candidatura di governatore della Sardegna al sardista Christian Solinas che a Barumini ha avuto l'investitura di Forza Italia e di Fratelli d'Italia.Solinas,pertanto,correrà per il Centrodestra e affronterà gli altri candidati governatori come ad esempio Massimo Zedda per il Centrosinistra,mentre il M5S è alle prese con l'elezione del suo candidato presidente.L'investitura era attesa anche se non c'erano conferme.L'arrivo di Salvini in Sardegna era l'occasione per indicare il nome del governatore,che non c'è stato ma il candidato si sapeva,era nell'aria e tutti già facevano il suo nome.Il primo atto della sua candidatura è stata fatta al Congresso sardista,successivamente anche Ugo Cappellacci di Forza Italia lo aveva indicato governatore ma l'ufficialità doveva essere fatta in maniera solenne.E a Barumini c'è stata l'investitura,l'applauso caloroso e la conferma.Adesso è ufficiale,Christian Solinas è il candidato governatore e corre per il Centrodestra unito.Da adesso in poi si aprono le danze e inizia la campagna elettorale in vista delle elezioni regionali della Sardegna,anche se alcune formazioni partitiche,come il M5S,si stanno attrezzando per indicare il loro candidato governatore.



EVVIVA I NUOVI GIOVANI,UN
PENSIONATO DI 102 ANNI HA
RINNOVATO LA PATENTE
RIVOLUZIONE DELL'ETA':
SI E' ANZIANI DOPO I 75

I GERIATRI:I 65ENNI SONO
I 45ENNI DI 30 ANNI FA


di Paolo Pailla
(30-11-2018) L'Italia invecchia ed è il paese a maggiore longevità.Considerando il quinquennio 2010.2015,ad esempio, l'età media in Italia è pari a 82,6 anni superando quella dell'Europa al completo.Ma paradossalmente l'Italia può considerarsi più giovane perchè,è stato detto al Congresso nazionale della Società italiana di gerontologia e geriatria che si è tenuto a Roma,si diventa "anziani" dopo i 75 anni che prima fissava l'età della vecchiaia a 65 anni.In pratica,dicono gli esperti,un 65enne di oggi può considerarsi un 40enne di 30 anni fa perchè ha una buona fisica e cognitiva,mentre un 75enne si avvicina ai 55 anni nel 1980.Anche per l'età e l'anzianità vale un concetto flessibile o dinamico che tiene conto di diversi fattori e non fa quindi meraviglia,anche se è considerata una notizia,apprendere che un pensionato che ha compiuto 102 anni abbia rinnovata la patente e potrà guidare l'auto fino al 2010 grazie al suo buono stato di salute e ad una guida impeccabile.E non è il solo.Si calcola che in Italia vi siano 60 mila ultranovantenni patentati,un numero che è destinato a crescere considerando la situazione anagrafica italiana.I tempi cambiano e l'asticella dell'età si sposta verso l'alto.Al Congresso di gerontologia si è detto che oltre all'esercizio fisico e all'alimentazione conta anche l'utilizzo della tecnologia.Infatti,dicono le statistiche,il 75% si collega a internet passando dal telefonico al pc e ci sono anche i dati social:il 67% sceglie facebook,il 22 twitter e il 18% instagram.Evviva i nuovi giovani.


G20,DONALD TRUMP HA CANCELLATO L'INCONTRO CON VLADIMIR PUTIN
L'UCRAINA CHIEDE ALL'EUROPA E AGLI STATI UNITI DI INVIARE NAVI NEL MARE DI AZOV PER FERMARE LA RUSSIA

di Lea Dixon
(29-11-2018)Doveva essere un altro incontro epocale quello tra Donald Trump e Vladimir Putin al G20 di Buenos Aires,ma il presidente americano ha fatto sapere di aver cancellato l'impegno.Il motivo della decisione è la crisi tra Russia e Ucraina(
foto dal web/Social L'Ucraina si mobilita contro i russi),anche se,dicono i maligni,c'è sullo sfondo la mossa di Michael Cohen,uno dei suoi più stretti collaboratori per più di dieci anni,che si è dichiarato colpevole per aver mentito al Congresso sull'interferenza russa nelle elezioni presidenziali del 2016,circostanza che metterà altro tassello nella voluminosa pratica del procuratore Mueller contro Trump.A parte le questioni sempre incadescenti in patria,questa volta il presidente americano usa il pugno duro contro il presidente russo in favore dell'Ucraina.In un tweet scrive:"Visto che le navi e i marinai non sono stati restituiti all'Ucraina dalla Russia, ho deciso che sarebbe meglio per tutte le parti coinvolte cancellare il mio incontro precedentemente fissato in Argentina con il presidente Vladimir Putin. Sarò felice di avere nuovamente un significativo Summit una volta che la situazione sarà risolta",facendo intendere che c'è stato il fallimento della diplomazia e non c'è spazio,al momento,per un incontro col presidente russo.E se Trump si comporta in questo modo non fa che piacere all'Ucraina che si sta mobilitando per ostacolare o iniziare la guerra contro l'invasore russo.E per non perdere tempo il presidente ucraino Petro Poroshenko ha presenziato ad un addestramento di carristi a 150 chilometri da Kiev,un modo come un altro per dare il senso dell'impronta bellica.Ha imposto la legge marziale e ha iniziato la mobilitazione militare.Il presidente ucraino ha chiesto all'Europa,ma anche agli Stati Uniti,di prendere posizione e di costringere Putin a declinare ogni tentativo di invasione.


GLOBAL COMPACT,PD:"IL GOVERNO AVEVA DECISO,ADESSO FA MARCIA INDIETRO"
L'ITALIA NON FIRMERA' IL PATTO ONU,SALVINI:DECIDERA' IL PARLAMENTO
"SI VUOLE SUPERARE LA DISTINZIONE TRA RIFUGIATI E IMMIGRATI ECONOMICI"

di Luca Berni
(28-11-2018) Il "Global Compact" è assolutamente compatibile con la nostra strategia,ha detto il premier Conte,ed è quello che poi ha detto all'Assemblea Onu qualche tempo fa.Solo che il premier non ha fatto i conti col leader leghista e ministro dell'Interno Salvini che non vuole assolutamente mandare avanti il "Patto globale per la migrazione" (
foto dal web/Social Salvini) senza prima un pronunciamento del Parlamento.Quindi non firmerà l'accordo e non parteciperà all'incontro di MarrakechTra le altre cose il Global compact tende a creare condizioni favorevoli ai migranti che contribuiranno ad arricchire le società attraverso le loro capacità umane,economiche e sociali.La cifra degli immigranti nel mondo è di tutto rispetto e stando ai numeri diramati dall'Onu sono oltre 260 milioni le persone che vivono fuori dal loro paese di nascita ed è una stima che è destinata ad aumentare considerando diversi fattori tra le quali gli squilibri demografici e l'allargamento delle disuguaglianze oltre ai cambiamenti climatici non ultimo le guerre in diversi paesi,soprattutto in Africa ma non solo,che spostano le persone dalle zone complicate a quelle orientate per un loro futuro migliore.L'idea di dare un sostegno e una nuova vita all'immigrato è nata nel settembre 2016 quando l'Assemblea Generale ha deciso l'adozione della Dichiarazione di New York per i rifugiati e i migranti attraverso un patto globale per "una migrazione sicura" e il 13 luglio 2018 gli Stati membri delle Nazioni Unite hanno finalizzato il testo.Adesso però si chiede l'attuazione del patto.Per questo motivo il 10 e l'11 dicembre a Marrakech è in programma un incontro per adottare i 23 articoli di questo patto che non è vincolante.La mossa di Salvini ha messo d'accordo anche il M5S e il governo non firmerà alcun accordo e non andrà all'appuntamento se prima non avrà sentito l'Aula dove dovrà discutere l'argomento e il governo "farà scegliere al Parlamento".Per Giorgia Meloni di Fratelli d'Italia il governo non deve firmare il patto e continua "Salvini dice che se non ci sarà accordo con il M5s ci si rimetterà al Parlamento, ma se si votasse in libertà, con il M5s e la sinistra l'Italia direbbe sì".La conclusione della leader di Fratelli d'Italia è scontata:"O l'Italia dice no al Global compact o Salvini valuti la possibilità di dire no al governo".


MICHAEL SCHUMACHER,CINQUE ANNI FA IL TERRIBILE INCIDENTE SUGLI SCI
L'ARCIVESCOVO RIVELA:"SENTE LE PERSONE INTORNO A LUI"
POI "HO AFFERRATO LE SUE
MANI E L'HO GUARDATO"


di Franco Vecchiarecchi
(28-11-2018) C'è sempre un certo mistero attorno al grande campione di F1 Michael Schumacher che ancora soffre per l'incidente sugli sci,avvenuto il 29 dicembre 2013,che gli causò un grave trauma cranico e l'arresto cardiaco.Dai gravi danni cerebrali Michael si svegliò dal coma nel giugno del 2014 dopo due operazioni delicate e complicate.C'è comunque grande attenzione verso il 7 volte campione iridato che non è stato mai visto o sentito dopo l'incidente ed è strettamente sorvegliato dalla famiglia mentre il figlio Mick sta diventando un campione di F1 come lui.Di Michael poco si sa e tra le tante testimonianze c'è quella dell'arcivescovo tedesco Georg Gänswein che è andato a trovarlo nel 2016.Secondo l'arcivescovo il campione non è cambiato per niente dall'ultima volta che milioni di fan lo avevano acclamato in pista,certo la malattia è implacabile.Gänswein si è poi seduto di fronte a lui,ha afferrato le sue mani e l'ha guardato.Dice l'arcivescovo:"Michael sente che le persone amorevoli sono intorno a lui, che si prendono cura di lui e, grazie a Dio, tengono lontano il pubblico troppo curioso".Questo sarà il quinto anniversario del suo incidente avvenuto a fine dicembre 2013.L'ultimo aggiornamento sanitario è del 2016 quando il suo avvocato dichiara che il suo cliente "non può camminare".Poi più nulla.



FARE IN FRETTA E STARE NEGLI
ACCORDI DI PARIGI DEL 2015

L'ONU CHIEDE MISURE DRASTICHE AI PAESI CONTRO I CAMBIAMENTI CLIMATICI TRIPLICANDO I LORO SFORZI

di Giovanni Picchi
(28-11-2018) Rispettare il patto di Parigi.I dati però sono diversi e adesso gli esperti delle Nazioni Uniti esortano a prendere misure drastiche contro i cambiamenti climatici(foto dal web/Social Una protesta di Greenpeace).Secondo l'Onu l'obiettivo è stare tra 1,5 e 2 gradi per evitare conseguenze catastrofiche associate al riscaldamento a partire dal 2020 ma gli obiettivi si stanno allontanando tanto che i paesi non riescono a stare dietro agli impegni sottoscritti.E nel 2017 le emissioni di gas serra sono aumentate nuovamente e si teme che sarà sempre peggio.Se la situazione è questa il dipartimento ambientale delle Nazioni Unite chiede di triplicare gli sforzi e forse fare qualcosa di più perchè le emissioni globali di CO2 ricrescono a dismisura con la conseguenza che le temperature globali si stanno sollevando sopra i livelli pre-industriale.Bisogna fare in fretta e fare le cose subito e "senza precedenti" cioè sarebbe necessaria una riduzione del 20% del 45% delle emissioni di anidride carbonica rispetto al livello del 2010.

CONFLITTO DI CRIMEA,LA NATO PREPARA LE MOSSE DOPO I FATTI TRA RUSSIA E UCRAINA
STATO DI GUERRA DOPO
L'ESCALATION TRA I DUE PAESI

NUOVE SANZIONI DA PARTE DI
USA E EUROPA CONTRO MOSCA?


di Lea Dixon
(26-11-2018) La tensione rischia di far precipitare la situazione sempre critica fra Russia e Ucraina e il motivo,questa volta,è l'incidente(
foto dal web/Social) fra la marina di Mosca e quella di Kiev( video).I fatti:la Russia ha sequestrato nella giornata di domenica tre navi nello stretto di Kerch vicino alla penisola di Crimea annessa alla Russia illegalmente il 18 marzo 2014.Secondo Mosca le navi ucraine,due navi di artiglieria e un rimorchiatore,avevano invaso il territorio russo mentre si dirigevano verso il Mar Nero a Mariupol attraversando il mare di Azov quando furono speronate e bloccate da una nave cisterna russa.La risposta non si è fatta attendere e le forze armate ucraine sono state subito allertate con la dichiarazione della legge marziale preludio ad un eventuale combattimento.La situazione è molto critica,dice il presidente Pyotr Poroshenko sul suo sito web,e questo incidente potrebbe degenerare,afferma l'ex generale ucraino Igor Romanenko,in una "grande guerra".La tensione tra i due paesi non è nuova,una disputa che non avrebbe senso perchè quell'accesso al mare era condivisa pacificamente dall'Ucraina e dalla Russia.La contesa si è riaperta in maniera esponenziale dopo che la Russia ha costruito il ponte sullo stretto di Kerch da quasi 4 miliardi di dollari,che collega il continente russo e la penisola.Sulla questione si sta delineando la posizione dell'Europa che chiede alla Russia di ripristinare la libertà di passaggio attraverso lo stretto esortando le parti a una collaborazione.Al momento non ci sono reazioni da parte della Casa Bianca anche se molti osservatori ritengono che questo incidente potrebbe portare ad un nuovo round di sanzioni da parte degli Stati Uniti,e quindi anche dell'Europa,contro la Russia.


NON CI SONO DONATORI
COMPATIBILI E IL WEB SI MOBILITA
"SALVATE IL PICCOLO ALEX",CORSA
CONTRO IL TEMPO PER IL TRAPIANTO AL BAMBINO GESU' DI ROMA


di Carla Peis
(25-11-2018) Corsa contro il tempo per salvare Alex(
foto dal web/Social),il bimbo di 18 mesi affetto da una grave patologia genetica.Si trova ricoverato a Londra,dove risiedono i genitori,e la sua storia ha scatenato una vera e propria gara di solidarietà e il web si è mobilitato per dare speranza al bambino.Su richiesta dei genitori il piccolo Alessandro Maria sarà trasferito all'ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma dove sarà sottoposto ad un trapianto di cellule staminali da midollo osseo da uno dei genitori.Da tempo si era attivata la ricerca di un donatore compatibile attraverso il registro internazionale dei donatori,dove sono inseriti circa 30 milioni di iscritti,ma non era stato trovato uno compatibile ed era fallito anche la disponibilità di un donatore italiano giudicato insufficiente dall'ospedale romano.Attualmente il bambino è sottoposto ad una terapia sperimentale ma non può durare nel tempo e quindi è importante il trapianto per dare una speranza al piccolo Alex.La tecnica del trapianto,spiegano all'ospedale romano,è innovativo e in questo caso la compatibilità del genitore è solo del 50% con una guarigione,dicono gli esperti,dell'85% dei casi.E' importante,comunque,fare in fretta e i genitori vogliono tentare questa strada.

NON SOLO LE CANDIDATURE DI SOLINAS E ZEDDA,SI ATTENDONO QUELLE DEL M5S E DEL PARTITO DEI SARDI
BAGNO DI FOLLA A MACOMER PER L'AVVIO DELLA CAMPAGNA ELETTORALE DEL PARTITO DEI SARDI:"SCEGLI LA DIGNITA', SCEGLI LA SARDEGNA"

di Gigi Sartori
(25-11-2018) Non solo le candidature a governatore del sardista Christian Solinas(Centrodestra)e del sindaco di Cagliari Massimo Zedda(Centrosinistra) ma anche l'investitura per il "Partito dei Sardi".Anche in questo caso,come per il M5S,si dovranno attendere le decisioni delle "Primarias" che si terranno online dal 6 al 16 dicembre.Cinque i candidati:Paolo Maninchedda(foto da facebook) ,Gian Paolo Casula,Matteo Murgia,Giovanni Panunzio e Antonio Sardu.A Macomer c'è stata grande partecipazione per avviare la campagna elettorale del PdS che vuole affermare la Nazione Sarda in sintonia con le politiche della Scozia e della Catalogna.E c'è subito la sfida a Zedda da parte di Maninchedda,segretario nazionale del partito, che sottolinea la grande partecipazione a Macomer,una festa di popolo,rispetto all'incontro a Milis per la candidatura per il Centrosinistra del sindaco di Cagliari.Sardegna quindi al centro del mondo con lo slogan "Scegli la dignità,scegli la Sardegna".E c'è anche il riferimento ad una coalizione che deve avere coraggio e principi tenendo conto,come dice il segretario del PdS,che "noi siamo la coalizione".

GILET GIALLI,LACRIMOGENI E GUERRIGLIA A PARIGI
"NON SOLO AUMENTO DEL PREZZO DEI
CARBURANTI MA ANCHE SCONTRI PER LE POLITICHE ECONOMICHE DI MACRON"


di Lello Leo Cortes
(24-11-2018) La protesta dei "gilets jaunes" francesi diventa guerriglia(
foto dal web/Social) e adesso la violenza corre per le strade di Parigi.Scontri in molti punti della città ma molta attenzione si è registrata sugli Champs Elysées dove la situazione è degenerata nel secondo fine settimana.Ai tantissimi manifestanti si sono infiltrati diverse persone dell'estrema destra e questo fatto ha determinato la violenza con i gendarmi e la polizia antisommossa che per disperdere la folla hanno usato gas lacrimogeni e cannoni ad acqua.La protesta inizialmente è stata innescata dall'aumento del prezzo del carburante ma adesso il linguaggio diventa più forte ed assume un atteggiamento contro il presidente Macron per la sua politica e per una crescita economica che inizia a deludere le aspettative della gente.Molto probabilmente questa settimana ci saranno delle novità anche perchè Marine Le Pen,leader del partito di estrema destra,cercherà di rimodulare le proteste.




EFFETTO SALVINI,AL VIA
LA CAMPAGNA ELETTORALE IN SARDEGNA

IN 45 MINUTI NOMINATI DUE CANDIDATI GOVERNATORI:HA DETTO "SI"MASSIMO
ZEDDA(CENTROSINISTRA),ACCLAMATO CHRISTIAN SOLINAS(CENTRODESTRA)


di Luca Berni
(24-11-2018) Tra un paio di giorni la mappatura dei candidati governatori alle prossime elezioni regionali della Sardegna sarà completa(
foto dal web/Social Christian Solinas e Massimo Zedda).In particolare si attende il nome del candidato del M5S dopo l'uscita del coordinatore regionale Mario Puddu che aveva vinto le prime Regionarie ma che a ottobre aveva deciso di abbandonare dopo la condanna in Tribunale per un abuso d'ufficio quando era sindaco di Iglesias(si è dichiarato sempre innocente).In attesa però tutto è stato deciso nel Centrodestra e nel Centrosinistra.Sarà stato l'effetto Salvini,in Sardegna qualche giorno fa,che ha elettrizzato i sardi e ha dato un'accelerata alla campagna elettorale,sta di fatto che adesso ci sono i candidati delle 2 formazioni più importanti.Nel giro di 45 minuti Massimo Zedda,per il Centrosinistra,e Christian Solinas,per il Centrodestra,sono diventati i rivali governatori di una competizione che si annuncia aspra e di grande rilevanza regionale.Nel dettaglio l'attuale sindaco di Cagliari Massimo Zedda ha accettato a Milis(Oristano)la candidatura a governatore nel corso di un incontro con i sindaci e lui ha iniziato a mettere le basi di quella coalizione progressista e identitaria per un rilancio della Sardegna dopo il governo di sinistra di Pigliaru.Cagliari ha risposto,dopo 45 minuti dall'indicazione del Centrosinistra,con la proclamazione di Christian Solinas a governatore del Centrodestra nel corso della chiusura del Congresso del Partito Sardo d'Azione con l'assenso dei partiti che lo sostengono."Il candidato della coalizione c'è" aveva detto dal palco della Fiera di Cagliari il coordinatore di Forza Italia Ugo Cappellacci e subito il nome di Solinas è stato fatto a gran voce.Per acclamazione,d'accordo quindi il fronte di 11 sigle(Lega, Psd'Az, Forza Italia, Fratelli d'Italia, Fortza Paris, Udc, Sardegna 20venti,Riformatori, Uds, , Movimento Sardegna civica Energie per l'Italia) è stato fatto il nome di Christian Solinas che di fatto sarà indicato candidato governatore per il Centrodestra.Manca ancora l'ufficialità ma ormai la sua candidatura è certa e segna l'avvio della campagna elettorale.Christian Solinas si sente addosso l'entusiasmo e l'attenzione del suo partito e della Lega e ai microfoni di Tgr Rai della Sardegna indica la svolta intervendo sulal sanità,continuità territoriale e zona franca. E dice ancora "cerchiamo di restituire ai sardi la speranza che ci sia più lavoro e che si possa stare bene in quest'Isola senza dover emigrare".



NOVITA' NELLA NUOVA SERIE DELLA BBC EARTH SUGLI ANIMALI IN ANTARTIDE
QUESTA VOLTA I DOCUMENTARISTI HANNO AIUTATO I PINGUINI IMPERATORI CHE STAVANO FINENDO IN UN BURRONE

(23-11-2018) E' la prima volta che succede eppure gli spettatori si sono divisi per la nuova serie della BBC Earth sugli animali.Si è trattato di un atto d'amore da parte dei documentaristi o è avvenuto un errore durante la ripresa?Sta di fatto che durante la registrazione in Antartide è avvenuto che un gruppo di pinguini imperatori stavano per finire in un burrone,che fare?In altre circostanze si faceva la ripresa e si spiegava come a volte le leggi della natura sono crudeli,questa volta invecei documentaristi hanno valutato la situazione e hanno preso una decisione che ha dell'incredibile:hanno salvato i pinguini.



GRANDE ENTUSIASMO PER
L'ARRIVO DEL LEADER DELLA LEGA

I GIORNI DI MATTEO SALVINI IN SARDEGNA.TRA I MOLTI IMPEGNI LA PROCLAMAZIONE DI SOLINAS,
L'OCCUPAZIONE,IL TURISMO E LA LOTTA ALL'IMMIGRAZIONE


di Luca Berni
(21-11-2018) E' sembrata una coincidenza:arriva Salvini(foto dal web/social assieme a Solinas) in Sardegna e la Polizia ha colpito la mafia nigeriana che spadroneggiava nel cagliaritano.I nigeriani fermati,avevano un regolare permesso di soggiorno per motivi umanitari, appartenevano a un clan mafioso dedito al traffico di droga e tratta di esseri umani.Oggi e domani saranno i giorni che Salvini dedicherà alla Sardegna.C'è la partecipazione al Congresso del Partito sardo d'azione,c'è quindi la proclamazione del candidato governatore alle prossime elezioni della Sardegna nel 2019(sarà indicato il sardista Christian Solinas) e c'è la consapevolezza che attorno al candidato sardista ci siano le forze di tutto il Centrodestra.Ma c'è anche la convinzione che l'arrivo di Salvini possa essere il toccasana per tutti i problemi della Sardegna.Lui dice che sarà in Sardegna per ascoltare anche se dirà la sua,ma attorno a lui c'è molto entusiasmo e molte aspettative.Salvini ha già indicato diversi problemi:metanodotto,strada Sassari-Alghero,disoccupazione e occupazione.Sardegna avrà,quindi,la massima attenzione e si farà di tutto per dare un programma per risolvere i vari problemi che saranno poi al primo punto nell'agenda del Centrodestra a guida sardista.Un altro problema,caro a Salvini,sarà l'immigrazione algerina fai-da-te che sta iniziano ad essere una seria preoccupazione per l'isola.


"OTTO MILIONI 2018",PROCLAMATI
I VINCITORI NELLE 5 SEZIONI

PER LA POESIA FRANCO MACCIONI
SI AGGIUDICA IL 2° PREMIO


(21-11-2018) Ecco i premiati al Concorso internazione "Otto milioni 2018" per il giornalismo,musica,narrativa,arti grafiche e poesia.Un altissimo riconoscimento è stato dato al poeta sardo Franco Maccioni(foto da facebook) che si è classificato,per la sezione "Poesia",al secondo posto dopo aver ricevuto il primo premio l'anno scorso."E' un premio,ha detto il poeta sardo,che mi riempie di gioia,un atto di stima e di riconoscimento per le mie poesie e per la mia attività".Franco Maccioni non è nuovo a successi di questo genere,un elenco di riconoscimenti che mettono in evidenza la sua produzione letteraria ma anche la sua collaborazione a diversi settimanali e periodici di spessore(attualmente collabora al giornale online TERZA PAGINA).E' anche apprezzato per poesie in lingua sarda ricevendo diversi riconoscimenti.
Di seguito una delle tante poesie di Franco Maccioni

I COLORI DELL'ANIMA

Volevo vedere i colori dell'anima
ma non riuscivo a vederli
talmente erano nascosti
tra le innumerevoli pieghe
di sentimenti e tra i ricordi del passato
e le visioni di un futuro mai certo!

Volevo vedere i colori della gioia
quelli del dolore e della tristezza!
Ma non riuscivo a vederne la luce
o anche un piccolo riflesso!

Volevo vedere i colori dell'amore
ma avevo capito molto tempo dopo
che l'amore forse ha dei colori
troppo forti per essere comprensibili!

Volevo vedere i colori dell'anima
ma solo con gli occhi ero riuscito
a scorgere solo un favoloso tramonto
riuscendo così ad assomigliarlo
finalmente ai colori della mia anima!


MAURO PILI: "SARDEGNA DISCARICA DELLA CAMPANIA E DEL LAZIO"
ECCO COME RISOLVONO
L'IMMONDIZIA DI NAPOLI

ASSURDO:NELL'ISOLA CAMION PROVENIENTI DALLA TERRA DEI FUOCHI

di Giovanni Picchi
(19-11-2018) E mentre in Lombardia il suo governatore Attilio Fontana dice a chiare lettere che "non smaltiremo più i rifiuti del Sud Italia",in Sardegna non c'è nessuna presa di posizione sull'argomento e,zitti-zitti,arrivano i camion dalla Campania e del Lazio carichi di rifiuti per essere smaltiti nell'isola(
foto dal blog di Mauro Pili).Un vero e proprio traffico,un blitz inaudito e senza precedenti.Ne da notizia Mauro Pili leader di Unidos che precisa:la Sardegna sta diventando la pattumiera della Campania e del Lazio.E racconta:" In silenzio, con contratti nascosti a tutti, la Sardegna sta sotterraneamente diventando nuovamente una discarica di rifiuti della Campania, in particolar modo delle società di Caserta che stanno realizzando un vero e proprio traffico di immondizia di ogni genere proveniente dalla terra dei fuochi. Si tratta di due fatti gravissimo registrati nelle ultime ore in Sardegna che costituiscono la prova evidente di quanto sta accadendo nel perverso sistema dello smaltimento dei rifiuti. Le immagini che ho pubblicato sul mio profilo Facebook sono la testimonianza dei camion in arrivo da Caserta che scaricano nella discarica del consorzio industriale di Olbia, a due passi dalla frazione di Murta Maria. Fatti sistematici che vengono omessi ma che costituiscono la dimostrazione di quanto la Sardegna sia entrata nel circuito dello smaltimento dei rifiuti di ogni genere provenienti dal continente".C'è stata poi,come riferisce Pili,la segnalazione di diversi passeggeri di un traghetto per l'isola che si sono lamentati dai miasmi devastanti provenienti dai camion di rifiuti.Allertata l'Arpas i tecnici hanno "accertato che si trattava di fanghi di depurazione fognaria provenienti addirittura da Frosinone,provincia del Lazio".E mentre si fa un gran parlare di una grave situazione di rifiuti in Campania si cerca di risolvere i problemi di quella regione portando gli stessi in Sardegna,isola "concepita come discarica per rifiuti".Mauro Pili su facebook conclude la sua denuncia:"Serve una immediata azione che metta sotto tutela la Sardegna per impedire che qualcuno la possa trasformare e concepire come una discarica di rifiuti del continente. Pensare che i rifiuti di Napoli, di Caserta o di altre realtà debbano arrivare in Sardegna non solo è inaccettabile ma anche incomprensibile considerati costi che si devono sopportare. Per quanto ci riguarda - ha concluso Pili - metteremo in campo tutte le azioni possibili per bloccare questo traffico e denunciare ogni tipo di sopruso e abuso ambientale ai danni della Sardegna”.

"COSI' E' MORTO ASTORI,EX CAGLIARI
E CAPITANO DELLA FIORENTINA"
SI SAREBBE POTUTO SALVARE?L'ULTIMA
PERIZIA DEL PROF.CORRADO CON UNA CONCLUSIONE DRAMMATICA


di Franco Vecchiarecchi
(19-11-2018) La morte di Davide Astori,ex Cagliari e capitano della Fiorentina,non poteva essere diagnosticata.Il giocatore è stato rinvenuto senza vita il 4 marzo 2018 in un albergo di Udine che ospitava la Fiorentina prima dell'incontro con l'Udinese.Il decesso,avvenuto secondo i risultati dell'autopsia per morte cardiaca improvvisa a seguito di tachiaritmia,ha creato un vero e proprio giallo e del male al cuore si è interessato recentemente anche la Procura di Firenze per chiarire gli aspetti più oscuri della morte del giocatore della Fiorentina.La consulenza del professor Domenico Corrado dell'Università di Padova,scrive il Corriere della Sera,ha cercato di rispondere a quella domanda fatidica:Astori poteva essere salvato?Il Professor Corrado parla di cardiomiopatia aritmogena e alla domanda che tutti si sono posti risponde,ed è quello che filtra dalle indagini,che non si poteva fare nulla.Una conclusione drammatica:dagli screening su Astori non risultava nulla e la morte è arrivata in maniera silenziosa e invisibile,difficilmente diagnosticabile.Un male che ha ucciso altri personaggi del mondo dello sport come Piermario Morosini e Antonio Puerta,quest'ultimo giocatore del Siviglia deceduto oltre 10 anni fa.



NUOVA ONDATA DI MALTEMPO IN ITALIA,
TEMPERATURE GIU' ANCHE DI 12 GRADI

ALLERTA SHOCK DI CODICE
ARANCIONE IN SARDEGNA

NUBIFRAGI NEL CAMPIDANO,
A SASSARI E ALGHERO


di Danilo Perseu
(18-11-2018) Da oggi in tutta l'Italia temperature giù anche di 12 gradi e nevicate in pianura,inoltre,in Sardegna,si registrerà una nuova allerta meteo(
foto dal web/Social) che,stando all'ultimo bollettino diramato dalla protezione civile regionale,passerà da giallo(ordinario) a arancione(moderato) da nord a sud dell'isola,ciò significa che le precipitazioni saranno di tipo temporalesco e durerà per tutta la giornata fino alla mezzanotte in estensione dal pomeriggio su Lazio,Umbria,Abruzzo e Molise.Le zone più colpite saranno il Campidano ma anche la Gallura e il Logudoro.Scuole chiuse a Sassari,anche se c'è un'ordinanza del sindaco di Sassari Nicola Sanna(falsa)che dice il contrario,e ad Alghero.Anche in Sicilia tornerà il maltempo dopo la giornata soleggiata di domenica,a causa dell'area depressionaria sul Mediterraneo.Allerta gialla,inoltre,sul settore nord-occidentale del Veneto, sull'Umbria, sul Lazio, sull'Abruzzo, sul Molise, sui settori settentrionali e meridionali della Puglia, su quasi tutto il versante ionico della Calabria.

FRANCIA PARALIZZATA PER IL CARO CARBURANTE(DIESEL €.1,48 A LITRO)
TUTTI CONTRO MACRON,OLTRE 300 MILA
GILET GIALLI BLOCCANO STRADE E PIAZZE, SCONTRI A PARIGI,
FERITI E UN MORTO


di Annamaria Pilloni
(17-11-2018) Il motto era "blocchiamo tutto" e così è stato.Francia quindi paralizzata per la mobilitazione generale scoppiata in diverse città contro il prezzo del carburante(foto dal web/Social),lievitato grazie all'aumento delle tasse sul prodotto per limitare,dice l'esecutivo,l'uso delle auto inquinanti.La manifestazione dei "gilets jaunes",chiamata così pechè gli automobilisti arrabbiati indossano i giubbetti catarifrangenti d'emergenza, è imponente e non ha riscontro nella storia recente francese.La grande manifestazione era stata programmata da tempo(TERZA PAGINA ne ha parlato con un articolo in data 25 ottobre 2018) da parte di poche persone arrabbiate dai continui aumenti del prezzo del carburante,un'onda che ha fatto subito presa sulla gente che è scesa in piazza nel giorno stabilito,questo 17 novembre che segnerà,così dicono diversi manifestanti,l'inizio della rivolta degli automobilisti.I numeri sono importanti:oltre 300 mila manifestanti hanno protestato in 2 mila luoghi,secondo il MInistero degli interni,una mobilitazzione senza un'organizzazione centralizzata e senza un leader.C'è stato anche un morto:un'automobilista stava portando la figlia dal medico e presa dal panico ha accelerato investento una manifestante.Molti i feriti,almeno 300 ma sono cifre approssimative di cui 5 molto gravi.Oltre 50 persone sono state arrestate e quasi 40 sono poste sotto custodia della polizia.Il ministro dell'Interno Castaner è molto preoccupato e chiede responsabilità e sicurezza,ma le cose potrebbero aggravarsi da una situazione che potrebbe apparire ingovernabile.Ed è una sfida aperta contro il presidente Emmanuel Macron che ha deciso questo aumento del prezzo del carburante per motivi ecologici anche se tutto sarebbe stato programmato nel 2015.I più colpiti sono i piccoli impreditori,gli agricoltori e i salariati che usano la macchina per lavorare ma anche chi ha un lavoro ma guadagna poco.La mobilitazione è scattata dall'ultimo aumento del prezzo del carburante.I francesi sono convinti di pagare il presso più costoso,un litro di diesel costa €.1,48(media Europa 1,43) mentre in Italia in fai-da-te si paga €.1,52 a litro,stesso prezzo,più o meno,anche in Belgio e Regno Unito.Non si sa quando finirà la manifestazione e se ci sarà un ripensamento del governo francese.E' comunque un successo per gli automobilisti francesi anche se l'esecutivo,sorpreso da questa generale mobilitazione,non ha nessuna intenzione di ritirare gli aumenti e non intende tollerare occupazioni in punti strategici.


CON L'ARRIVO DI ATTILA TORNA IL GRANDE FREDDO IN TUTTA ITALIA
NEL WEEKEND TEMPERATURE
IN PICCHIATA ANCHE DI 12 GRADI

DA LUNEDI FORTI TEMPORALI E
NUBIFRAGI IN SARDEGNA E SICILIA


di Danilo Perseu
(16-11-2018) Torna il grande freddo,neve anche in pianura(
foto dal web/Social) e da lunedi temperature in picchiata.Le previsioni pevedono la prima e seria sciabolata gelida della stagione dopo un inizio di novembre mite e sarà un cambiamento che farà crollare le temperature almeno di 12 gradi.Improvvisamente ci ritroveremo con un clima invernale e il quadro si mostrerà completamente cambiato con piogge,temporali ma freddo polare anche a basse quote.Il vortice gelido,un'autentica sciabolata artica,è stata nominata Attila per la forza e la tenacia delle basse temperature e gli esperti sono concordi nel ritenere che da domenica l'Italia sarà trasformata in un frigorifero e porterà,tra l'altro,temporali e nubifragi su Sardegna ma anche in Sicilia e Calabria.La temperatura subirà un forte shock che scenderà subito anche di 10 gradi e al sud di 6/7 gradi.Gli esperti dicono che questa situazione "polare" andrà avanti almeno 4/5 giorni.

DEBUTTO ALLA REGIA PER LO
STILISTA ANTONIO MARRAS

RASSEGNA CEDAC,GRANDE PRIMA NAZIONALE A CAGLIARI E ALGHERO
“MIO CUORE STO SOFFRENDO,
COSA POSSO FARE PER TE?"


di Andrea Porcu
(17-11-2018) Viene definito “ l’intellettuale tra gli stilisti italiani” e non c’è dubbio che lo sia. Uno sperimentatore di cose differenti che ama l’arte in tutte le sue sfaccettature. Nei suoi lavori ci sono elementi e linguaggi diversi che si intrecciano. Tra poesia e danza, tra musica e teatro, per non parlare della moda, esistono per lui, legami profondi.Stiamo parlando di Antonio Marras(
foto dal web/Social), il creativo algherese, che debutta a teatro con una prima nazionale assoluta, al Massimo di Cagliari, per la rassegna promossa dal Cedac Sardegna.Porta in scena una sua idea oltre che la regia dello spettacolo dal titolo “ Mio cuore sto soffrendo, cosa posso fare per te?.Un verso di una popolare canzone anni 60, targata Rita Pavone, diventa occasione per rappresentare sul palcoscenico, emozioni, pensieri, paure, ma anche ricordi ed oggetti dimenticati di stagioni passate.E non poteva che essere la “ follia “ buona di Antonio Marras, ad animare la scena di un progetto tutto da vedere. 15 momenti, 15 azioni con venti personaggi che interagiscono con 10 cuori vestiti diniente o con abiti appoggiati come se si trattasse di soli corpi estranei. Marras lo spiega così “ Ho chiamato venti giovani attori, promesse del teatro, rendendoli complici di questa follia e premettendo che probabilmente avrebbero rovinato la loro carriera. Ma con mia grande sorpresa hanno tutti aderito con entusiasmo”. Una prima nazionale, dal 21 al 25 novembre al teatro Massimo di Cagliari, con replica nella sua città natale, Alghero, il 27 novembre, nell’ambito del Festivalguer.Marras e la Sardegna per aprire un nuovo capitolo della vita artistica di questo “ intellettuale della moda” che non finisce mai di stupirci. Dalle passerelle di tutto il mondo, dove i suoi abiti e le sue creazioni gli hanno dato fama e successi, alla regia teatrale con unospettacolo che si annuncia rivoluzionario e sorprendente nei contenuti e nei dettagli.Il Cedac, che da anni è impegnato nella promozione di eventi culturali in tutta l’isola e non solo, ha sposato la “ follia” di Marras per celebrare degnamente un sardo, tra i sardi.?Lo spettacolo è prodotto dalla 369 di Valeria Orani, nata professionalmente a Cagliari, ma che da quattro anni vive e lavora a New York.


BREXIT,PRIMO "SI" PER
LA PREMIER THERESA MAY

IL GOVERNO PERO' SI SPACCA,
TENSIONI E DIMISSIONI

SI VA AL VERTICE UE DEL 25
NOVEMBRE,LE TAPPE FINALI


di Gigi Sartori
(15-11-2018) Malumori e tensioni nel governo britannico dopo il si collegiale di mercoledi 14 novembre,che di fatto manda avanti la Brexit e quindi la rottura definitiva con l'Europa.Dopo l'entusiasmo iniziale è arrivato lo sconforto e una sorta di sconfitta per il governo May
(foto dal web/Social) che inizia a perdere pezzi.Cosa sta succedendo?Il problema è chiaro davanti a tutti perchè la Brexit non è più attuale e non è più spendibile anche se la May continua ad andare avanti pur sapendo che sarà dura,alla fine,portare avanti un risultato definitivo.E sulla vicenda si spacca il governo britannico,dopo il dissenso di alcuni ministri.Si dimette per primo il ministro per la Brexit Raab che afferma di non poter sostenere l'accordo,poi anche McVey,responsabile del Lavoro,lascia l'aula anche il ministro per l'Irlanda del Nord Shailesh Vara.Segue anche Suella Braverman,sottosegretaria alla Brexit,dicendo che è "il peggior accordo della storia".E c'è anche chi si prodiga per sfiduciare la May e andare a nuove elezioni.Adesso c'è una data per il divorzio consensuale tra l'Unione europea e Regno Unito.Potrebbe essere il 25 novembre il summit straordinario per l'ok da parte dei 27 Stati.Il 29 marzo 2019 dovrebbe scattare la Brexit cioè dovrebbe partire il periodo transitorio di 21 mesi con l'avvio dei negoziati per gli accordi commerciali tra la GB e gli altri Paesi.Il 1 gennaio 2021 la Gran Bretagna sarà a tutti gli effetti un Paese Terzo.

ANCHE LE SCIMMIE POSSONO
ESSERE AUTISTICI

GLI SCIENZIATI STANNO TESTANDO I FARMACI SUI PRIMATI PRIMA DI CURARE GLI ESSERE UMANI

di Carlo Imbesi
(15-11-2018)Secondo Yong Zhang,professore di genetica e biologia dello sviluppo presso l'Accademia cinese a Pechino,la scimmia potrebbe essere l'animale più adatto per trovare farmaci adeguati per curare l'autismo negli esseri umani.L'obiettivo,secondo lo scienziato,è quello pertanto di testare i nuovi farmaci per poi essere utilizzati sull'uomo.Come si sa "I Disturbi dello Spettro Autistico (DSA) sono un insieme relativamente eterogeneo di disturbi dell’età evolutiva, caratterizzati da una compromissione delle capacità comunicative e da difficoltà di interazione sociale" con una difficoltà evidente di elaborare le informazioni provenienti dal mondo esterno.Non è pertanto una malattia ma un insieme di disturbi che provocano problemi affettivi e incapacità di relazionarci con gli altri.Questi sintomi,dice Yong Zhang,sono stati evidenziati nella scimmia dopo che allo stesso era stato somministrato " l'antidepressivo fluoxetina - noto con il nome del marchio Prozac - per due settimane".Nel corso di questo periodo,racconta lo scienziato,la scimmia si è mosso molto meno,quasi all'86%,mentre ha socializzato 15 volte più a lungo di prima.Dopo il periodo di attenzione la scimmia è tornata al suo solito comportamento.Secondo gli scienziati il comportamento autistico della scimmia è correlato all'ansia.


SI INGROSSA LA CAROVANA DI MIGRANTI PROVENIENTI DAL CENTRO AMERICA
I PRIMI IMMIGRATI RAGGIUNGONO IL SUOLO DEGLI STATI UNITI
TRUMP RAFFORZA I CONFINI CON LA GUARDIA FRONTIERA E L'ESERCITO

di Lea Dixon
(14-11-2018) Stanno già arrivando ai confini degli Stati Uniti,sono una folla(
foto dal web/Social) e preoccupano non poco il presidente americano.Quasi 400 persone del Messico hanno raggiunto la città di confine di Tijuana e non sono solo loro a marciare verso l'Usa.Quella più numerosa,e più organizzata,è composta da oltre 5 mila persone provenienti dal Guatemala,Honduras e El Salvodor.Un altro gruppo di 1200 persone si trova in uno stadio sportivo a Città del Messico,e non è finita perchè si ha notizia di oltre 2 mila in viaggio verso nord nello stato meridionale di Veracruz.L'obiettivo è arrivare al confine di Tijuana per poi entrare negli Stati Uniti.Non si sa quanti gruppi siano in partenza dall'America centrale,sono una folla e marciano verso la "terra promessa".I media parlano delle "carovane di migranti" e hanno già polarizzato l'attenzione mediatica soprattutto perchè Trump ne ha fatto un tema centrale nella sua campagna elettorale.Secondo il presidente Usa le carovane sono una minaccia per la sicurezza nazionale anche per la presenza di terroristi provenienti dal Medio Oriente.Quindi è necessario arginare questa folla,rafforzare i confini presiediandoli con personale armato.Nel Centro America non è una novità che i paesi dell'Honduras,Guatemala e El Salvador abbiano una presenza criminale di tutto rispetto e potenti gang abbiano il controllo di buona parte di molte città,un fenomeno aggravato da fatti criminali di rilevante attualità.La scorsa settimana il presidente degli Stati Uniti ha rafforzato la legislazione in relazione alle procedure di asilo sul confine meridionale.Non solo,il tycoon ha allertato la guardia di frontiera e l'eseercito per frontegiare la "emergenza nazionale" e ha valutato la possibilità,continuando questo esodo,di tagliare i "massicci aiuti" che gli Stati Uniti danno proprio all'Honduras,Guatemala e El Salvador.

GRANDE ATTENZIONE A MILIS
(OR) PER I NOVELLI SARDI

LA SFIDA DELLE 7 CANTINE PER
UN PRODOTTO DI QUALITA'

SUCCESSO PER "CANTOS"
DELLA CANTINA DI DOLIANOVA


(14-11-2018) Dopo diversi anni di oscillazioni il novello sardo riprende a correre.E' sempre più richiesto e,grazie a qualità e a dignità,sta dando i suoi frutti imboccando la strada giusta per una rivalutazione non solo dello stesso novello ma anche di tutto il settore.La 31esima edizione dei vini novelli a Milis(Oristano) ha decretato un merito e un successo.Grazie soprattutto all'impegno delle 7 cantine sarde(Dorgali col novello "Santa Caterina",Senorbi con "14 Novembre",Sella & Mosca con Rubicante,Cantina di Dolianova con Cantos,Mogoro con "Prima Macerazione",Jerzu con Novello e Argiolas di Serdiana con Alasi) che ancora una volta hanno creduto nei novelli che si sta allargando superando quest'anno loltre 500 mila bottiglie.Uno dei novelli più gettonati è il Cantos della Cantina di Dolianova.Il novello "Cantos"(foto dal web/Social) è di colore rubino e danza con dolcezza e maestosità nel bicchiere.Il colore brilla di primavera e racconta la freschezza e la giovinezza del vino novello che è felicità e festa.Ha un gusto che sa di tradizione,un profumo che modula il passato e il presente spumeggiando l'orgoglio di una regione.

ALBERTO ANGELA A CAGLIARI REGISTRA IL NUOVO PROGRAMMA "MERAVIGLIE"
E' SUBITO FOLLA ALLA
CITTADELLA DEI MUSEI

ANGELA PORTERA' I GIGANTI
DI MONT'E PRAMA NEL MONDO


di Paolo Pailla
(13-11-2018) Eccolo Alberto(foto dal web/Social e I Giganti di Mont'e Prama Angela a Cagliari.In un baleno la presenza del divulgatore televisivo più conosciuto del momento,e più apprezzato,nel capoluogo sardo ha fatto il giro dei post su facebook.Doveva essere una presenza discreta,non annunciata poi si è rivelato un trionfo,un inaspettato bagno di folla.Alberto Angela ha girato alla Cittadella dei Musei alcuni spezzoni del suo nuovo programma "Meraviglie",che andrà in onda in Rai a marzo 2019,poi si è spostato a Barumini,nella reggia nuragica di "Su Nuraxi" e oggi,14 novembre dalle ore 13,continuerà a registrare nel Sinis,a circa 2 chilometri dallo stagno di Cabras che porta a Riola Sardo, la parte più importante riservato alla Sardegna cioè i Giganti di Mont'e Prama.Le giornate di Angela in Sardegna sono state splendide,anche dal punto di vista meteo,ha lavorato con entusiasmo,come è solito fare,mettendo a fuoco argomenti e situazioni storiche che,raccontate da lui,hanno un'attenzione particolare che ci fa protagonisti degli eventi narrati.Per la registrazione all'interno del museo cagliaritano è stato necessario decretarne la chiusura al pubblico,una sorta di "per motivo tecnico",giusto per non allarmare o creare entusiasmi.Averlo visto con furgoni Rai,tecnici e collaboratori(qualcosa come 30 persone)in una vasta area davanti a Porta Cristina resa subito riservata ha subito messo in allarme gli studenti,i primi ad avere il termometro della situazione.Ed è stato proprio Alberto Angela a concedersi a questi ragazzi che in un soffio sono diventati una folla,con lui hanno fatto i selfie,chiesto autografi.Non si è risparmiato ed è stato grandioso e irripetibile come nei suoi programmi.Grande anche la soddisfazione del direttore del Museo Roberto Concas che mette in relazione la presenza di Alberto Angela con il buon successo del Museo archeologico anche a livello nazionale.La trasmissione che Alberto Angela sta preparando,col suo programma "Meraviglie",metterà in mostra i gioielli della Sardegna,attraverso la sua storia toccando diversi periodi storici e in modo particolare il periodo nuragico per terminare a quello fenicio-punico senza tralasciare il paleolitico.Il protagonista sarà il sito monumentale dove i sorvegliati speciali sono i Giganti di Mont'e Prama, guerrieri alti più di due metri, pugilatori dagli occhi cerchiati, busti di arcieri, gambe di titani dai parastinchi intagliati,statue e frammenti che riscriveranno la Storia della Sardegna e ci diranno molte cose della storia dell'antico occidente.


METEO,FINISCE L'ESTATE DI SAN MARTINO E INIZIANO I PRIMI FREDDI
NEL WEEKEND TEMPERATURE
GIU' ANCHE DI 12 GRADI

"DAI BALCANI ARIA GELIDA CHE INVESTIRA' TUTTA L'ITALIA"

di Danilo Perseu
(12-11-2018) Ancora bel tempo e clima mite,ma fino a giovedi,poi scattano le prime temperature d'inverso con picchi giù anche di 12 gradi(
foto dal web/Social).Gli effetti dell'estate di San Martino stanno esaurendosi,una buona situazione che ha messo l'Italia nelle condizioni di avere una temperatura gradevole tanto che in molti si sono avventurati a qualche tuffo in mare.Adesso si cambia e tra sabato e domenica arriveranno dalla Russia aria gelida con la conseguenza che le temperature inizialmente caleranno sensibilmente.Secondo gli esperti si noteranno già dal prossimo weekend temperature vicino allo zero al Nord e intorno ai 4 gradi a Roma.Se queste sono le temperature,del nord e di Roma,figuriamoci nel resto d'Italia che crolleranno anche di 12 gradi.

CONTINUANO GLI SBARCHI DI
IMMIGRATI ALGERINI IN SARDEGNA
ARRIVANO CON FACILITA',IN 3 GIORNI SONO GIA' 63,MA BUONA PARTE SARANNO RIMPATRIATI

di Laura Pirlo
(11-11-2018) Continuano gli sbarchi in Sardegna(
foto dal web/Social).Arrivano alla spicciolata,tutti algerini.Prima ne arrivavano 5,10 ma da diverso tempo i numeri sono importanti e nessuno fa qualcosa per obbedire alla direttiva nazionale.Sembra che arrivino con barchini ma non si capisce come facciano ad arrivare dopo tantissimi chilometri di mare.E' chiaro che ci sono collaborazioni esterne che sarà bene individuare per far fronte a una situazione che potrebbe essere allarmante.La cronaca dice che da giovedi scorso a sabato sono arrivati tra Teulada e Porto Pino qualcosa come 63 persone,tutte di nazionalità algerina.Questa volta,però,sicuramente perchè l'aria è cambiata anche in Sardegna,le cose per gli algerini non andrà bene.Buona parte di loro,dopo le prime pratiche di accoglienza a Monastir,sarà trasferiti a Taranto per le procedure di rimpatrio.Bisognerebbe adesso capire la situazione di quanti immigrati sono ancora in Sardegna e quanti sono destinati ad essere rimpatriati.




SONDAGGI CON QUALCHE SORPRESA,
STABILE IL CONSENSO AL GOVERNO
BILANCIO POSITIVO PER LA LEGA
(ANCHE SE AL 30%),IL M5S GIU'
QUASI AL 28%,DISASTRO PD


di Luca Berni
(11-11-2018) Nonostante un sensibile rallentamento i due partiti di governo continuano a godere ottima salute(
foto dal web/Social Salvini e Di Maio) .E' quindi un bilancio positivo soprattutto per la Lega che non cresce anzi i sondaggi la pongono un tantino sopra il 30% e ciò è dovuto,dicono gli esperti,a una situazione di stagnazione posta in relazione all'attrito che c'è con l'Europa.I consensi ci sono e sono tantissimi soprattutto perchè oltre alla Lega e ai 5S non ci sono rivali e soprattutto non c'è il Pd che è al 27,6%.Secondo la Supermedia di YouTrend,che calcola la media dei sondaggi di sette istituti di ricerca(EMG, Euromedia, Ixè, Noto, Piepoli, SWG, Tecnè),il M5S va ancora giù ed è al 27,6% contro il 28,3 di due settimane fa.Il consenso del governo,comunque,è forte ed è sopra il 57%.Crescono,ma di poco,tutti gli altri partiti con Forza Italia in ripresa,è quasi al 9%,ma anche Fratelli d'Italia che si attesta al 3,6%.


ASSOLTA LA SINDACA DI ROMA PERCHE' "IL FATTO NON COSTITUISCE REATO"
RAGGI:"LA SENTENZA SPAZZA
VIA DUE ANNI DI FANGO"

GRILLO E DI BATTISTA CONTRO I GIORNALISTI:"PENNIVENDOLI-PUTTANE"

di Luca Berni
(10-11-2018) La sindaca di Roma Virginia Raggi(
foto dal web/Social)è stata assolta dall'accusa di abuso di potere e di clientelismo in relazione alla nomina di Renato Marra.La sentenza del giudice Roberto Ranazzi parla chiaro ed è arrivata dopo neppure un'ora di camera di consiglio:assolta"perchè il fatto non costituisce reato".Subito dopo l'annuncio dell'assoluzione c'è stato il pianto liberatorio della Raggi,presente in aula,che ha abbracciato il marito e i suoi avvocati tra gli applausi dei presenti.La pubblica accusa aveva invece chiesto una condanna a 10 mesi di reclusione.E sulla sua assoluzione Beppe Grillo sul suo blog scrive:"Ha ricevuto abbastanza discredito e calunnie da raggiungere 360 archiviazioni ed una assoluzione in due anni. Praticamente una ogni due giorni. Quante volte sentiamo ripetere che “Le sentenze non si commentano, si rispettano”. E’ una frase che odio, mi infastidisce come un’iguana sul cruscotto della macchina".E più avanti: "La speranza che il primo sindaco non lottizzato di mafia capitale “fosse come tutti gli altri” ha nauseato le ultime giornate del processo a Virginia, come se i saccentoni frou frou confidassero nella loro stessa dissenteria mentale: decine di anni di bugie e miliardi di euro dei cittadini buttati nel cesso assolti da Virginia".Quella che doveva essere la giornata perfetta per un terrremoto politico è stata trasformata dal M5S in un trionfo,non c'è stato reato quindi la Raggi può continuare a fare il sindaco mentre infuriano le polemiche e diversi giornali pongono in scena una Capitale indecente con molti problemi da risolvere e con situazioni da incubo.Già nelle segrete stanze ci si misurava per il dopo-Raggi che,se colpevole sarebbe stata posta ai lati in base al codice etico dei 5S,avrebbe messo in movimento il teatrino della politica con nuove elezioni e con le interminabili primarie nei vari partiti.Tutto questo non si è verificato,i 5S continuano ad avere la maggioranza,la Raggi è ancora sindaca e le riforme promesse,per Roma Capitale,possono andare avanti.Poi si vedrà.Quello che dispiace è l'attacco dei 5S che se la prendono con i giornalisti e la stampa come se avessero colpe sulla vicenda Raggi.Ha iniziato Grillo,e non da oggi,e dall'estero arriva puntuale anche la "sentenza" di Alessandro Di Battista che su Facebook attacca i giornalisti:"I pennivendoli hanno colpito Virginia Raggi come donna. Ma le uniche puttane sono loro”.E se il pubblico ministero e i giudici "hanno fatto il loro lavoro" non si capisce perchè i giornalisti non abbiano fatto il loro.Per Di Battisti i colpevoli sono i giornalisti:"quei pennivendoli che da più di due anni le hanno lanciato addosso tonnellate di fango con una violenza inaudita. Sono pennivendoli, soltanto pennivendoli, i giornalisti sono altra cosa”.Dimenticando che i giornalisti riportano le notizie.

ESPLODONO I NOVELLI SARDI,
7 CANTINE A MILIS(OR)FANNO FESTA

APPUNTAMENTO DA NON PERDERE :TRA
I VINI SPUNTA "CANTOS" DELLA CANTINA DI DOLIANOVA TRA TRADIZIONE E ORGOGLIO SARDO


(9-11-2018) Tra oggi e domani,domenica 11 novembre,come è tradizione,a Milis,paese di oltre 1550 abitanti in provincia di Oristano(Sardegna)-da Cagliari dista 114 chilometri -1 h 18 minuri passando per E25,ci sarà l'esplosione dei Novelli sardi.E' l'occasione per festeggiare l'enogastronomia più importante della Sardegna in un periodo dell'anno nel quale tutto profuma di terra,di sapori e di grande attenzione per la natura.Un modo come un altro per scrivere una pagina importante dei vini novelli sardi e per questo appuntamento,è la 31esima rassegna curata ancora una volta dal Comune e dalla Pro Loco,sono attese oltre 30 mila persone.Non solo,però,vino novello ma anche birra per un evento tra i più ricchi e riusciti eventi,con uno spessore e una qualità che premia la grande tradizione agroalimentare sardo.Sette Cantine in campo:Dorgali col novello "Santa Caterina",Senorbi con "14 Novembre",Sella & Mosca con Rubicante,Cantina di Dolianova con Cantos,Mogoro con "Prima Macerazione",Jerzu con Novello e Argiolas di Serdiana con Alasi.I novelli sardi si distinguono per qualità e sono delle vere e autentiche prelibatezze enologiche consigliati per antipasti di terra,primi piatti e sono molto importanti soprattutto nella cucina sarda dove non manca il tradizionale maialetto,autentico protagonista nelle nostre tavole.Come ogni anno sarà confermato il successo dei novelli sardi,quelli più ricercati,più buoni e più apprezzati.Uno dei novelli più gettonati è il Cantos" della Cantina di Dolianova.Il novello "Cantos" è di colore rubino e danza con dolcezza e maestosità nel bicchiere.Il colore brilla di primavera e racconta la freschezza e la giovinezza del vino novello che è felicità e festa.Ha un gusto che sa di tradizione,un profumo che modula il passato e il presente spumeggiando l'orgoglio di una regione.


NATALE,UN ABETE PER IL PAPA
TRA MALTEMPO E POLEMICHE

E' SALVO L'ALBERO PER FRANCESCO,E' ALTO 23 METRI E VERRA' DAL FRIULI VENEZIA GIULIA

di Lello Leo Cortes
(9-11-2018) Il maltempo ha messo in ginocchio anche gli alberi delle montagne del Trentino e per ricordare l'evento disastroso di grande impatto emotivo ma anche economico,gli abitanti della regione avevano l'intenzione di regalare a Papa Francesco non un albero forte e rigoglioso ma uno strappato dalla terra dall'ondata della tempesta per il Natale in Vaticano.Era l'idea di un primo momento,una sorta di "spelacchio" come quello installato lo scorso Natale in Piazza Venezia a Roma.Sarebbe stato anche un abete simbolo della distruzione del territorio di buona parte delle zone montane dell'Italia del Nord.Il disastro,insomma,sarebbe stato trasformato in una occasione,meglio una riflessione.Poi però è prevalsa una situazione normale pensando ai buoni propositi e al giorno di festa.Così è pronto l'abete per il Papa.E' salvo e la furia del nubifragio è andato oltre.Proviene dal territorio della provincia di Pordenone e non è stato danneggiato.E' alto 23 metri e sarà tagliato tra una diecina di giorni per essere portato nella Capitale con un trasporto eccezionale.Infuria la polemica sul web e molti vorrebbero che quest'anno venisse sistemato in piazza S.Pietro un albero...finto per salvare la natura e non stressare il bosco.

L'INFLUENZA E' ALLE PORTE,PRESTO L'ASSALTO NEGLI AMBULATORI MEDICI
COLPITI GIA' 185 MILA ITALIANI,
67 MILA IN UNA SETTIMANA

IL PICCO A GENNAIO/FEBBRAIO,
ATTENZIONE ALLA FEBBRE ALTA


di Paolo Pellegrini
(8-11-2018) L'influenza 2018(
foto dal web/Social) è già arrivata e secondo gli esperti quest'anno saranno colpiti quasi 5 milioni di italiani.A contribuire all'epidemia saranno quest'anno,nella stagione in corso dell'autunno e dell'inverno,i repentini cambi di temperatura che hanno favorito il virus che sta creando problemi e difficoltà.L'intensità è media e sarà di tipo AHN1 e di virus B.Non siamo ancora a livelli preoccupanti ma l'influenza accelera e i nuovi casi in Italia nell'ultima settimana sono di 67 mila casi per un totale a fine ottobre di 185 mila malati.La situazione è sotto controllo anche se molte persone si stanno accalcando negli ambulatori e ciò fa capire che l'influenza sta andando avanti anche su base minima.Le fasce che preoccupano sono,come sempre,i bambini e gli anziani.Attenzione ai sintomi che sono febbre alta,sopra i 38 gradi ma anche i dolori muscolari e articolari,sintomi come mal di gola,congestione nasale,tosse e sintomi respiratori.Il picco è previsto tra gennaio e febbraio 2019.Secondo il bollettino dell'Iss che si riferisce al periodo 25-31 dicembre 2017 i casi sono stati 673 mila per un totale,dall'inizio della sorveglianza,di circa 2.168.000 malati e riguardano tutte le regioni con molti casi fra bambini,raddoppiando di fatto,in maniera complessiva, i casi rispetto all'anno precedente.Intanto in alcune regioni stanno arrivando le prime dosi del vaccino qualcosa come 815 mila dosi,in Emilia Romagna,ma presto la situazione potrebbe diventare preoccupante nel resto d'Italia.


METEO,DOPO I NUBIFRAGI E I DANNI
PER LA PIOGGIA TORNA L'ESTATE

ARRIVA L'ALTA PRESSIONE AFRICANA,DA DOMENICA UNA SETTIMANA DI CALDO

di Sonia Thery
(7-11-2018) Dopo il maltempo e i nubifragi torna,per così dire,l'estate.Sull'Italia arriva l'alta pressione africana e da domenica riprendiamo abiti leggeri per vivere almeno una settimana di giornate stabili e soleggiate.Secondo il team del sito ilMeteo.it la pioggia continuerà a cadere almeno fino a sabato 10 novembre(in Sardegna pioverà venerdi 9 novembre) e saranno interessate soprattutto diverse regioni come il Piemonte e la Ligura poi da domenica largo spazio all'alta pressione che conquisterà tutta l'Italia per almeno 7 giorni con temperature che si alzeranno almeno fino a 23 gradi,con punte più alte in Sardegna.E' l'estate di S.Martino e già si pensa subito ad andare al mare per tuffi e bracciate da vivere intensamente grazie a questa ondata di caldo anomala.


TRUMP E OBAMA,DUE PRESIDENTI CONTRO PER IL MIDTERM
L'AMERICA AL VOTO,TUTTO
SI DECIDE IN 24 ORE
REPUBBLICANI DI TRUMP IN AFFANNO,DEM IN VANTAGGIO

di Lea Dixon
(5-11-2018) Più che una elezione di medio termine ha tutta l'aria di una guerra che si sta celebrando al suo interno.L'America (
foto dal web/Social Trump e Obama) è sotto processo e al momento hanno già votato oltre 30 milioni di persone ma già da questa notte si saprà tutto sulle elezioni di midterm.Il Congresso è in bilico,Trump è sotto assedio e tutto viene messo in discussione.La posta in atto è altissima ed è insieme una verifica per la popolarità e per la politica di Trump.Due visioni distinte ma con un impatto di grande gitata.Trump non ci sta,sa che i sondaggi danno il suo partito perdente ma tutto deve essere ribadito dai fatti che non sempre rispettano la realtà.Nel frattempo il presidente americano vola in tutti gli Stati e distribuisce pillole di grandezza,dice che è merito suo e della sua politica se la disoccupazione è drasticamente diminuita e che gli americani sotto la sua legislatura sono diventati più felici e più ricchi.Gli risponde Barack Obama che è improvvisamente sceso in pista per queste elezioni di midterm per contrastare un Trump arrogante ma sempre più deciso a far valere le sue prerogative.E i ragionamenti dell'ex presidente Usa vanno diritto sulla questione:il boom economico?Merito non di Trump ma dei presidenti precedenti e la disoccupazione era quasi zero prima che arrivasse The Donald.Insomma si cerca in tutti i modi di smontare la politica di Trump e di ridare nuovo slancio all'aquila stelle e strisce.Due popoli contrapposti per una speranza che va oltre gli Stati Uniti.I numeri per il momento sono in favore dei democratici che in estate erano in vantaggio di quasi 15 punti,adesso i sondaggi rivedono le percentuali anche se il vantaggio ostillerebbe intorno ai 10%.



ESCE LA BIOGRAFIA DI MICHELLE OBAMA
IL LIBRO "BECOMING,LA MIA STORIA" SARA' "UN SUCCESSO"
I DEMOCRATICI PUNTANO SULLA EX FIRST LADY PER LE PRESIDENZIALI DEL 2020

di Lea Dixon
(4-11-2018) Michelle Obama(
foto dal web/Social) non ha ancora deciso se candidarsi alle presidenziali del 2020.Cresce la sua popolarità e c'è chi vorrebbe una sua discesa in politica per contrastare Trump.Intanto però Michelle si prepara al tour per la sua autobiografia che dovrebbe uscire a giorni e in Italia si potrà acquistare dal 13 novembre.E' intitolato "Becoming,la mia storia" e dovrebbe essere nelle librerie dopo le elezioni di medio termine.Nulla si sa del contenuto del libro ma un autorevole personaggio,Barack Obama ex presidente e marito di Michelle, ha detto che è un libro di successo non svelando i contenuti.Gli Stati Uniti si preparano alle elezioni di medio termine e saranno un autorevole termometro per Trump e per la sua politica.Per i democratici,invece,sarà l'occasione per misurarsi col Tycoon e discutere di primarie.Si parla già di competizione e ci potrebbe essere già lo sfidante di Trump,tutto dipende dalle mosse delle "correnti".Molti indicano Michelle Obama dopo la Clinton.In attesa,però, va in scena il libro.E sulle pagine facebook.è seguita da oltre 17 milioni di persone,la ex first lady degli Stati Uniti chiede di seguirla in questo "tour" e scrive:"Io sono del lato sud di Chicago. Sono andato a Princeton e ad Harvard. Sono una moglie, una madre, una figlia, e una sorella. Sono stato un avvocato, un leader senza scopo di lucro, un dirigente dell'ospedale, e first lady degli Stati Uniti".Ma per ascoltarla si dovrà pagare un ticket di oltre 120 dollari fino a 500 e per ricevere una copia autografata si dovrà sborsare quasi 3 mila dollari.


DALLA CARTA STAMPATA AL WEB - TERZA PAGINA è ONLINE - LA PUBBLICITA' INSERITA E' PUBBLICATA GRATUITAMENTE | terzapagina_2006@libero.it

Torna ai contenuti | Torna al menu