TERZA PAGINA


Vai ai contenuti

LE NOTIZIE DI SETTEMBRE 2017

CRISI CON CUBA,GLI STATI UNITI VERSO LA CHIUSURA DELL'AMBASCIATA
TUTTA COLPA DEGLI "ATTACCHI ACUSTICI":C'E' UN'ARMA SONICA SEGRETA CHE COLPISCE SOLO GLI AMERICANI

di Lea Dixon
(29-9-2017) A Cuba ci sono "attacchi acustici" contro il personale diplomatico americano e Washington ordina ai suoi dipendenti di lasciare l'ambasciata.Il 60% tornerà a casa mentre solo il personale d'emergenza resterà sull'isola.Non c'è ancora l'allerta ufficiale ma il dipartimento di Stato Usa ha invitato i cittadini americani di non recarsi sull'isola,non rilascerà visti a Cuba e bloccheranno i viaggi di delegazioni ufficiali.E crisi aperta tra Stati Uniti e Cuba,tutto colpa di un'arma sonica segreta che causa gravi patologie uditive soprattutto ai dipendenti dell'ambasciata americana a Cuba.Dall'inizio di settembre quasi 20 diplomatici hanno lamentato problemi gravi all'udito,perdita dell'equilibrio e forti mal di testa.Washington ha protestato col governo dell'Avana che ha risposto con sdegno negando ogni addebito.La diffusione di queste notizie crea allarmismo in quanti avevano programmato un viaggio nell'isola perchè questi attacchi,riservati in modo particolare sugli americani,metterebbero i turisti negli hotel tutti sordi e con altri problemi.Meglio aderire,quindi,all'invito della Casa Bianca che si appresta ad una nuova crisi con Cuba a distanza di due anni, da quando Obama nel luglio del 2015 decise di riprendere ufficialmente le relazioni diplomatiche con l'isola dopo 50 anni di tensione.Gli attacchi acustici non si riferiscono a qualche mese fa,ma hanno avuto inizio nel 2016.L'Fbi ha svolto le indagini ed è arrivato ad una conclusione col rapporto che è sul tavolo di Trump(
foto dal web).Spetterà adesso al presidente decidere ma è chiaro l'orientamento di Trump su tutto quello che è stato costruito da Obama.Sull'attacco acustico non ci sono prove e sarà difficile aprire una documentazione seria.Tutto è rimandato alle conclusioni politiche e diplomatiche.



MIGRANTI ALGERINI SONO
CONTENTI DI ARRIVARE IN SARDEGNA

POSTANO SCATTI,FOTO E NOTIZIE SU
FACEBOOK,ECCO I SELFIE DI QUESTI SBARCHI FANTASMI


di Paolo Pailla
(28-9-2017) Contenti di sbarcare in Sardegna e usano facebook per pubblicizzare il viaggio postando selfie scattati dagli stessi migranti nel corso della traversata.Si ritrovano tutti in una pagina "haraga dz" e in arabo scrivono del loro viaggio,della facilità dell'impresa e di cosa sperano di trovare una volta sbarcati.E' una cartolina invitante che da speranza a quanti,e sono tantissimi,che ancora sono li,in Libia o in Nigeria,vogliono fare il salto del Mediterraneo.Se la Libia ha posto dei freni non c'è da preoccuparsi,c'è altra rotta,quella che nessuno controlla,si arriva senza problemi e non si fanno grandi sacrifici.Sono i migranti algerini che diventano fantasmi,quelli che non lasciano traccia mentre altri vengono individuati quando sbarcano.Le coste del Sulcis ultimamente sono interessate da questi nuovi approdi che nei mesi scorsi si verificavano in modo particolare in Sicilia.Zone come Porto Pino,Teulada,Cala Cipolla(Chia di Domus de Maria) sono le nuove rotte,migranti che arrivano a bordo di piccole imbarcazioni fino sulle spiagge.E ultimamente il flusso diventa preoccupante.


IL LEADER DELL'ISIS
AL BAGHDADI E' VIVO


di Lea Dixon
(28-9-2017) Non si hanno certezze ma sembrerebbe che il leader dello Stato Islamico Abu Bakr al-Baghdadi sia vivo.La notizia mette in discussione tutto perchè il leader jihadista si fa vivo con una registrazione audio di 45 minuti e trasmessa attraverso l'organizzazione legata all'Isis Al-Furqan.Si sta valutando la veridicità dell'audio, sta di fatto che la notizia scuote il mondo politico e militare e mette nuovamente sotto pressione le grandi potenze che stanno compiendo un duro sforzo per combattere e sconfiggere l'Isis.L'audio di Al Baghdadi arriva dopo un silenzio durato quasi un anno e le sue parole riferiscono delle minacce nordcoreane contro il Giappone e gli Stati Uniti,parole che la dicono lunga sulla data della registrazione(sicuramente di qualche settimana fa).Il ministro della difesa russo all'inizio di quest'anno aveva detto che Al Baghdadi era morto in seguito agli attacchi aerei russi al di fuori della città siriana di Raqqa,evenienza però che non era stata confermata da Washington mentre il mondo occidentale mostrava scetticismo.L'ultimo discorso di Al Baghdadi è del novembre 2016,poi gli attacchi aerei su una riunione dell'Isis da parte dei russi e la notizia della morte del leader jihadista.Lui però si riprende la scena ma la situazione dello Stato Islamico non è più lo stesso.


PACE FATTA PER STX-FINCANTIERI,
MA CHI HA VINTO?

ACCORDO 50% TRA FRANCIA E ITALIA,RISCHI PER NOI,DIRITTO DI VETO PER LORO

di Giovanni Picchi
(27-9-2017) Accordo raggiunto tra Italia e Francia per Stx-Fincantieri a Saint Nazaire e via libera alla costruzione di un campione mondiale nel settore navale,civile e militare."E' migliorativo rispetto a quello precedente" perchè,dicono fonti del Mise e del Mef,Fincantieri avrà la disponibilità diretta del 50%,prima si era del 48% a Fincantieri e 4% ad un'istituzione finanziaria italiana.L'Italia
ha inoltre presidente,amministratore delegato e maggioranza in consiglio attraverso il casting vote.Finisce quindi la guerra tra Roma e Parigi e si guarda al futuro.Chi ha vinto e chi ha perso è evidente anche se Francia e Italia ribadiscono che hanno vinto entrambi.L'Italia non avrà il 51% come chiedevano a gran voce i ministri Pier Carlo Padoan e Carlo Calenda e quindi da questo primo impatto è una mezza sconfitta per il nostro Paese.La Francia vince perchè avrà l'altra metà delle azioni spalmate tra lo Stato,la cantieristica militare Naval Group e fornitori della regione di Saint Nazaire.La Francia presterà all'Italia l'1% della sua quota ma chiederà controllo del settore,questo perchè vengano rispettate le promesse tra le parti per un periodo di 12 anni,poi quella quota passerà a Fincantieri se invece le promesse non verranno mantenute la Francia toglierà a Fincantieri il suo ruolo dominante.Questo in sintesi l'accordo sottoscritto tra Macron e Gentiloni,un nuovo patto riconducibile alla privatizzazione elastica che ha fatto gridare a grande soddisfazione sia a Roma che a Parigi.Rimane però l'imbarazzo per i ministri italiani Calenda e Padoan che si erano spesi parecchio per un accordo al 51% favorevole,quindi,per l'Italia.Alla fine però c'è parità,50% per entrambi,pace fatta e si va avanti per oltre 10 anni.Sempre che la Francia,col presidente di turno,voglia rivedere l'accordo.E allora?


NUOVA ROTTA DEI MIGRANTI
ALGERINI SULLE COSTE DEL SULCIS

E' EMERGENZA NELL'ISOLA:
OLTRE 150 IN POCHE ORE

GIORGIA MELONI:"SERVE
IL BLOCCO NAVALE"

PILI:"COMPLICITA' DELLA
REGIONE E DELLO STATO"


di Paolo Pailla
(26-9-2017) La rotta Algeria-Sardegna è stata sdoganata,per i migranti(foto dal blog di Mauro Pili)non è più un problema.Arrivare nel Sulcis sardo è un gioco da ragazzi,si arriva,si sbarca e poi il resto viene fatto dall'accoglienza sul posto.Così la rotta è matura per altri sbarchi,sicuramente sempre più numerosi perchè in quella rotta non ci sono rispingimenti,non ci sono avvistamenti e tutto avviene nella massima tranquillità.Nelle ultime 24 ore ne sono approdati 100,forse 200 e il numero non si saprà mai perchè sono adesso le coste della Sardegna quelle più ambite,più sicure.Da quattro anni c'è questa migrazione silenziosa.E' iniziata con barchini con a bordo 4/7 migranti,poi ne sono arrivati altri,poi molti altri ancora.Poi il massiccio sbarco nelle 24 ore,tra il 25 e il 26 settembre,e il fatto è preoccupante sia per il numero,sia per la facilità dell'approdo ma anche e soprattutto per le modalità di arrivo senza nessun avvistamento da parte delle navi di pattugliamento in mare nè sotto le coste algerine.Eppure c'erano assicurazioni ed era stato firmato un accordo tra il presidente sardo Pigliaru e il ministro Minniti con l'Algeria per il controllo dei migranti per la Sardegna.Per il parlamentare di Unidos Mauro Pili è un vero e proprio fallimento."E' notorio,dice Pili,che dall'Algeria non può esserci una migrazione economica e tantomeno di guerra e quindi i pericoli sono decisamente più rilevanti. Ormai è vera emergenza sbarchi nella costa Sud della Sardegna. Tutto questo con il silenzio delle istituzioni che continuano ad ignorare la nuova rotta della migrazione dall'Algeria".Queste rotte sollecitano risposte che fino a questo momento non sono state date.E c'è più di un sospetto,dice ancora Pili,cioè che ci sia un'organizzazione che sta gestendo questa tratta è ora più che evidente. Le modalità dello sbarco, la frequenza e ora la consistenza sono segnali chiari di una gestione organizzata dei viaggi dall'Algeria. Sardegna, dunque, dice ancora Pili, sempre più crocevia con il silenzio e la complicità di molti, dalla Regione allo Stato. E’ ora di reagire con azioni chiare e nette nel contesto internazionale per bloccare un’invasione priva di qualsiasi tipo di controllo e con grave rischio per infiltrazioni terroristiche".Anche Giorgia Meloni,leader di Fratelli d'Italia,insiste sull'argomento e dice che lo Stato italiano deve impegnarsi per bloccare i barchini e rimpatrioare immediato questi algerini.Poi l'esponente di Fratelli d'Italia fa un pò di conti:"Fino a questo momento e con le modalità silenziose sono sbarcate nel Sulcis almeno 1000 algerini".Un disastro delle Istituzioni,dice Pili.


COREA DEL NORD:"ABBATTEREMO JET USA ANCHE FUORI DAI NOSTRI CONFINI"
EFFETTO TRUMP-KIM,IL GIOCATORE
COREANO HAN DISERTA LA TRASMISSIONE "LA DOMENICA SPORTIVA"


di Danilo Perseu
(25-9-2017) Si fa più dura,a parole,la battaglia tra Stati Uniti e Nord Corea(foto dal web il giocatore nordcoreano Han).Dopo il discorso di Trump all'Onu la risposta di Kim Jong-un ha tutto il sapore di dichiarazione di guerra:"Abbatteremo jet Usa anche fuori dai confini del nostro territorio" dice il ministro degli Esteri di Pyongyang.Il Pentagono si affretta a dire che non c'è stata nessuna dichiarazione di guerra e si dice,comunque,pronto a ogni iniziativa bellica con un arsenale illimitato a disposizione del presidente Trump.La situazione è delicata ma tutto deve essere ricondotto,dicono Cina e Russia,a ogni tentativo per arrivare alla distensione e dare spazio ancora una volta alla diplomazia.In un clima di grande allerta non è passato inosservato l'azione dell'unico giocatore professionista nordcoreano Kwang Son Han,ex Cagliari e attuale attaccante di punta del Perugia che milita in serie B,il quale ha disertato all'ultimo momento di partecipare alla trasmissione domenicale della Rai "La Domenica Sportiva".L'invito era lecito perchè si tratta di un giocatore di spicco che con i suoi 5 gol sta contribuendo a fare grande il Perugia che,con la vittoria sul Frosinone(1-0) l'ha agganciato in vetta alla classifica.La sedia è rimasta vuota,il giocatore non si è presentato.Massimiliano Santopadre,presidente della società umbra,ha cercato di minimizzare "è un ragazzo giovane che si sta ambientando" ma il giornalista Riccardo Cucchi lo ha inchiodato alle sue responsabilità:"Non c'è forse perchè ha a che fare,essendo nordcoreano,con la tensione altissima tra il suo Paese e l'Occidente?"Interrogativo che pone enormi problemi.Se Han gioca nel calcio italiano deve stare al "gioco" e i suoi tifosi lo vogliono conoscere meglio attraverso trasmissioni in tv.



LUIGI DI MAIO E' IL
CANDIDATO DEL M5S

DEI 135 MILA ISCRITTI
VOTANO SOLO IN 37 MILA

"SARA' IL GOVERNO DELLA
RISCOSSA DEGLI ITALIANI"


di Luca Berni
(23-9-2017) Non hanno votato 80 mila iscritti, ma oltre 37 mila grillini.Anzi quelli iscritti al Movimento 5 Stelle sono oltre 135 mila iscritti ma è un mistero il fatto che non abbiano espresso il loro voto per eleggere il candidato premier dei grillini.La notizia è stata data dallo stesso "garante" del M5S Beppe Grillo che ha incoronato Luigi Di Maio(foto dal web) candidato premier ma anche "capo politico" alle elezioni politiche del 2018.Di Maio ha ricevuto quasi 31 mila voti,un risultato scontato che ha impegnato gli iscritti ad esprimersi in un'unica giornata.Contento e soddisfatto il vincitore ha assicurato dal palco di Rimini di "portare avanti le istanze del Movimento,perchè,ha detto, i Cinquestelle sarà il governo della riscossa degli italiani".Il plebiscito era nell'aria da sempre e le votazioni sono state,dicono gli analisti,una "grandiosa manifestazione" per continuare a mettere a fuoco le istanze dei grillini sulla politica italiana e su quella siciliana,dove si andrà a votare a breve.Tra continui hacker e disfunzioni sulle procedure del voto,gli iscritti al M5S hanno condiviso le scelte di Grillo,il quale ha di fatto sbaragliato candidati sconosciuti.Non c'è stata però ressa per votare,solo un iscritto su quattro ha acceso il pc.Di Maio ha promesso che presto indicherà i nomi dei candidati ministri all'ipotetico governo per le prossime elezioni politiche.


LA COREA DEL NORD MINACCIA
LA BOMBA H NEL PACIFICO

TRUMP:"KIM E' PAZZO,E' PRONTA
LA NOSTRA RISPOSTA"

RUSSIA E CINA:"VI STATE
COMPORTANDO DA BAMBINI"


di Lea Dixon
(22-9-2017) Il discorso di Donald Trump all'Onu non è piaciuto a Kim Jong-un(foto dal web) anzi le minacce del presidente Usa potrebbero avere gravi conseguenze.Si fa più dura la battaglia tra Stati Uniti e Corea del Nord e la diplomazia è ai margini mentre contano le parole di fuoco tra i due contendenti.Il dittatore coreano ha detto che Trump "affronterà conseguenze superiori alle sue aspettative",come dire che le parole che ha usato all'Onu avranno un peso minore rispetto alle azioni che potrebbe scatenare Kim,il quale si è sentito insultato davanti ai membri di tutti i paesi del mondo.E le schermate non finiscono,perchè tra i due si continua a litigare."Kim?,dice Trump,è chiaramente un pazzo" mentre di contro il dittatore coreano parla del presidente Usa come di un "rimbambito".Ma nessuno dei due fa la prima mossa verso la guerra.Trump minaccia:"Ancora un missile e sarà distrutto",ma Kim va avanti per la sua strada e annuncia il lancio di altro missile,più potente degli altri.Dopo gli scambi di insulti Trump passerà all'azione?E' improbabile perchè senza un accordo di massima con Cina e Russia tutto diventa difficile,le altre due potenze anzi sono infastiditi dal comportamento infantili di kim e Trump.C'è altra opzione:sarà la Corea del sud a contrastare pesantemente Kim,ma anche qui le cose si complicano.Nello scenario c'è anche il Giappone che non vuole assolutamente entrare in guerra.Tutto è rimandato al 10 ottobre quando Kim lancerà altro potente missile con bomba H nel Pacifico in occasione dell'anniversario della Fondazione del partito dei lavoratori e festa nazionale in Corea del Nord.


E' IL GIORNO DI NIBIRU,MA LA NASA
NEGA LA COLLISIONE CON LA TERRA

"IL PIANETA DELL'APOCALISSE
ESISTE,IO L'HO VISTO"

MA INTANTO LA FINE DEL
MONDO VIENE POSTICIPATA


di Paolo Pellegrini
(22-9-2017) E' il giorno di Nibiru(foto dal web),il "pianeta X" che oggi dovrebbe scontrarsi con la Terra dando una "risposta" apocalittica.E' la fine del mondo ma nessuno ci crede,nè tantomeno la Nasa che precisa che non c'è nessun pianeta del genere nello spazio e quindi non ci sarà nessuna collisione tra la Terra e Nibiru.E' un'autentica bufala che ogni tanto viene menzionata con clamore come quell'altra previsione,sempre catastrofica,attribuita ai Maya che datava il 21 dicembre 2012 la fine del pianeta.Anche allora l'Agenzia americana si affrettò a dare indicazioni precise e a dire a chiare lettere,con prove scientifiche,che non ci sarebbe stata la fine del mondo.Ogni tanto c'è la tentazione di mettere a dura prova la nostra intelligenza e le nostre conoscenze,ciò nonostante c'è sempre qualcuno,quasi sempre studioso del catastrofismo,che ci prova.Nibiru è un pianeta che è stato scoperto dai Sumeri oltre 3 mila anni fa ma non ci sono riscontri effettivi sulla sua esistenza.E quando si parla della fine del mondo quasi sempre si fa riferimento a quel pianeta,sconosciuto ma anche carico di sventure.Anche nel 2003 ci fu la notizia di una immane catasfrofe a livello mondiale e anche allora si parlò,forse per la prima volta,di Nibiru e del fatto che questo "pianeta X" stesse sul punto di scontrarsi con la Terra.E c'è qualcuno che ha fotografato quel "pianeta inesistente".Lo hanno visto e c'è anche un video.Il produttore cinematografico ed esperto di Nibiru Yuval Ovadia non ha dubbi."E' vicino a noi e si vede anche senza binocoli" ma c'è molto scetticismo anche perchè la stessa Nasa non certifica questo "nuovo pianeta".Ma c'è anche chi posticipa la data dello scontro tra Nibiru e la Terra.La data fatidica della distruzione del nostro pianeta non sarà il 23 settembre ma sarà il 21 ottobre,una previsione,afferma David Meade,scrittore e ricercatore del "Pianeta X",che è scritta,dice, nei versetti biblici e nei movimenti di stelle e pianeti.

TERREMOTO MESSICO,
ALMENO 230 VITTIME

CORSA CONTRO IL TEMPO PER SALVARE 5
BAMBINI INTRAPPOLATI NELLE MACERIE DI UNA SCUOLA


di P.Luigi Mossa
(21-9-2017) Tra i bambini da salvare c'è anche Frida Sofia.E' sotto le macerie(foto dal web) e non si muove.I soccorritori dicono che si trova sotto un tavolo.Dopo il terremoto in Messico le tragedie sono all'ordine del giorno.C'è il dramma della piccola Frida Sofia ma anche di altri due bambini,e non solo perchè a poca distanza ci sono altri due piccoli.Forse ci sono due bambini morti.Si continua a scavare ed è una corsa contro il tempo.C'è la speranza di recuperare più persone vive.Il bilancio del violento terremoto di magnitudo 7.1 che ha colpito il sud e il centro del Messico ha causato almeno 230 vittime.Si scava ininterrottamente,anche nel corso delle due notti, e i tanti soccorritori non si danno pace perchè vogliono salvare più persone possibili,perchè,dicono,ci sono ancora molte persone ancora tra le macerie.A poca distanza dalla scuola Enrique Rebsamen,dove si trova tra le macerie la dodicenne Frida Sofia,ci sono decine di palazzi che non esistono più,rasi al suolo dalla furia del terremoto.Anche in quell'altra zona c'è tanta gente che scava anche a mani nude nella disperata ricerca di persone ancora in vita.


ALTRO TERRIBILE TERREMOTO DI MAGNITUDO 7.1 IN MESSICO
STRAGE DI BAMBINI NELLA
SCUOLA,30 STUDENTI DISPERSI


di P.Luigi Mossa
(20-9-2017) Col passare delle ore il numero dei morti aumenta in questo nuovo terribile terremoto di magnitudo 7.1 che ha colpito il Messico(foto dal web).Trentadue anni fa,in questo stesso giorno,il Paese è stato teatro di un terremoto di grandi proporzioni che uccise almeno 10 mila persone e nell'anniversario di quella immane tragedia il Messico è nuovamente in ginocchio,per la seconda volta in due settimane, con morti in diverse aree del paese anche se le città più colpite sono Morelos e Puebla.Nella capitale le persone morte sono almeno 100 ma è un numero approssimativo mentre si continua a scavare per trovare persone vive tra le macerie.L'epicentro è tra Morelos e Puebla e i danni sono più grandi rispetto a quelli della capitale.Oltre 40 edifici sono crollati,tra questi anche due scuole all'interno delle quali sono morti 21 bambini mentre altri 30 mancano ancora all'appello.Il terremoto si è manifestato con tanta violenza alle 13,14 ora locale,mentre in Italia erano le 20,14 di martedi 19 settembre,e la situazione è drammatica.Molte le persone senza casa,poi macerie e distruzione.Oltre 4 milioni di persone sono al buio e l'acqua scarseggia.Si tenta di dare sostegno a tante persone colpite e a quanti continuano a lavorare con intensità.Rotte numerosi tubi del gas e la protezione civile ha chiesto di non accendere fuochi e di non fumare.

LA FOTO CHE HA
COMMOSSO IL WEB

IL CANE NON SCAPPA E VEGLIA
PER ORE L'AMICO INVESTITO


(20-9-2017) E' stato fermo per delle ore.Lo guardava e sembrava cercasse aiuto.E' successo sulla via Tusculana a Roma.Protagonista un cane meticcio che è rimasto per ore davanti al suo amico morto(foto dal web).Purtroppo uno dei due è stato investito mentre attraversavano la strada.L'altro non è scappato ma è rimasto accanto al compagno,fermo cercando soccorsi.La foto ha fatto il giro del web e ha commosso milioni di persone.

TRUMP ALL'ONU:"E' UN REGIME DEPRAVATO,VA ISOLATO"
PER IL PRESIDENTE AMERICANO KIM ATTUA UNA MISSIONE SUICIDA: "SE CI ATTACCA DISTRUGGEREMO LA COREA DEL NORD"

di Lea Dixon
(19-9-2017) All'Assemblea Generale di New York Trump ha lanciato un feroce avvertimento al dittatore nordcoreano Kim Jong-uns,che si è reso protagonista in queste ultime settimane di attacchi missilistici in un'area molto fragile tra il Giappone e la Corea del Sud,ma ha usato parole distensive e di pace per una collaborazione efficace tra le potenze mondiali. Nel suo discorso di 41 minuti,il presidente americano non ha usato mezzi termini nell'accusare il regime di Kim e ha chiesto al dittatore di non andare oltre i suoi test nucleari anzi di bloccarli del tutto,in pratica rinunciando alla sua ambizione nucleare altrimenti gli Stati Uniti,se attaccati, saranno costretti a "distruggere totalmente" la Corea del Nord."Rocket man"come chiama Trump il dittatore Kim,sta "attuando una missione suicida" e davanti all'Assemblea dei 193 Paesi dell'Onu il presidente americano mette in evidenza la minaccia al mondo intero del piano nucleare di kim.Bisogna contrastarlo,dice Trump,non solo lui ma anche gli altri "Stati malvagi" e per fare questo il presidente americano ha usato parole distensive e ottimistiche e ha chiesto al mondo di affrontarli con determinazione perchè minacciano la pace.E poi "se le potenze giuste non combattono contro gli Stati malvagi allora il male trionferà col terrorismo e la distruzione".Nel mirino di Trump non c'è soltanto Kim ma anche altri "Stati canaglia" come l'Iran "un regime mascherato da democrazia" che appoggia i terroristi poi l'affondo su Paesi come Cuba e il Venezuela di Maduro,il primo dove" si continua a violare i diritti umani" e il secondo dove il dittatore "sta portando il Paese alla catastrofe".Trump ha detto di impegnarsi molto a livello diplomatico ma chiede che altre potenze facciano lo stesso.


"GRAVE EPIDEMIA"RIFERISCE L'AGENZIA NUOVA CINA
SCOPPIA LA VIARIA A HONG KONG E LE
AUTORITA' VIETANO L'IMPORT DI POLLO E UOVA PRODOTTE A PADOVA


di Lello Leo Cortes
(18-9-2017) E' allarme aviaria in Italia.La situazione è sotto controllo ma preoccupa soprattutto Hong Kong.Si è sempre pensato,e i resoconti dei media testimoniano la preoccupante situazione,che l'aviaria provenisse dalla Cina o altre realtà dell'Asia invece il percorso è inverso.E' in Italia il centro dell'aviaria e la Cina invece si protegge dall'importazione di pollame e uova proveniente dalla provincia di Padova.La notizia è riferita dall'Agenzia Nuova Cina che,con effetto immediato,ha annunciato il blocco dell'import di pollame e uova italiano a seguito di una epidemia altamente patogena di influenza aviaria H5N8.L'ex colonia britannica si tutela al "fine di tutelare la pubblica salute dei suoi abitanti" e ha iniziato a bloccare pollame e uova che sono stati molto richiesti da Hong Kong tanto che nei primi sei mesi di quest'anno ha importato dall'Italia almeno mille tonnellate di carne di pollame congelata e oltre 10 mila uova.Adesso dicono basta ! per presunti fatti legati all'aviaria di prodotti provenienti dall'Italia.Sarà vero?O è un freno all'import soprattutto dall'Italia?


DOPO 38 GIORNI DI SPERIMENTAZIONE RIAPRE LUNEDI VIA ROMA A CAGLIARI
PER IL SINDACO ZEDDA IL TEST E' OK E PENSA AL FUTURO CON ALTRE ROTONDE,DEMOLIZIONI E PISTE CICLABILI

di Luigi Petrelli
(16-9-2017) Sarà l'ultima domenica particolare,sarà la festa senza auto e senza l'ansia del traffico.Via Roma,l'arteria più importante e di grande valore storico e culturale di Cagliari e di tutta la Sardegna,il salotto buono dei cagliaritani,riaprirà alle auto,lato portici,lunedi 18 settembre(
le foto sono di Augusto Maccioni per TP).Per chi ha osteggiato l'impresa del sindaco Massimo Zedda sarà una bella notizia,per chi detesta le auto e ha voglia di ampi spazi senza traffico sarà una brutta notizia.Bella o brutta che sia la decisione del sindaco Zedda di pedonalizzare la via Roma ha alimentato polemiche e prese di posizioni.I cagliaritani hanno gradito ma molti hanno urlato contro questa ingiusta decisione.Il problema è serio e potrebbe essere l'inizio di un rapporto che si è guastato tra il sindaco e i suoi elettori,tra il primo cittadino e la sua popolazione.Il motivo è semplice:come si fa a fare un test di 38 giorni di sperimentazione senza valutare l'impatto con la realtà,senza progetti alternativi,senza validi studi su una decisione di primaria importanza per la vita di tutti i giorni,per i cittadini che utilizzano l'auto da una parte all'altra della città attraversando via Roma,per l'attività commerciale che in questo lasso di tempo ha avuto un crollo pauroso,per gli aspetti più specifici insiti in una via nata per collegare la vecchia Cagliari con quella del futuro.In tutto questo periodo,dice il sindaco,la sperimentazione ha avuto dei vantaggi e se ci sono state polemiche,beh questo è da mettere nel conto di una dialettica che ci sta quando si fanno cose buone per tutti.Il sindaco riconosce che ci sono stati dei problemi.Il traffico,naturalmente.Se le macchine non passano in via Roma è naturale che ci sia una mole di traffico in altre strade,come viale La Playa mentre si sono registrate riduzione di macchine in viale Diaz e,nell'altra sponda,in viale Trieste.Il problema non è minore traffico o super traffico nelle zone adiacenti,il punto rimane sempre via Roma.Se si doveva pedonalizzare si doveva avere idee chiare nella parte verso il porto,ma anche nella zona di mezzo.E non si può neanche pensare a fare altra sperimentazione abbattendo la stazione dell'Arst per rendere più credibile la pedonalizzazione della via Roma.Le cose che effettivamente si potrebbero fare il sindaco non le prende in considerazione o le boccia di sana pianta come il tunnel in via Roma perchè,dice,non risolverebbe i problemi di circolazione.Siamo onesti:via Roma senza auto e con quattro ombrelloni messi al centro della carreggiata fa veramente pena.Sembra un deserto,senza vita e senza collegamento con i negozi e le strutture esistenti all'interno dei portici.I turisti forse hanno gradito,ma molti hanno registrato la desolazione.Gli stessi cagliaritani tra incuriositi e festanti non hanno bocciato l'iniziativa ma avrebbero gradito qualcosa di meglio,più rispettoso della città e della sua grande valenza storica.C'è stata poi anche la festa "paesana" per festeggiare la pedonalizzazione,un modo per stare insieme e divertirsi con grandi momenti di inclusione generazionale.Zedda festeggia 38 giorni senza auto in via Roma,i cagliaritani, e sono molti,non ringraziano.



ALMENO 815 MILIONI NEL MONDO
NON MANGIANO ABBASTANZA

PER LA PRIMA VOLTA IN QUASI 15 ANNI GUERRE E CLIMA HANNO AUMENTATO LA FAME NEL PIANETA

di Carla Peis
(15-9-2017) La nostra Terra ha sempre più fame(
foto dal web).Soprattutto i bambini quelli più esposti.Secondo i calcoli delle Nazioni Unite pubblicati venerdi 15 settembre non è una novità ma diventa preoccupante quando molti abitanti del nostro pianeta non mangiano o non consumano calorie minime per la loro vita di tutti i giorni.Ed è la prima volta dal 2003 che la situazione diventa drammatica.Nel 2015 erano 777 milioni e oggi,nel 2017,sono almeno 815 milioni le persone che non mangiano e che chiedono aiuto.Quasi 14 volte la popolazione italiana o,se vogliamo,quanto gli abitanti dell'Europa e degli Stati Uniti,una cifra che pone problemi e interrogativi.Il numero di persone da sfamare si trovano nel Sud Sudan ma anche in Somalia,Yemen e Nigeria.La situazione è dovuta alle guerre(se persone su dieci si trovano nei paesi in conflitto)ma anche al clima che determina siccità ma anche inondazioni.E dipende anche dalle zone.Se c'è siccità,ad esempio in California,non è la stessa cosa se si riferisce all'Etiopia.Dipende da diversi fattori e i problemi di povertà e vulnerabilità sono facilmente interpretabili.Mentre si continua a vivere,da una parte,si sopravvive o si muore dall'altra.E la situazione politica o le dittature fanno il resto. Si pensi alla Nigeria settentrionale e alla situazione drammatica imposto da Boko Haram con quasi 2 milioni di persone che cercano una vita migliore lasciandosi alle spalle occupazione e campi coltivati.C'è fame e c'è una situazione che non è più sostenibile.Le Nazioni Unite ha da sempre cercato di battere la miseria e impostare un clima di soddisfazione alimentare per tutti quelli che hanno fame.Porta avanti 17 progetti di sviluppo sostenibili approvati nel 2015 e 2016 con l'obiettivo per il 2030 di porre fine alla fame e alla malnutrizione

NUOVI SBARCHI DI MIGRANTI IN SARDEGNA
NON FUNZIONA L'ACCORDO CON
L'ALGERIA:"E' UNA VERGOGNA"DICE PILI,C'E' UNA STRATEGIA CHE PREOCCUPA


di Gigi Pinto
(15-9-2017) Avanti c'è posto.Ecco perchè continuano ad arrivare,fai da te,gli algerini in Sardegna.Si sono organizzati da tempo e continuano,poco alla volta,ad arrivare ora due,ora tre barchini alla volta quasi per non disturbare.Questa volta ne sono arrivati 43 a bordo di 4 barchini nelle coste del Sulcis.Naturalmente i migranti sono stati soccorsi e trasferiti nel porto di Cagliari con destinazione al centro di Monastir.I migranti algerini hanno attuato una strategia per destabilizzare i soccorritori o non essere rintracciati.I carabinieri e la guardia di finanza non hanno avuto difficoltà a individuarli e a portarli al porto di Cagliari per essere visitati prima della destinazione finale.Un gruppo è stato scoperto all'interno del Poligono militare di Teulada e un altro ancora è arrivato a Cala Cipolla a Chia nel territorio di Domus de Maria."Si tratta di una vera e propria vergogna" ha detto il parlamentare Mauro Pili che parla di sbarchi infiniti in territorio sardo.Se i migranti fai-da-te continuano ad arrivare nelle coste del Sulcis è perchè verosimilmente le maglie della sicurezza si sono allentate e non funzionano gli accordi con l'Algeria chiesti dalla Regione Sardegna."Sono rassicurazioni inutili" continua Pili,"perchè si continua ad arrivare con facilità".


IL MINISTRO ORLANDO INVIA ISPETTORI:
L'OMICIDIO POTEVA ESSERE EVITATO?
DOPO LA CONFESSIONE,IL FIDANZATO DI
NOEMI RISCHIA LINCIAGGIO:SALUTI
IRRIGUARDOSI ALLA FOLLA


di Francesco Corrias
(14-9-2017) Noemi Durini la ragazza di 16 anni uccisa dal fidanzato di 17 anni(foto dal web) poteva essere salvata?La denuncia della madre di Noemi è precisa e riguarda il comportamento violento del ragazzo,situazioni che sono poi degenerate nell'omicidio.Adesso anche gli ispettori del ministro della Giustizia Andrea Orlando dovranno verificare se l'uccisione della 16enne poteva essere evitata e l'apertura della pratica metterà in evidenza sia il comportamento violento del ragazzo ma anche le denunce della madre di Noemi che,purtroppo,sono state disattese.Secondo i genitori la relazione della figlia col minorenne L.M. non andava avanti nei migliori dei modi,lui era considerato "un poco di buono" ed era dedito alla violenza in quella relazione che lei si sforzava di far apparire normale postando su facebook fotografie e dichiarazioni di amore.Il web è implacabile e molti,che evidentemente conoscevano la situazione dei ragazzi,postavano frasi come "non è amore se ti picchia" segno evidente che tra i due non c'era affiatamento e serenità comportamentale.Le due denunce della madre era anche il grido di dolore e di grande attenzione per la figlia, accuse sfociate in una pratica penale per violenza privata e una civile per verificare il comportamento del giovane.Delle denunce però non c'è stato nessun provvedimento cautelare.Eppure il ragazzo era descritto come persona con "problemi psichici" e "violento" e questo fa pensare ad una tragedia annunciata.La ragazza era scomparsa da casa il 3 settembre e subito sono partite le ricerche.Il fidanzato ha sempre detto di non sapere nulla,ma i genitori della ragazza avevano idee precise su chi avesse compiuto l'omicidio.Nella giornata del 13 il fidanzato 17enne crolla durante un interrogatorio e accompagna i carabinieri nel punto dove ha ucciso Noemi.Il cadavere aveva il cranio sfondato da una grossa pietra e il volto irriconoscibile,con ferite su varie parti del corpo.Lui ha confessato:"L'ho uccisa con un coltello,l'ho ammazzata perchè premeva per mettere in atto l'uccisione di tutta la mia famiglia".Dopo la confessione il ragazzo ha rischiato il linciaggio( video) uscendo dalla stazione dei carabinieri di Specchia.Il suo atteggiamento,irriguardoso e pieno di sfida,è stato disapprovato dalla gente che era in attesa di vederlo uscire dalla caserma.


CI SONO NOVITA' PER
I MARO' ITALIANI

L'IRA DEL GOVERNO INDIANO:LA GIURISDIZIONE E' NOSTRA E I FUCILIERI ITALIANI SARANNO PROCESSATI IN INDIA

di Paolo Pellegrini
(13-9-2017) Sul caso dei marò italiani(
foto dal web i marò Salvatore Girone e Massimiliano Latorre),accusati dell'uccisione di due pescatori indiani nel 2012,bisogna fermarsi a settembre 2016 quando la Corte suprema di New Delhi decise che il fuciliere Massimiliano Latorre doveva restare in Italia fino alla fine dell'arbitrato internazionale all'Aja con le stesse condizioni disposte dall'altro marò Salvatore Girone.Il problema successivo,e più importante,è sempre lo stesso:quale Paese,Italia o India,abbia giurisdizione sul caso.Intanto c'è da segnare un punto a nostro favore e cioè che i due fucilieri italiani siano in Italia e non prigionieri in India un fatto di grande rilievo dal punto di vista diplomatico ma anche di vitale importanza per gli stessi protagonisti.Adesso tutto nuovamente si complica perchè il governo indiano ha deciso che i due marò italiani devono essere processati in India.E' un'azione di forza con la premessa che l'Italia "ha ingannato la Corte Suprema indiana" e pertanto i due fucilieri devono tornare prigionieri in India per essere processati.La notizia la riporta il giornale Times of India che riprende l'accusa del governo di Nuova Delhi deciso più che mai sulle ragioni dei fatti accaduti al largo delle coste del Kerala.Secondo il governo indiano l'uccisione dei pescatori indiani nel 2012 fu commesso "a bordo di un peschereccio indiano all'interno delle acque territoriali indiane" e pertanto la giurisdizione spetta all'India.Accuse gravi a cinque anni di distanza dai tragici avvenimenti che però sembra non intaccare la tesi difensiva italiana che ha fiducia nella decisione dell'arbitrato internazionale all'Aja.

LA NASA HA RILEVATO ENORMI TEMPESTE SOLARI SULLA SUA SUPERFICIE
GRANDI ERUZIONI NEL
PERIODO DEL "MINIMO SOLARE"

"ALLERTA MONDIALE:E' UNA
MINACCIA PER L'UMANITA'"


di Giovanni Picchi
(13-9-2017) Le tempeste solari si stanno verificando spesso e la Nasa è preoccupata e cerca di dare risposte a queste bizzarre attività.Nel giro di sette giorni gli scienziati hanno rilevato sette grandi emissioni solari,uno dei quali è risultato più potente delle stesse attività degli ultimi dieci anni.E' una anomalia tutta ancora da spiegare perchè il sole attualmente ha "un'attività minima".Solitamente,fanno sapere gli scienziati,il sole ha un ciclo di 11 anni in cui le tempeste solari aumentano e diminuiscono in intensità.Attualmente il sole dovrebbe avere una minima attività mentre invece risulta più attivo soprattutto nelle ultimi settimane.E' escluso che il sole stia per esplodere ma questa intensa attività all'interno del sole pone interrogativi e non sempre gli scienziati sanno dare delle risposte.Come mai in questo periodo del "minimo solare" si verificano grandi eruzioni?Ci potrebbe essere un'altra spiegazione,dicono sempre alla Nasa e cioè che il sole si stia espandendo e col tempo inghiottirebbe la Terra prima di restringersi di nuovo e chiudere la sua esistenza.Sappiamo che il sole è destinato a durare per altri 5 miliardi di anni quindi di queste attività se ne vedranno altre e sicuramente molto più intensi.Attualmente siamo nel ciclo minimo dell'attività del sole,iniziato nel 2008, e queste intense eruzioni solitamente non si verificano ma possono crearsi con tempeste solari che possono interferire con l'elettronica e i segnali radio sulla Terra ed essere una minaccia per l'umanità.

MARCIA INDIETRO DEL PD,"LO
IUS SOLI NON HA LA MAGGIORANZA"

LA CITTADINANZA TRA DELUSIONE E SOLLIEVO,SPERANZA:"E' UNA RESA",
CALDEROLI:"GLI ITALIANI SONO CONTRARI"


di Luca Berni
(12-9-2017) Il Pd fa marcia indietro e,per il momento,al Senato non è in calendario lo "ius soli",il ddl sulla cittadinanza(foto dal web).Salta settembre ma verosimilmente non se ne sentirà parlare per parecchio visto che non ci sono le condizioni,"non ci sono i numeri" dicono i dem,per approvare il testo.La Conferenza dei Capigruppo di Palazzo Madama ha deciso il rinvio mentre in piazza Montecitorio,mentre si discuteva il calendario dei lavori dell'Assemblea,c'era un sit-in a favore della legge sulla cittadinanza.Che lo "ius soli" fosse una legge da non approvare si sapeva da parecchio soprattutto perchè l'onda dei migranti in questi ultimi 4/5 mesi ha creato una tale campagna di malcontento nell'opinione pubblica,ma anche tra i partiti,da far slittare più volte l'approvazione.E' lo stesso capogruppo a Palazzo Madama per il Pd Luigi Zanda a spiegare il motivo dello "stop":"Lo Ius Soli è stato calendarizzato più volte ma le leggi per essere approvate hanno bisogno di una maggioranza e in questo momento la maggioranza non c'è".E' chiaro che il clima politico è cambiato prova ne sia anche il nuovo corso imposto da Gentiloni-Minniti che ha bloccato l'invasione dei migranti dalla Libia verso l'Italia aprendo una nuova stagione distensiva all'interno delle classi produttive,sociali ed economiche del nostro paese.Per approvare lo "ius soli" è necessario avere la maggioranza,per lo meno quella che c'era alla Camera ma non c'è invece al Senato quindi sarà un argomento oggetto di discussione e di approvazione in futuro.Il Pd confida negli stessi gruppi ma stanno mancando anche questi,non c'è più l'interesse a votare il ddl e dicono "che ci sono altre priorità".Mancando la maggioranza diventa tutto più difficile.Per il coordinatore di Mdp Roberto Speranza non approvare lo "ius soli" è una resa:"Si nega la cittadinanza a 800 mila ragazzi italiani,ed è una resa culturale inaccettabile".Esulta il centrodestra,per Calderoli della Lega :"Per fortuna lo ius soli per ora è sparito dal radar dell'agenda parlamentare soprattutto perchè la stragrande maggioranza di cittadini è contraria".


LIVORNO,TROVATO L'ULTIMO
DISPERSO,LE VITTIME SONO OTTO

ANCORA SCINTILLE TRA
NOGARIN E ROSSI

"NON HA FUNZIONATO L'ALERT
SYSTEM CON SMS"


di Lello Leo Cortes
(12-9-2017) E' stato ritrovato anche l'ultimo disperso.E' il 67enne Gianfranco Tampucci ed è stato rinvenuto senza vita nella zona di Collinaia.Adesso il bilancio è definitivo,8 morti per la bomba su Livorno,una catastrofe(foto dal web) dalle enormi proporzioni soprattutto perchè è caduta tanta acqua in poco tempo.Restano le domande che rendono complessa la vicenda:perchè l'allerta arancione?Come mai non sono stati avvisati i cittadini?Ci sono ancora scintille tra il sindaco Nogarin e il presidente Rossi e le posizioni non si sono placate neanche con l'arrivo del ministro Gian Luca Galletti.In tv il sindaco si scaglia contro i tagli ai bilanci comunali.Per il momento non ci sarà nessuna tregua tra i due politici anche perchè c'è l'emergenza ed è necessario una "collaborazione" attiva ed è quello che auspica anche il vescovo di Livorno Simone Giusti.Sotto accusa ancora una volta le procedure d'allerta che appaiono inadeguate e tra i cittadini monta la rabbia per non essere stati avvertiti prima.Se le procedure non funzionano,è stato detto,bisogna cambiarle o quanto meno adeguarle perchè è assurdo che si verifichino ancora queste cose.Si parla tanto di Alert system con sms anche in caso di allerta arancione,forse era in vigore a Livorno ma comunque non è stata attivata.Bisogna fare qualcosa e farla subito.


LIVORNO,TROVATA SETTIMA
VITTIMA,SI CERCA UN DISPERSO

APERTA UN'INCHIESTA
PER DISASTRO COLPOSO

LITE SINDACO E GOVERNATORE:
LA TRAGEDIA SI POTEVA EVITARE?


di Francesco Atzeni
(11-9-2017) La polemica non si placa tra il sindaco di Livorno e il governatore della regione Toscana e riguarda l'allerta dell'alluvione che ha creato tanti danni ma sorpattutto tiene conto dei 7 morti e di un disperso.Una bomba d'acqua imprevedibile e di grandi proporzioni(
foto dal web),soprattutto localizzata in una superficie limitata,che ha tenuto sotto ostaggio l'intera popolazione che ha dovuto lottare nel fango,tra mille difficoltà e tra le distruzioni delle case.Per tutta la notte si sono cercate le persone scomparse e si teme che il bilancio aumenti nelle prossime ore.C'è molta paura e si guarda con un certo panico il cielo.Il dramma è ancora a Livorno e provincia dove si sono abbattute,tra sabato e domenica in piena notte,piogge insistenti con una quantità d'acqua di gran lunga superiore a quanta ne cade generalmente nell'arco di un anno.E pensare che dieci giorni fa tra queste città toscane c'era l'allerta siccità,non pioveva da troppo tempo e l'agricoltura era completamente in ginocchio.La situazione meteo è cambiata radicalmente dal troppo caldo a troppa acqua e si è all'inizio di un autunno che spaventa parecchio.Si lavora alacremente per ristabilire la normalità anche se non si placano le polemiche sull'intensità dell'allerta.Il sindaco Filippo Nogarin,grillino di ferro,è su tutte le furie per non essere stato avvisato per tempo dal governatore della Toscana Enrico Rossi."L'allerta non doveva essere arancione,dice il sindaco,ma rosso ma non c'è stata nessuna comunicazione a questo proposito".E' logico,dice Nogarin,che ci si preoccupa per la situazione ma con la massima allerta si sarebbe fatto qualcosa di più.Sotto accusa quindi il governatore Rossi che replica:"Arancione o rosso non ha nessuna importanza,il sindaco sbaglia perchè il codice arancione è un codice di allerta che prevede gli eventi che si sono verificati a Livorno".Accuse e repliche che non finiranno facilmente,intanto però la situazione è drammatica con un bilancio terribile che forse si sarebbe potuto evitare.Manca la prevenzione e forse bisognerebbe interessarsi più attivamente dei tanti istituti che diramano il meteo creando spesso confusione.Ci vorrebbe più chiarezza e più tempestività da parte delle persone abilitate ad affrontare eventi di questa portata.



QUINTO PELLEGRINAGGIO DI
BERGOGLIO IN AMERICA LATINA

IN COLOMBIA C'E' STATO UN MIRACOLO:UNA
DONNA CHE VOLEVA MORIRE HA ABBRACCIATO IL PAPA,LEI :"ADESSO VOGLIO VIVERE"


di Lea Dixon
(11-9-2017) E' stato uno dei viaggi più complicati e delicati di Papa Francesco in Colombia,un grande Paese cattolico latinoamericano che ha una situazione complessa per i tanti problemi legati ai narcotrafficanti,alla guerriglia delle Farc e a una aspettativa di pace.E' stato il suo quinto pellegrinaggio in America Latina e il Pontefice è arrivato come mediatore e garante di una pace difficile da promuovere ma facile da programmare anche se i tempi saranno molto lunghi.Sullo sfondo del viaggio,che ha avuto una partecipazione "oceanica",c'è la gravissima crisi del Venezuela una situazione sempre presente anche se il dialogo e i propositi sono difficilissimi.In Colombia c'è stato anche "il miracolo" avvenuto grazie al Papa.Una donna Consuela Cordoba si è presentata davanti a Papa Francesco col volto sfigurato a causa di un'aggressione con l'acido avvenuta 17 anni fa da parte dell'ex marito.Ha perso tutto e non aveva voglia di vivere,anzi aveva programmato la fine della propria vita il 29 settembre di quest'anno.L'udienza con Bergoglio è stata breve ma intensa.Lei voleva la benedizione per morire,ma Papa Francesco le ha detto:"Sei coraggiosa e bella",poi un sorriso e uno sguardo paterno di grande intensità."Ora voglio vivere" ha detto la donna subito dopo l'incontro col Papa:"Dio sta portando grandi cose per la mia vita".


LIVORNO,NUBIFRAGIO E
FRANE,CITTA' DEVASTATA

FLOP METEO,UNA INTERA
FAMIGLIA UCCISA


(10-9-2017) Una improvvisa bomba d'acqua si è abbattuta su Livorno causando morti,feriti e mettendo in ginocchio una intera comunità.Il bilancio è drammatico,almeno 7 morti e due sono disperse.Una intera famiglia,genitori bambina e nonno hanno trovato la morte nel seminterrato della loro villa.Le piogge hanno fatto tracimare i fiumi con strade e piazze trasformate in laghi.Flop del meteo che in questa zona non aveva previsto questa catastrofe con una Protezione Civile che aveva messo arancione mentre invece la situazine e di grande emergenza.Tutto è successo nella notte tra le 2 e le 4 quando sulla città di Livorno sono caduti almeno 250 mm di pioggia,tanta acqua che si accumula in 6 mesi.

URAGANO IRMA,E' ARRIVATO
SULLE COSTE DELLA FLORIDA

"L'APOCALISSE E' QUI,E' L'INIZIO
DELLA FINE DEL MONDO?"

di Lea Dixon
(10-9-2017) "Il potere distruttivo di Irma è enorme"dice Trump e poi aggiunge:"Dio ci aiuti".Tutti gli occhi sono sulla Florida,dove c'è paura e panico.Sembra l'inizio della fine del mondo e,per i cospiratori,l'inizio dell'Apocalisse.A quasi un milione di persone è stato chiesto di lasciare la Georgia mentre nel North e South Caralina è stato dichiarato lo stato di emergenza.Dopo Cuba,Barbados e le Isole vergini è il turno del sud ovest americano dove vivono almeno 20 milioni di persone e dove è già avvenuto un'operazione di evacuazione di massa.Oltre 400 rifugi pubblici sono stati allestiti per evitare danni peggiori.

DEVASTANTE IRMA,MORTI E OLTRE UN MILIONE DI SFOLLATI A CUBA
MIAMI CITTA' FANTASMA,ALMENO 6,5 MILIONI DI PERSONE SONO SCAPPATE DALLA FLORIDA

di Lello Leo Cortes
(9-9-2017) Irma,la terribile.In queste ore la sua corsa è inesorabile e devastante(foto dal web azione preventiva in attesa dell'uragano),ha compiuto un'immane "strage" nel nord di Cuba e si appresta,in questi minuti di domenica,a invadere la Florida.Dalla categoria 5 è scivolata a 3 ma si sta rafforzando,forse torna a 4,sicuramente è sempre devastante.Almeno 6,5 milioni di persone hanno avuto l'ordine di evacuare,c'è molta paura e il panico serpeggia tra la popolazione che scappa in tutti i modi.Gli aerei sono bloccati e l'unica via di fuga è la macchina,i pullman e molti si sono organizzati per fuggire.Gli esperti ritengono che in Florida l'impatto di Irma sarà devastante e piomberà tre volte su zone già deserte.Anche la Georgia si prepara per l'impatto con la tempesta che arriverà lunedi.Molti si stanno dirigendo verso Atlanta per scappare a Irma.A Cuba il ciclone ha completato la sua corsa devastante e oltre un milione di persone si trovano lontane dall'occhio del ciclone.


CONTINUA LA CORSA DEL SUPERSTORM IRMA TRA CUBA E LA FLORIDA
IN FUGA MILIONI DI PERSONE,E' LA PIU' GRANDE EVACUAZIONE AMERICANA

di Lea Dixon
(8-9-2017)Peggio di "Andrew",l'uragano che colpì la Florida nel 1992 uccidendo 60 persone,sicuramente più devastante degli uragani negli ultimi 50 anni.Il megauragano Irma(foto dal web) sta continuando la sua corsa di morte e devastazione e l'allerta è massimaa Cuba ma anche in Florida.Sono almeno 25 i morti tra le Virgin Islands britanniche e americane,StMartin e St Barts, le isole di Anguilla e Barbuda.La furia di Irma si abbatterà su Miami e domenica sulla Florida.Il governatore della Florida ha chiesto ai residenti di scappare dalle città e andare in luoghi più tranquilli.Le immagini della catastrofe è spettrale.C'è l'ordine di evacuazione.Il superstorm è stato degradato da uragano di categoria 5 alla categoria quattro,ma fa ancora paura e potrebbe rinforzarsi nuovamente se dovesse entrare in acque più calde.Ci sono altri due cicloni che avanzano.Il primo è la tempesta "Jose" che si trova nelle isole Leeward nelle Isole Occidentali l'altro è in formazione e gli esperti dicono che potrebbe essere al pari di Irma.

E' IL GIORNO DI MISS ITALIA
2017 ALLA LA7(ORE 21,15)

C'E' ANCHE LA SARDA FRANCESCA ENA,DI ORIGINI SVEDESI,ADORA I
BAMBINI E SOGNA DI
APRIRE UN ASILO NIDO

ECCO COME VOTARLA

di Carla Peis
E' il giorno della più bella d'Italia perchè oggi si elegge,su La7, la Miss Italia 2017.Una delle 30 ragazze in garra, delle 200 arrivate al Concorso di Jesolo, avrà l'onore di salire sul podio più alto e scalzerà Rachele Risaliti che è stata la Miss dell'anno scorso.La finale sarà presentata da Francesco Facchinetti e le concorrenti sono le più rappresentative delle regioni d'Italia.Per la Sardegna scende in pista Francesca Ena,24 anni,di Cagliari alta 1,74,capelli castani e occhi marroni,di origini svedesi ,lavora come segretaria in uno studio legale.Adora i bambini e sogna di aprire un asilo nido.L'esperienza più bella di Francesca?Risale a un anno fa quando fece un viaggio in Africa per rappresentare l'Italia ad un congresso sulla salute e sul turismo in Congo.In quella occasione rappresentò,oltre che l'Italia,anche la sua Sardegna con la sua storia,cultura e la grande umanità dei suoi abitanti.Al momento Francesca Ena risulta,secondo un sondaggio,tra le più accreditate sul podio delle prime cinque finaliste.Il televoto inciderà per il 50% sull'esito delle votazioni complessive.Per votare la Miss Sardegna Francesca Ena basterà comporre da rete fissa il numero 894.100 mentre si potrà votare da mobile,inviando un sms al numero 477.04.71 tenendo presente che la candidata sarda è il numero 01.Massiccia la presenza delle concorrenti delle altre regioni.Le più rappresentate con 3 miss risultano le regioni del Lazio,Lombardia e Campania.Con 2 Veneto,Emilia Romagna,Toscana,Marche e Sicilia con una miss ciascuna Valle d'Aosta,Piemonte,Alto Adige,Friuli Venezia Giulia,Umbria,Abruzzo,Molise,Basilicata,Puglia,Calabria e Sardegna

RIFORMA SANITARIA SARDA,
PILI:"UN PIANO DEVASTANTE",TOCCO:
"IGNORATE LE ISTANZE DEI TERRITORI"

UNA RIFORMA CHE NON PIACE,
ULTIMO ATTO IL 19 SETTEMBRE

MICROCITEMICO,CHIUDE LA RADIOLOGIA PEDIATRICA
"E' L'UNICA IN SARDEGNA,PAZIENTI ANDRANNO FUORI DALL'ISOLA?"

di Marco Giovine
(7-9-2017) Una riforma sanitaria che proprio non va e alla lunga potrebbe non funzionare.E' scontro tra sindaci del territorio e la Riforma dell'Assessore Arru,ma è anche la realtà che non c'è nell'Atto aziendale del Ats che punta a dare una spallata all'efficienza e a una rete ospedaliera che funzionava.Invece di potenziarla o renderla più efficiente si è fatto la cosa più semplice,dare un taglio netto a quanto funzionava,facendo sparire importanti strutture che davano un'assistenza continua e importante per i pazienti sardi.I sindaci del territorio vogliono contare di più e vogliono essere ascoltati in un Atto aziendale del Ats che invece non ascolta e crea difficoltà alla popolazione sarda.Per questo motivo i cittadini e sindaci hanno protestato contro la Riforma nel corso di una manifestazione rumorosa e pieni di slogan per ribadire di rivedere un Atto che non va bene o quanto meno di concordare punti importanti e renderli più funzionali ai problemi sanitari dei pazienti e del futuro della sanità sarda.Molto si può fare ma sembra che l'ultimo passaggio in Consiglio regionale previsto per il 19 settembre prossimo sia stato già scritto.Ma non tutti sono d'accordo.Per questo motivo è importante ascoltare il territorio e quelle 500 persone,tra sindaci e cittadini,che hanno manifestato ponendo problemi e dando soluzioni ma indicando anche la strada giusta per riaprire la trattativa.Per il parlamentare di Unidos Pili "è un piano devastante che impone logiche estranee al diritto alla salute e nega i servizi più elementari ai territori più deboli".Pili parla di "una pseudo riforma che taglia servizi e funzioni essenziali per salvaguardare gli affari di Stato e di partito e trasforma la sanità in un mero conto finanziario fregandosene dei cittadini e della salute".Per Edoardo Tocco,vice presidente Commissione Salute,si è fatto un passo falso perchè si sono ignorate le istanze dei territori.Poi Tocco parla delle incognite del personale sanitario e la mobilità degli operatori in seguito al trasferimento operativo dell'Ats al Brotzu "E' necessario,dice, garantire regole certe e trasparenti per i dipendenti del settore, al fine di assicurare processi che non incidano negativamente sulla qualità di vita dei lavoratori che rischiano di essere trattati come l'ultimo anello del disegno di riordino".Di fatto, con il progetto della Giunta, un universo di oltre 22mila dipendenti della sanità isolana potrebbero presto entrare in un circuito di mobilità selvaggia "con regole e metodologie ancora poco chiare". Il rappresentante degli azzurri auspica così "un immediato intervento per fronteggiare la carenza di personale sanitario nei reparti degli ospedali, visto che gli operatori sono costretti a turni massacranti e carichi di lavoro gravosi". C'è poi la questione legata alla chiusura dei punti nascita in diversi angoli della Sardegna: "Sono state disattese le promesse per il reinserimento delle operatrici licenziate - conclude Tocco - a seguito dell'interruzione dell'attività in diversi presidi. E' la punta dell'iceberg degli effetti negativi di un riordino destinato a produrre disastri della sanità in Sardegna". Tra le cose che non vanno e creano enormi problemi c'è anche il mancato riconoscimento,nell'Atto aziendale dell'Azienda Ospedaliera Brotzu,della Struttura Semplice Dipartimentale di radiologia pediatrica del Microcitemico.E' di una gravità assoluta,dicono i Consiglieri regionali Eugenio Lai,Daniele Secondo Cocco,Luca Pizzuto e Paolo Zedda perchè è l’unica in Sardegna e con la sua eliminazione saremmo l’unica regione Italiana a non avere una radiologia pediatrica dedicata, con autonomia tecnico-professionale e gestionale-organizzativa.“Questo atto – dice il Vicepresidente del Consiglio Regionale, Eugenio Lai – creerebbe un grosso danno ai bambini della Sardegna e alle loro famiglie. L’eliminazione della SSD, infatti, costringerebbe gli utenti all’esodo in altre strutture di rilievo a livello nazionale e internazionale, con grossi sacrifici e costi per i pazienti”.


L'AUTOPSIA CONFERMA:
SOFIA E' MORTA DI MALARIA

ESPERTI ALL'OPERA PER CAPIRE LA DINAMICA DEL DECESSO

di L.L.C.
(7-9-2017) Ci vorrà del tempo per stabilire il ceppo di malaria che ha colpito la piccola Sofia.Per il momento l'autopsia ha confermato il referto e la diagnosi di morte avvenuti per encefalopatite malarica,espletata questa formalità la Procura di Trento ha dato il nulla osta per la sepoltura della piccola.Intanto è ancora un mistero come sia avvenuto il contagio.Si batte ogni pista,dal campeggio,alla zanzara nella valigia o anche al parassita che ha ucciso Sofia e le due bambine di 4 e 11 anni di ritorno dal Burkina Faso.Non ci sono certezze ma è molto strano come mai la piccola possa aver contratto la malaria non essendo mai stata in zone tropicali dove fanno danni le zanzare anofele.Tutte le procedure sono state esaminate ed è stata ricostruita minuziosamente l'accaduto.E' chiaro che sarà un'indagine complessa e diversi esperti,assieme al Nas e agli ispettori del Ministero,dovranno ripercorrere ogni mossa e ogni esame eseguito.

MALARIA,IL CENTRODESTRA ATTACCA:"ECCO PERCHE' TORNA LA MALATTIA"
IPOTESI OMICIDIO COLPOSO,
L'OSPEDALE CONFERMA:
"STESSO PARASSITA DEI DUE BAMBINI INFETTI"


di Francesco Atzeni
(6-9-2017) E' ancora un mistero la morte di Sofia.E' morta all'ospedale di Brescia per aver contratto la malaria di cui erano affetti due bambini di ritorno dal Burkina Faso curati nella stessa struttura.Loro si sono salvati,per la piccola di quattro anni non c'è stato nulla da fare.La procura di Trento ha aperto un fascicolo per omicidio colposo e l'inchiesta esamina diversi aspetti sanitari(
foto dal web).La piccola Sofia era stata curata inizialmente per il diabete poi successivamente si era capito che la malattia era la malaria,causata da un parassita che è "lo stesso tipo che aveva fatto ammalare i due bambini rientrati da Burkina Faso".La direzione dell'ospedale ha anche comunicato che oltre ai due bambini africani in pediatria erano ricoverati nel reparto adulti anche la mamma e un fratello più grande anche loro con la malaria e anche loro guariti.La famiglia era arrivata in ospedale con la febbre alta a seguito di una settimana da un viaggio in Burkina Faso.La piccola Sofia è stata in ospedale,nel reparto di pediatria,dal 16 al 21 agosto nei giorni di concomitanza con i bambini malati di malaria e successivamente guariti.La malaria e la morte per questa malattia di Sofia è l'occasione per la Lega e Forza Italia di mettere in relazione la malaria col flusso di migranti arrivati in Italia.Per Salvini questa malattia " è legato a fenomeni migratori ed è dimostrato che alcune malattie,come la malaria,sono tornate con i movimenti migratori" e sempre la Lega Nord è contro ai "finti profughi che stanno invadendo l'Italia" dicendo che non si deve più scherzare e propongono "chiusura ermetica dei confini,espulsioni di massa e conttrolli sanitari a tappeto".



APERTE DUE INCHIESTE PER
BIMBA UCCISA DALLA MALARIA

"CON LEI IN OSPEDALE DUE
BAMBINI CON LA MALARIA"
L'ACCUSA DELLA LEGA:
"CONTROLLARE MEGLIO
I PROFUGHI IN ITALIA"


di Lello Leo Cortes
(5-9-2017) Fa discutere la morte per malaria di una bimba di 4 anni a Trento(foto dal web).Ricoverata in ospedale si pensava ad altra malattia poi la realtà che sbalordisce perchè la malaria è pressochè scomparsa in Italia dagli anni cinquanta.Ed è subito polemica.Ammalarsi senza essere mai andata in zone tropicali dove è diffusa la malattia.Era solo andata in spiaggia a Bibione con i genitori.Poi si è sentita male,ha accusato i primi malori,febbre alta,il ricovero e la corsa contro il tempo per salvarla.C'è un terribile sospetto perchè la malattia potrebbe essere stata trasmessa da due bambini,anch'essi ricoverati nello stesso ospedale,che avevano contratto la malaria in Africa.I medici spiegano che è raro che la malattia venga trasmessa da persona a persona ma saranno le inchieste,una del Ministro della Salute,a stabilire effettivamente come stanno le cose.Per la cronaca i due bambini del Burkina Faso sono stati guariti mentre per la piccola Sofia Zago non c'è stato nulla da fare.La malaria viene trasmessa dalla puntura di zanzara appartenente al genere Anopheles diffuse in zone tropicali.Gli esperti sostengono la rarità di vettori in Trentino e in Italia.Chiedono spiegazioni anche la Lega che non si fermano alla notizia ma vanno oltre i fatti.E poichè i migranti arrivano dall'Africa,sostengono dalla Lega Nord,è opportuno controllare meglio " i tanti profughi che ci invadono".



STUPRI A RIMINI,I MAGISTRATI CONFERMANO L'ARRESTO
I QUATTRO RESTANO IN CARCERE,BUTUNGU SCARICA SUI MINORENNI:"SONO STATI LORO"

di Davide Porcù
(5-9-2017) Restano in carcere i quattro fermati per i due stupri avvenuti a Rimini fra il 25 e il 26 agosto sulla spiaggia di Miramare.Secondo l'avvocato i fratelli marocchini di 15 e 17 anni hanno risposto alle domande dei magistrati del Tribunale per i minorenni di Bologna.In precedenza i ragazzi avevano negato di aver materialmente stuprato le due vittime dando le colpe al maggiorenne congolese.Non hanno respinto gli addebiti e stanno collaborando con i magistrati.Il terzo minorenne,di sedici anni,nigeriano,è molto scosso per tutta la vicenda comprendendo la gravità dell'accaduto.Continua a negare l'unico maggiorenne dei quattro arrestati,Guerlin Butungu,20 anni congolese,per il quale il gip Vinicio Cantarini ha convalidato l'arresto.Il congolese è accusato dalla Procura di Rimini di violenza sessuale di gruppo,rapina e lesioni aggravate(assieme agli altri tre minorenni).Butungu davanti ai magistrati ha cambiato nuovamente la sua versione.Pur continuando a negare,Butungu ha riferito che gli stupri sarebbero opera dei tre minorenni e lui avrebbe tenuto il turista polacco mentre gli altri avrebbero abusato sessualmente dell'amica.Molte cose non tornano,le immagini della videosorveglianda pongono altre situazioni e ci sono dei riscontri precisi,oltre alle dichiarazioni delle persone interessate.


LA POLONIA CHIEDE L'ESTRADIZIONE DELLE BELVE PER GLI STUPRI DI RIMINI
I QUATTRO ARRESTATI RISCHIANO 20 ANNI,MA IL POPOLO DI FACEBOOK NON CI CREDE E RILANCIA:"PENE ESEMPLARI PER TUTTI"

di Carla Peis
(4-9-2017) Il capo branco(foto dal web) dei due stupri di Miramare si difende e da le colpe ai minorenni::"Io non centro,ha detto al Pm della Procura di Rimini,a quell'ora dormivo dopo essere stato ad una festa in spiaggia",poi ha aggiunto "Quando mi sono svegliato ho incontrato dei ragazzi dai quali ho acquistato un orologio e un telefonino probabilmente rubati".La versione del congolese di 20 anni,l'ultimo della banda di stupratori arrestato mentre scappava in treno verso Parigi,fa acqua da tutte le parti mentre la Procura ha la documentazione solida come Guerlin Butungu,ritenuto il capo perchè maggiorenne e più esperto,e gli altri componenti minorenni siano gli autori dei due stupri in spiaggia su una donna polacca e una prostituta trans oltre ad aver picchiato a sangue l'amico della turista.I quattro arrestati rischiano pene sopra i 20 anni.A questo punto si è levato alto il popolo di internet che non giustifica l'accaduto e se la prende, con sdegno e preoccupazione, alle "pene all'italiana" per gli stupratori e chiedono severità e rigore per tutti, compresi i minorenni.Più esplicito è stato il viceministro della Giustizia di Varsavia che chiede una punizione esemplare fino alla "pena di morte e torture per quelle bestie",segno evidente sulla fragilità della giustizia italiana.E chiede l'estradizione delle belve perchè "in Polonia ci sono le pene adeguate per gli stupratori" e perchè episodi del genere non debbano ripetersi.Il coro su Facebook è unanime e punta a punire la violenza sessuale e l'aggressione con severità senza distinzione tra maggiorenni e minorenni,perchè atti del genere squalificano l'uomo e lo riportano a bestie.Oggi ci saranno le udienze di convalida dei fermi,per tutti i membri del branco le accuse formalizzate dalla Procura di Rimini sono violenza sessuale di gruppo,rapina aggravata e lesioni aggravate.Chi chiede una pena esemplare è il sindaco di Rimini che si costituirà parte civile nei confronti del "branco colpevole in ognuno dei componenti, senza giustificazioni, senza scaricabarile, senza alcun appello. Chi quella notte era in spiaggia e sulla statale merita la giusta pena, che è quella, massima, stabilita dalla legge e dal codice".

SI CHIUDE LA VICENDA DEGLI STUPRATORI DI RIMINI MENTRE DIVAMPANO LE RIPERCUSSIONI SULLE PROSSIME SCELTE POLITICHE
IL CONGOLESE BUTUNGU NON SE LA PASSAVA MALE:ABITI ELEGANTI,GIACCA
E CRAVATTA,SCARPE ALL'ULTIMA MODA


di Gigi Sartori
(3-9-2017) Soddisfazione della polizia per l'arresto dei quattro componenti africani accusati del duplice stupro di una ragazza polacca e di una trans peruviana.L'ultimo del branco è il maggiorenne Guerlin Butungu,20 anni,congolese(
foto dal web) arrivato nel 2015 a Lampedusa e richiedente asilo, ospite di un centro di accoglienza a Pescara,arrestato in circostanze movimentate mentre scappava in treno verso Parigi dove poteva contare su amicizie e ospitalità.Il branco è ora in carcere mentre infuria la polemica su facebook per la dinamica dello stupro e per l'insicurezza nelle spiagge.Tutti chiedono più rigore con pene reali proporzionate a quanto hanno compiuto e in molti chiedono che ad occuparsi del caso sia la magistratura polacca sicuramente più attrezzata per condannare "seriamente" belve per stupri e violenze.Il dibattito è aperto e già si scommette su quanti anni faranno in carcere.C'è da considerare che 3 dei 4 del branco sono minorenni e per loro,tra permessi,bonus e agevolazioni,dopo pochi anni potranno lasciare le carceri.Oppure ci sono sempre i domiciliari,semprechè si dimostri che c'è stato lo stupro e la violenza mentre è stato invece accertato il furto perchè nei borsoni di Butungu sono stati trovati oggetti risalenti alla ragazza polacca e al suo amico e anche alla trans.Occhi comunque puntati sul capo branco,arrivato in Italia nel 2015 nel corso dei continui sbarchi tra Libia e Lampedusa. Dal suo profilo facebook Butungu vestiva con abiti eleganti,scarpe e giubbotti all'ultima moda.Un insospettabile che viveva una vita diversa dai tanti più sfortunati di lui che non hanno niente e non si possono permettere di guardare la tv in hd,mangiare con abbondanta e soddisfare ogni esigenza come invece capitava al congolese che aveva da sponda una casa di accoglienza.Una vita diversa dagli altri 3 minorenni,due dei quali figli di immigrati regolari appartenenti alle "seconde generazioni"con qualche problema di spaccio e qualche furto.I minorenni forse volevano fare un salto di qualità e Butungu è stato il maestro per loro.Poi il fattaccio,la corsa per far perdere le tracce ma i filmati e i dettagli erano precisi ed era questione di giorni per rintracciarli e arrestarli.Due si sono costituiti,è arrivato anche il terzo mentre il quarto è stato arrestato mentre scappava per la Francia.Tutti sono in carcere.Una vicenda che fa riflettere sul tema dei migranti,della politica della cittadinanza col ius soli,sull'accoglienza e sull'integrazione.



SVOLTA SUGLI STUPRI A RIMINI,ARRESTATI 2 MAROCCHINI
"SI,SIAMO STATI NOI" CONFESSANO,L'IRA DEL VICEMINISTRO POLACCO:"SONO BESTIE,A MORTE" E SALVINI:"DEVONO ESSERE CASTRATI"

di Gigi Sartori
(2-9-2017) Si sono presentati alla polizia i due marocchini di 17 anni che hanno confessato di aver partecipato agli stupri e pestaggio a Rimini il 25 agosto scorso(foto dal web il branco nelle spiagge di Rimini).A incastrarli sono state le immagini diffuse dalla questura e le informazioni dettagliate dei protagonisti della brutta avventura,una turista polacca e un suo amico oltre a una trans.Le pressioni mediatiche erano così forti che l'arresto dei quattro violentatori era questione di minuti.Oltre ai due marocchini facevano parte della violenza sessuale anche un nigeriano,capobranco e maggiorenne,e un congolese.Saranno interrogati dai pm della Procura di Rimini già all'inizio della prossima settimana.Intanto i carabinieri hanno acquisito informazioni sull'accaduto messe a disposizione dai due marocchini autori del pestaggio e della violenza sessuale.Per il viceministro della Giustizia polacco Patryk Jaki si "tratta di immigrati italiani" che devono essere trattati "come bestie" e per loro ci "vorrrebbe la pena di morte e non sarebbe male tornare alle torture".Mentre per Matteo Salvini,della Lega,"se colpevoli,minorenni o no,castrazione chimica e poi a casa loro".Intanto sale l'indignazione contro i migranti che in pochissimo tempo stanno compiendo "una strage" per gli stupri.



DALLA CARTA STAMPATA AL WEB - TERZA PAGINA è ONLINE - LA PUBBLICITA' INSERITA E' PUBBLICATA GRATUITAMENTE | terzapagina_2006@libero.it

Torna ai contenuti | Torna al menu